Concerti Milano Martedì 24 maggio 2011

'Bob Dylan Fun Book'. L'evento per il compleanno del cantautore americano

© Facebook - Official Bob Dylan Photos

Matteo Guarnaccia presenta Bob Dylan Fun Book (Vololibero, 2011, 48 pagg, 36.90 Eu) martedì 24 maggio alle 18.30 alla Triennale Design Museum (viale Alemagna 6). Ingresso libero.

L'opera è composta da una serie di tavole da colorare dedicate a Dylan. Oltre a queste, un gioco dell'oca dylaniano, una scatola magica con i personaggi delle sue canzoni, la ricostruzione del suo guardaroba rock, una mappa dei luoghi della scena folk del Greenwich Village, il quartiere di New York in cui Dylan, negli anni '60, iniziò a suonare il suo stile che spazia dal folk al country-blues, dal rock al jazz.

Il libro è a tiratura limitata: sono solo 1000 copie, tutte numerate a mano.

Milano - Martedì 24 maggio 2011, Bob Dylan compie settant'anni.
Scrittore, poeta, pittore, conduttore radiofonico, attore, cantante. Autore di alcune delle più importanti canzoni-manifesto del movement, l'onda di protesta che ha attraversato gli Stati Uniti a partire dagli anni '60. Con la leggendaria Blowin' in the wind Dylan crea un inno pacifista destinato ad entrare nella storia.

Milano lo festeggia con un evento particolare. In occasione del suo compleanno, viene pubblicato il Bob Dylan Fun Book (Vololibero, 2011, 48 pagg, 36.90 Eu), un omaggio che l'artista Matteo Guarnaccia dedica all'autore americano di The Hurricane.
Guarnaccia ha creato un libro d'arte, composto da una serie di tavole da colorare, ritagliare e assemblare, che raccontano le fasi iniziali della carriera del menestrello di Duluth - come viene chiamato dai suoi fans, citando la sua città natale - dalla fine degli anni '50 al luglio del 1966, data del suo misterioso incidente in moto.

In occasione del settantesimo compleanno di Mr Dylan, abbiamo contattato il cantautore e scrittore Emanuele Dabbono che ci ha raccontato il suo punto di vista sul menestrello.

«Lui non è mai stato qui, per parafrasare una sua ghost song.
Eppure conosce la planimetria dell'uomo, i suoi segreti, le sue debolezze, conosce te, conosce me. Uno che a inizio carriera si beava dei giornalisti inventandosi improbabili e possibili passati, tipo che aveva attraversato a piedi più volte l'America a 12 anni, che era nato su un treno merci all'altezza di Memphis, sulla cassa di una chitarra. Per il piacere di raccontare storie e creare quello che ancora oggi tiene in mano il business: il fascino del mistero.

Robert Zimmerman
- questo il vero nome di Bob Dylan - è tutti e chiunque. È la voce dopo tre attacchi di cuore, a volte sgangherata, a volte affilata, mai uguale a se stessa. È il ragazzo di colore che sogna il rintocco delle campane di una libertà agognata.
È quello che ti guarda negli occhi prima di spararti. Eppure è uno di famiglia. A svelarti che Babbo Natale non esiste, ma i regali sì. Così tra un'armonica e un'acustica mai accordata perfettamente, tranne quando suonava Daniel Lanois, ci ha donato un senso di appartenenza alle cose. Più di quanto molti miei parenti abbiano fatto con me.

C'è chi dice lui sia un poeta, chi un Nobel per la letteratura, io credo Bob rida di entrambe le definizioni. Schivo e affezionato a giocare con qualsiasi argomento, ha permesso seriamente al rock and roll di salire a cime impensabili, trattando le parole non più come un riempitivo della melodia, ma come il sale sulle ferite tracciate dalle sue armonie.
E ha permesso ai miei vicini di traslocare verso case più silenziose e farmi imparare in pace.

Dylan è come una voce sconosciuta che improvvisamente urla qualcosa alle tue spalle mentre stai facendo colazione in pigiama e ti dice, con tutta l'apprensione possibile, di vestirti pesante che fuori c'è un sole fradicio. Viene da credergli, sempre.
Persino quando ti dice che oggi non compie 70 anni, ma 7. Un riparo dalla tempesta, quello che lui e la sua musica hanno significato per me.
Il giorno che muore Bob Dylan saremo tutti più soli».
(Emanuele Dabbono)

Potrebbe interessarti anche: , Contrasti musicali per il ritorno a laVerdi di John Axelrod , Discoteche Milano: andiamo dove vanno i vip? , Da Ramazzotti a Slash, da Venditti a Fatboy Slim: i concerti di marzo 2019 da non perdere a Milano , Concerti a San Siro 2019. Date e biglietti da Vasco a Ligabue, dai Muse a Ed Sheeran, fino a Biagio & Laura , Chi è Mahmood, il vincitore di Sanremo 2019. Da Milano all'Eurovision Song Contest

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il professore e il pazzo Di P.B. Shemran Drammatico 2019 Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell'Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto... Guarda la scheda del film