Concerti Milano Villa Reale Mercoledì 29 giugno 2011

'Notturni in Villa' 2011. Dal 5 luglio a Villa Reale

di
© Facebook - Gam Villa Reale

Milano - La rassegna Notturni in Villa - presso Villa Reale (via Palestro 16) - giunge alla sua diciottesima edizione, scegliendo anche quest'anno un tema che collega tra loro le dieci serate in calendario.
Un omaggio all'Italia, per festeggiare il 150° anniversario dell'Unità del nostro paese. Il tutto, con un occhio attento per artisti generalemente non inseriti nel circuito italiano, volendo dare un contributo di originalità alla scena musicale milanese.

Si esibiscono artisti stranieri, con tributi alla cultura e alla musica italiana, inserendo nel programma una composizione, un brano, una canzone della nostra tradizione.

In calendario, poi, anche artisti italiani, in tre serate con programmi a tema, dal Poema di Garibaldi - interpretato da David Riondino - che inaugurerà il festival, alla rivisitazione in chiave jazz dei classici della canzone napoletana con il trio di Fabio Morgera. E infine uno spettacolo teatral-musicale sul Rigoletto, con testi e regia di Francesco Montemurro.
Ad esibirsi, inoltre, la Civica Orchestra di Fiati, nella serata d'apertura e il 22 luglio, con un programma di musiche del periodo risorgimentale.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Info
: 02.89122383, amicidellamusicamilano.it

IL PROGRAMMA

MARTEDI' 5 LUGLIO

ore 21.30
Anteprima - Poema di Garibaldi

Con David Riondino, Paolo Bessegato e la Civica Orchestra di fiati di Milano diretta dal Fabrizio Tallachini

Uno spettacolo con una descrizione particolare di Garibaldi, in chiave poetica.
Ferito all'Aspromonte, il generale ebbe una lunga convalescenza, periodo che sfruttò per scrivere un poema. Un poema autobiografico, il cui incipit è concepito a Caprera, e che racconta le proprie gesta, dalle guerre d'America a quelle d'Europa, in endecasillabi sciolti. Opera che, indipendentemente dalle qualità letterarie, ci trasmette il sentimento e l'emozione privata del guerriero.
Integrando i versi del poema, ridotti e montati, con brani dell'autobiografia in prosa, si delineano lo svolgersi delle vicende e lo stile dell'uomo. Il tutto accompagnato dalla musica della banda, con le arie che Garibaldi aveva nella mente e nel cuore.

GIOVEDI' 7 LUGLIO

ore 21.30
Liszt e l'Italia

Concerto con Laiko Istvan, pianoforte

Un giovane talento da Budapest, premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali, ci presenta nel bicentenario della nascita di Liszt alcune composizioni del compositore ungherese dedicate all'Italia, paese che gli fu caro e in cui soggiornò per lungo tempo.
In collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica d'Ungheria in Milano


VENERDI' 8 LUGLIO

ore 21.30
Latino Tour 2011 - Mocambo 5et

Concerto

Un quintetto con il flautista/ sassofonista Jorge Pardo, uno dei musicisti jazz spagnoli con maggiore proiezione internazionale, definito dalla critica come un geniale innovatore del flamenco e del jazz. Con lui, l'italiano Alex Gwis e una sezione ritmica latina con i brasiliani Alfredo Paixao al basso, Gilson Silveira alle percussioni e il messicano Israel Varela alla batteria.
I cinque musicisti fondono i loro diversi linguaggi - flamenco, jazz, musica contemporanea, musica popolare brasiliana- in questo nuovo progetto, una musica che supera i confini standardizzati dei generi musicali e si arricchisce di contaminazioni, culture e colori.
In esclusiva per Notturni,il quintetto interpreterà inoltre Tu si ‘na cosa grande, un omaggio all'Italia e alla canzone napoletana.
In collaborazione con il Consolato Generale di Spagna in Milano


SABATO 9 LUGLIO

ore 21.30
Napoli & beyond - Fabio Morgera Trio

Un concerto tratto dall'ultimo lavoro discografico di Fabio Morgera, un disco dedicato alla classica canzone napoletana, ma in chiave jazz. Reginella, O paese do sole, Funiculì funiculà suonano così in modo inedito, rivelando le due anime musicali che convivono nel trombettista.
Con Morgera, Emiliano Pintori (organo) e Walter Paoli (batteria).

