Libri Milano Lunedì 6 giugno 2011

'Milanesiana 2011'. Protagonisti, date e informazioni utili

Milano - Non una rassegna, piuttosto un evento da cui altri germogliano - non a caso per rappresentarla è stata scelta una rosa scarlatta - idee, spunti e contenuti.
È Milanesiana, il festival culturale ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi che si tiene, da dodici anni a questa parte, nel mezzo dell'estate meneghina.

Dal 26 giugno al 12 luglio
, arriveranno in città 140 ospiti internazionali che discuteranno attorno al tema Bugie e Verità, analizzato, soppesato e commentato attraverso le lenti offerte da letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia e - una new entry - i videogiochi.

Milanesiana
presenta quest'anno un programma ampliato e suddiviso in cinque macrosezioni, che si svolgeranno in luoghi nevralgici della cultura - Teatro dal Verme, Spazio Oberdan, Sala Buzzati e Teatro di Verdura.

ORARIOCONTINUATO


Dal 26 al 30 giugno
alla Sala Buzzati (Fondazione Corriere della Sera, via Balzan 3) si tiene Orariocontinuato, sorta di prologo multiculturale ai successivi incontri al Dal Verme che coinvolgerà scrittori, registi, fotografi e musicisti in una ricerca sul senso di menzogna e verità che non guarderà l'orologio.
Com'è chiaro fin dal titolo, il calendario degli incontri non prevede soste e va dalle 12 alle 21 con in più la prima delle tre lunghe notti, prevista il 26 giugno e dedicata all'Africa e alle sue recenti rivoluzioni.

Da segnalare i due eventi dislocati allo spazio Oberdan, l'omaggio a Ettore Scola con Una giornata particolare - che riceverà il Premio Omaggio al Maestro - e la proiezione di Noi Credevamo di Mario Martone, spunto da cui partire per discutere, senza preconcetti, dei 150 anni dell'Italia unita.

Fra i tanti nomi noti che parteciperanno alla sezione ricordiamo Tahar Ben Jelloun, Wole Soyinka (26 giugno), Manuel Agnelli e Roberto Vecchioni (27 giugno) Ettore Scola, Filippo Timi (28 giugno), Sandro Veronesi, Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco (29 giugno), Mario Martone, Antonio Scurati, Enrico Ghezzi (30 giugno).

SERATE AL DAL VERME

In calendario dal 1 al 7 luglio sette appuntamenti nelle sede storica del Teatro Dal Verme (Via San Giovanni sul Muro 2). In questa sezione si trovano le due lunghe notti mancanti, la prima si terrà sabato 2 luglio e consisterà in un viaggio dentro l'opera di Jerzy Skolimowski presente in sala, la seconda - in calendario giovedì 7 luglio - sarà un viaggio nell'arte della Sicilia attraverso la camera da presa di Giuseppe Tornatore, con una lectio di Vittorio Sgarbi.
Due le onorificenze attribuite in questa tranche, a Micheal Cunningham andrà il Premio letterario Fernanda Pivano, a Herta Muller e Claudio Magris il Premio Rosa d'Oro della Milanesiana.

Letture, proiezioni, spettacoli teatrali e concerti, un pout-pourri che si costruisce attorno al tema Bugie e Verità con Konstantin Novoselov, Micheal Cunningham - a cui andrà il Premio letterario Fernanda Pivano - Peppe Servillo (1 luglio), Jerzy Skolimowski, David Nicholls (2 luglio), Pietro Chiambretti, John Coetzee e Elio (3 luglio), Umberto Eco (4 luglio), Morgan, Catherine Dunne, Nicoletta Braschi (5 luglio) Herta Muller, Claudio Magris (6 luglio), Giuseppe Tornatore, Gene Gnocchi, Andrée Ruth Shammah (7 luglio).

