Concerti Milano Martedì 9 novembre 2010

Valerio Scanu: 'Parto da qui', il nuovo album

© Foto Dallalto Studio

Milano - Oggi Valerio Scanu ha la barbetta e porta i capelli raccolti. Quasi non sembra nato ieri - nel 1990 - o lo stesso di Amici 2008, in cui è arrivato secondo. L'ultimo vincitore di Sanremo si presenta come un ometto, pronto a dimostrare il suo cambiamento musicale. Dopo solo due anni di carriera - e tre dischi d'oro - Valerio ha un messaggio da dare a tutti i suoi fans: Parto da qui, titolo del suo ultimo album, cd + dvd, dal 9 novembre in tutti i negozi. E noi lo abbiamo intervistato.

Cominciamo dal nuovo album, 'Parto da qui'. Da dove? E per arrivare dove?
«Parto da un bilancio di quello che è successo in questi due anni. Dopo Sanremo e Amici mi sono impegnato molto per la mia crescita. Il pubblico di sempre mi sostiene, anche quello più adulto. Voglio arrivare a vedere cosa ho seminato e cosa ho raccolto».

Si cambia musica in tutti i sensi: ci sono tracce in inglese, un dvd in allegato e un suono nuovo, molto più fresco. Ce ne parli?
«Niente è lasciato al caso. La mia musica è molto più matura e consistente. Il dvd contiene delle registrazioni piano-voce, non ci sono pezzi tratti da concerti ad esempio. Mi interessa usare un linguaggio che venga capito da tutti e che sia semplicemente quello della musica, anche se il testo è in inglese».

Per la prima volta collabori nelle vesti di autore. A quando un album scritto tutto da te?
«Chi lo sa. Per ora non voglio forzare niente, ho un team di autori che scrive meglio di me e per ora va bene così. Per questo album cerco pezzi da quando ho finito Sanremo e io personalmente ho scelto il 90% dei brani, che mi corrispondono perfettamente: è come se Parto da qui l'avessi partorito io».

Qualche idea per promuovere il progetto?
«Mi piacerebbe un tour nei teatri, con una scenografia coloratissima, uno sfondo vivace, il pianoforte bianco. Nulla di costoso, ma originale. Vorrei anche arrangiare dei miei vecchi brani, non in versione acustica, ma così fresca e meno "sanremese"».

Pierdavide Carone, Marco Carta e Marco Mengoni. Che mi dici di loro?
«Mi sarebbe piaciuto collaborare con Pierdavide (ex concorrente di Amici e autore della canzone con cui Valerio ha vinto Sanremo 2010, ndr) anche questa volta, lo considero un autore come tutti gli altri, non cerco per forza i grandi nomi. Marco Carta ha un'esperienza simile alla mia e mi piace. Mengoni invece non lo conosco, ma è molto preparato musicalmente».

Lo sai che una tua fan si è tatuata il tuo nome sul polso?
«E questo è niente. C'è chi addirittura si è tatuato l'autografo sull'avambraccio, poi c'è chi si tatua il mio logo. Ancora, una ragazza ha messo la mia faccia sulla sua torta di compleanno e mille altri esempi bizzarri, però mi fa piacere, non mi spaventa».

Cosa c'è dentro al tuo i-pod?
«Le 230 canzoni scartate dall'album, per vedere se ce n'è qualcuna ascoltata troppo di fretta prima della decisione definitiva...»

E Lady Gaga no?
«La apprezzo, ma non la ascolto. Mi piace più nella versione melodica piano-voce che come performer».

Potrebbe interessarti anche: , Concerti ad agosto: a Milano e in Lombardia estate in festival , Notturni in Castello 2018, la colonna sonora dell’estate milanese , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma , PoliMi Fest 2018 tra concerti e cinema all'aperto: il programma completo , Radio Italia Live Milano 2018: la scaletta e la fotogallery del concerto

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film