Concerti Milano Martedì 30 agosto 2011

MITO SettembreMusica: il programma dell'edizione 2011

Milano - «La musica aumenta la produttività». A dirlo - con piglio meneghino doc - è Francesco Micheli, presidente di MiTo SettembreMusica. Una lettura inedita che pone nuova luce sull'intenso rapporto che lega i milanesi al principale Festival Musicale dell'autunno, MiTo appunto.

Nata come ampliamento dello storico Settembre musicale torinese, la rassegna si è trasformata in MiTo nel 2007 quando si fa strada l'idea di un gemellaggio fra Mole Antonelliana e Duomo. Da allora il filo fra le due grandi città non si è mai interrotto, anzi, l'ampliamento del collegamento ad alta velocità su rotaia e il servizio navetta ad hoc della manifestazione - al costo di 10 Eu - fa dei due centri un solo palcoscenico di suoni e atmosfere.

Giunta alla quinta edizione, anche quest'anno la manifestazione si svolge sul finire dell'estate, garantendo un programma che non è errato definire caleidoscopico. Dal 3 al 22 settembre molti dei luoghi di cultura della città verranno invasi di note: incontri, concerti, proiezioni cinematografiche si alterneranno fra teatri e musei, chiese e università, sempre nel segno della musica. Solo in Lombardia, verranno inoltre toccate anche Brescia, Mantova, Lecco e Cremona.

Daniel Barenboim e Ornella Vanoni, Massimo Ranieri e Pierre Boulez, insieme per una rassegna di alta qualità a prezzi popolari. Per prendere parte a uno degli eventi può capitare di spendere fino a un massimo di 35 Eu, ma sono davvero molte le occasioni gratuite di ascoltare esecuzioni e artisti di pregio.

Novità di quest'anno, la collaborazione del Festival con la Vogue Fashion's Night Out, meglio conosciuta come la notte bianca della moda che giovedì 8 settembre terrà aperti i negozi di Brera con il sottofondo swing firmato MiTo.
Fra le centinaia di proposte a catalogo, possiamo scorgere sei focus tematici che vanno dai 150 anni dell'unità d'Italia agli anniversario di nascita e morte di Listz e Mahler, per poi gettare uno sguardo verso Haiti e Africa.
Di seguito un approfondimento tematico sul programma meneghino.

150° ITALIA
È il professor Enzo Restagno, direttore artistico del Festival, a ricordarlo, la storia è nel presente. Ecco perché si è deciso di commissionare a sei compositori italiani e sette stranieri un lavoro a tema. Hanno partecipato, fra gli altri, Fabio Vecchi, Toshio Hosakawa, Francesco Antonioni e Louis Andriessen. Le esecuzioni - ovviamente in prima assoluta - saranno tutti ad ingresso libero.

Sul versante propriamente storico, la carne al fuoco è tantissima: dall'omaggio a Claudio Monteverdi, compositore ed "inventore" dell'opera, all'epopea risorgimentale, con la Banda della Brigata Alpina Taurinense, fino alla musica popolare. Una vera chicca: i madrigali di autori quali de Rore, di Lasso, Verdelot su testi di Petrarca. Un bell'esempio di cultura italiana ante-litteram.

ANNIVERSARI

Due le date da ricordare, la nascita di Franz Listz, avvenuta nel 1811 e la morte di Gustav Mahler nel 1911. Rispettivamente duecento e cento gli anni che ci separano da quei momenti, a ricordare due figure centrali della musica classica, ci penseranno i giovani virtuosi dell'Accademia Pianistica Internazionale di Imola per l'ungherese, gli appuntamenti riservati a Mahler saranno invece a cura del Conservatorio di Milano. In questo caso i prezzi da 35 a 5 Eu.

FOCUS HAITI

Colpita da un terribile terremoto nel gennaio 2010, l'isoletta caraibica custodisce gelosamente una cultura visiva e musicale ricca, ma poco conosciuta. MiTo la omaggia con due diverse proposte, la prima, una rassegna cinematografica - dal 16 al 21 settembre - in diverse sedi che propone lavori di Michelange Quay e Raoul Peck, la seconda di impianto musicale, con tre concerti di grande interesse. Si parte con Racine Mapou de Azor, poi Beken gloria musicale di Port-au-Prince con Moonlight Benjamin. Infine, il merengue di Ti-Coca accompagnato da Wanga-Neges Ensemble.