APERITIVO CON GLI AUTORI

Altra tradizionale sezione della Milanesiana, l'aperitivo con gli autori si terrà dal 2 al 9 luglio a mezzogiorno in Sala Buzzati, sorta di prosecuzione e approfondimento delle serate al Dal Verme.

A discutere di bugie, potere, sincerità, verità, bellezza, finzione e videogiochi saranno Marc Fumaroli, David Vann e Erica Mou (2 luglio), Cedric Villani e Francesco Tricarico (3 luglio), Javier Neuman, Emma Bonino, Andrés Neuman (4 luglio), Camilla Baresani, Perturbazione, Peter Molyneux ( 6 luglio), Mascia Musy e Raphael Gualazzi (7 luglio). In calendario anche una mini rassegna omaggio al cineasta Aleksandr Sokurov con Aliona Shumakova e Enrico Ghezzi (9 luglio).

FILOSOFIA – L'URLO E IL SILENZIO

Si svolgerà dall'8 al 12 luglio il festival filosofico che rientra nel carnet di Milanesiana 2011 e si tiene a partire dalle 21 al Teatro di Verdura (via Senato 14). Saranno esperti di filosofia aleggere e decrittare alcuni testi fondamentali dalle storia del pensiero occidentale. Toccherà a Antonio Ballista curare la riflessione sonora suddivisa in cinque parti, tante quanti sono gli incontri in agenda.

Fra i partecipanti, Massimo Donà, Vito Mancuso, Salvatore Veca (8 luglio), Remo Bodei, Pietrangelo Buttafuoco (9 luglio), Roberta De Monticelli, Antonio Gnoli (10 luglio), Gianni Vattimo, Diego Fusaro (11 luglio), Giulio Giorello, Salvatore Natoli (12 luglio).

DUE MOSTRE + UNA A MILANO

Nell'ambito di Milanesiana 2011, si svolgono tre mostre con temi e approccio differenti. Nel foyer di Sala Buzzati (via Balzan 3) si terrà Nascita di una Nazione. Dietro le quinte di Noi credevamo. L'esposizione - aperta dal 26 giugno - è curata da Mario Martone e Ippolita di Majo, prende l'avvio dal film di Martone e invita a riflettere sui 150 anni dell'Unità d'Italia.

Presso le Cartiere Vannucci (via Vannucci 16) verrà allestita dal 28 giugno Clandestini di Giovanni Iudice da uno spunto di Vittorio Sgarbi. Sono i migranti che arrivano sulle nostre coste i protagonisti della mostra che sarà visibile fino al 12 luglio.

A chiudere il terzetto, la proposta più innovativa che si ispira al libro Milano si mette in mostra di Alberto Pezzotta e Anna Gilardelli. Il volume raccoglie 150 luoghi di Milano ritenuti degli autori significativi per la Storia dell'Unità d'Italia. Saranno proprio quei posti a dare vita ad un boschetto di pioppi cipressini che verrà piantato il prossimo settembre. Un progetto a metà fra itinerario e mostra diffusa che è destinato a permanere ben oltre i confini temporali del festival.

Potrebbe interessarti anche: , Milano è la più romantica d’Italia: la classifica di Amazon delle città che leggono più romanzi rosa , Lettori di notte, le biblioteche di Milano aperte fino a tardi: elenco e orari , Con Pinketts è morto l'animo bohémien di Milano. I funerali a Sant'Eustorgio , BookCity 2018, le foto. «La festa dei libri di Milano rappresenta la crescita civile della città» , A Milano riapre la Centofiori, libreria di quartiere dall'animo cittadino

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

La conseguenza Di James Kent Drammatico 2019 Amburgo, 1945. Rachael e Lewis Morgan si sono appena trasferiti in Germania dopo la sconfitta tedesca. Lewis è un alto comandante dell'esercito inglese, dunque gli viene assegnata una dimora di grande prestigio: la villa di Stefan Lubert, un celebre... Guarda la scheda del film