GIOVEDI'14 LUGLIO

ore 21.30
Tra l'Impressionismo francese e il nuovo classicismo di Busoni

Ensemble dell'orchestra del Royal Concertgebouw di Amsterdam

Il Royal Concertgebouw è una delle formazioni più celebri al mondo. Con quello che è stato definito il velluto degli archi, l'oro degli ottoni e il timbro dei fiati, continua ad ottenere successi nei più prestigiosi teatri.
Il programma della serata si concentra sulla creatività che ha contraddistinto la musica dei primi decenni del Novecento, con due celebri composizioni di Claude Debussy e Maurice Ravel, alle quali si aggiunge un breve capriccio per sola arpa di G. Pierné e la Suite per clarinetto e quartetto d'archi di Ferruccio Busoni, un grande della musica italiana. Un omaggio all'Italia e alla musica italiana del ‘900.
In collaborazione con il Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano


VENERDI' 15 LUGLIO

ore 21.30
A fable

Concerto di Tigran Hamasyan, pianoforte

Tigran Hamasyan è un giovanissimo pianista armeno di grande talento. Un ragazzo prodigio che a soli 24 anni è già un musicista stimato e riconosciuto da grandi maestri e che ha all'attivo numerosi album, tanti riconoscimenti importanti e prestigiose collaborazioni.
Tigran propone una raccolta di pezzi per pianoforte solo, brani molto lirici che vanno da composizioni raffinate a performance dinamiche, traendo ispirazione dalle melodie popolari dell'Armenia così come dalla poesia.

SABATO 16 LUGLIO

ore 21.30
L'italia è (un) mobile: 150 anni nell'armadio

Spettacolo recitato e cantato. Di Francesco Montemurro

Un giovane mazziniano sbalzato nell'Italia di oggi dopo essere rimasto chiuso per 150 anni in un armadio - a causa di una sota di narcosi-, cerca di fare il punto su quanto è successo nel frattempo. L'ultimo ricordo vivido che porta con sé è quello di una rappresentazione del Rigoletto a cui ha assistito a teatro ed i cui suoni continuano ad ossessionarlo. Emergendo via via da quell'armadio e interrompendo il suo tentativo di ricostruzione delle vicende storiche.
Irruzioni inizialmente fastidiose ed apparentemente incongrue, ma che nello sviluppo dello spettacolo si rivelano sempre più calzanti con vizi e virtù della nostra giovane Italia.
Un attore, cinque cantanti, un pianista e un grande armadio per uno spettacolo che abbina leggerezza e riflessione, la passione per l'Opera e quella per una Nazione ormai fatta.

GIOVEDI' 21 LUGLIO

ore 21.30
Kennst du das land, wo die zitronen blühen.. (J. W. Goethe)

Quartetto le musiche - Solisti dei Berliner Philarmoniker

Musiche di Mahler, Quartettsatz con pianoforte; di Verdi, Quartetto per archi in mi minore. E di Brahms, Quintetto con pianoforte op.34.
In collaborazione con il Goethe-Institut Mailand


VENERDI' 22 LUGLIO

ore 21.30
Il canto degli italiani

Concerto della Civica Orchestra di Fiati. Direttore Fabrizio Tallachini

All'interno delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, la musica riveste un ruolo significativo. Proprio attraverso quest'arte si pensava infatti di poter incitare gli Italiani alla liberazione e all'unificazione della Patria. Inoltre, molti uomini di armi e intellettuali ne erano appassionati e numerosi musicisti furono al fianco dei combattenti, talora imbracciando in prima persona le armi o affidando alla composizione musicale il ricordo e l'esaltazione dei momenti più gloriosi o delle sconfitte più tristi e dolorose.
Accanto a Verdi, alcune pagine di autori coevi. Un'unica trama per celebrare il ruolo che le bande musicali recitarono durante la lunga stagione del Risorgimento.

SABATO 23 LUGLIO

ore 21.30
Hendrix piano

Concerto dell'Artur Dutkiewicz Trio

Il jazz nella storia polacca ricopre un ruolo importante. Negli anni '60-'70 era musica quasi clandestina, ascoltata in piccoli club, lontano dagli occhi e orecchie del governo comunista; una musica che guardava all'Occidente e ne imitava gli stili, ma con molti influssi del folklore locale che gli davano una connotazione unica ed originale.
Oggi la scena jazz in Polonia si presenta vivace e giovane. Artur Dutkiewicz è un rappresentante di questa nuova generazione; con il suo trio porta sul palco di Notturni alcuni brani tratti dal suo ultimo lavoro discografico da leader, Hendrix Piano, e un omaggio all'Italia con una personale interpretazione di Torna a Surriento.
In collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano

Potrebbe interessarti anche: , Capodanno 2019 in musica con laVerdi all'Auditorium di Milano con la Nona di Beethoven , Concerti a Milano. Gainsbourg, Irama, Einaudi, Cremonini e Gabbani: i live di dicembre 2018 da non perdere , Vasco Rossi a San Siro nel 2019: date dei concerti e prezzi dei biglietti , Vasco Rossi nel 2019 in concerto a San Siro: 4 date a Milano (come minimo) , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Tre volti Di Jafar Panahi Drammatico Iran, 2018 Quando riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto, la famosa attrice Behnaz Jafari abbandona il set e insieme Jafar Panahi si mette in viaggio per raggiungere la ragazza. Il film è stato premiato al Festival di Cannes. Guarda la scheda del film