AFRICA
Un'intera giornata dedicata al continente nero, mercoledì 14 settembre sarà l'African Day. Tre diversi concerti, acquistabili al prezzo cumulativo di 23 Eu, che dal pomeriggio ci conducono sul far della notte. Si parte con Nkolo, voce e chitarre, proseguendo con Mali Denhou, per concludere con l'Orchestra Nationale de Barbes.

EDUCATIONAL
Per la prima volta, MiTo decide di fare un regalo agli under 26: i giovani e giovanissimi che avranno 25 anni o meno domenica 4 settembre alle 11 potranno assistere - al prezzo di soli e Eu - alla prova aperta del concerto di inaugurazione del Festival. Diretta da Daniel Barenboim, la serata sarà ospitata dal Teatro alla Scala. In programma brani di Rossini, Mozart, Beethoven. Altra proposta per i giovani musicofili, sabato 3 alle 18 l'incontro gratuito con Barenboim in Statale intitolato Impariamo ad ascoltare.
Ai fratelli e alle sorelle minori è riservato un cartellone di proposte ad hoc per sviluppare l'orecchio musicale: dalle favole musicali su musiche di Mozart a Musikanter, ispirati ai musicanti di Brema. poi le ninnenanne e uno spettacolo in cui cibo e arte si incontrano, tutti a prezzi adatti a chi deve crescere.

MUSICA CLASSICA & DI GENERE
MiTo non dimentica gli appassionati della musica per eccellenza, quella classica con artisti del calibro di Pierre Boulez, cui è affidata l'ultima proposta sinfonica del programma - il 22 settembre - con l'esecuzione di Pli selon pli, riflessione d'autore ispirata a Mallarmé. Oltre al già citato Barenboim, è destinata a lasciare il segno Dalla Russia con amore, da brani di Prokofev e Cajkovskij eseguita dall'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov.

A cavallo fra classica e contemporanea, il Concerto Promenade, ospitato presso il Museo del Novecento. Attraverso le sale del polo espositivo giovedì 8 si snoderà un percorso gratuito fra arte e musica del secolo breve. In programma, brani di Berio, Maderna, Purcell, Bach e Castiglioni. Eseguono Ruggero Laganà, Roberto Giaccaglia e Floriano Rosini.

Un salto in un contesto più popolare con Ornella Vanoni e Peppe Servillo che - lunedì 5 settembre - cantano Le canzoni della Mala. Fra crimine meneghino e partenopeo, un viaggio in note e nella storia. Se vi piace la tradizione melodica, venerdì 16 potreste partecipare al live di Massimo Ranieri.
Al pubblico più giovane, proponiamo il concerto dei The Naked And Famous, ensemble neozelandese per la prima volta in Italia. Il loro indie-pop piace perchè è fatto di sperimentazione e lirismo. Appuntamento mercoledì 7 al Magnolia.

Consulta il calendario giornaliero di MiTo.

Potrebbe interessarti anche: , Contrasti musicali per il ritorno a laVerdi di John Axelrod , Discoteche Milano: andiamo dove vanno i vip? , Da Ramazzotti a Slash, da Venditti a Fatboy Slim: i concerti di marzo 2019 da non perdere a Milano , Concerti a San Siro 2019. Date e biglietti da Vasco a Ligabue, dai Muse a Ed Sheeran, fino a Biagio & Laura , Chi è Mahmood, il vincitore di Sanremo 2019. Da Milano all'Eurovision Song Contest

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Peppermint L'angelo della vendetta Di Pierre Morel Drammatico 2018 Riley North, moglie e madre di famiglia di Los Angeles, assiste impotente all'uccisione del marito e della figlia da parte di una gang di narcotrafficanti. Ferita nell'attacco, riesce comunque a testimoniare contro gli assalitori, ma a causa di un giudice... Guarda la scheda del film