Weekend Milano Martedì 20 luglio 2010

Gardaland Waterpark: un giardino acquatico appena fuori dal centro

Milano - Preparatevi alla folla. Ad ovest di Milano, in zona Quinto Romano, sorge il parco acquatico più grande e più comodo da raggiungere per chi abita a Milano, specie per i più giovani che ancora non hanno la patente. Si chiama Gardaland Waterpark e fin dal nome reca il marchio che in Italia è sinonimo di parco dei divertimenti. Mentre infatti l'augusto genitore, adiacente al Lago di Garda, continua ad attirare estate dopo estate i patiti delle mega-giostre, da un paio di anni gli si è affiancato un nipotino balneare, di analogo successo.

Per chi arriva dal centro, bastano una corsa sulla metro rossa e una decina di fermate d'autobus, per un totale di circa quaranta minuti (dipende anche quanto vi fa aspettare l'autobus). Poi un breve tratto a piedi che conduce a un'ampia area spianata, divisa tra parcheggi - grandi e abbastanza comodi -, campeggio e il parco. Quest'ultimo, sia per area calpestabile che per numero delle attrazioni, supera ampiamente strutture di analoga offerta, come l'Acquasplash Franciacorta, in provincia di Brescia; mentre resta indietro rispetto al gigantesco Caneva World, che però è assai più distante e richiede il treno o l'autostrada.

LE ATTRAZIONI
La struttura del palco è "ombelicale". Il centro del divertimento è infatti nella zona centrale, un groviglio di scalinate e terrazze dal cui corpo centrale si sviluppano, come tentacoli, 9 differenti scivoli: dai due più bassi e corti, interamente chiusi, ai due giganteschi Kamikaze, alti 15 metri e a sezione rettangolare aperta. Nel mezzo tre scivoli intermedi classici, tutti curve (in particolare il Toboga), e una ripidissima vasca di metallo da scendere sopra un apposito cuscinetto.
Al di sotto di questa struttura (la vedete nella foto) si apre un sistema di piscine e canaletti bassi che fa la felicità dei più piccoli, anche se l'acqua è molto fredda.

Allargandosi verso l'esterno troviamo altre quattro giostre acquatiche.
Il Crazy River è un dedalo di canali su più livelli, da percorrere a bordo della classica ruota gonfiabile. Qui l'attesa è particolarmente lunga. O affittate un gommone tutto per voi (al costo di qualche euro, dipende da quanto tempo lo tenete), oppure aspettate uno di quelli liberi. In entrambi i casi non è una coda rapida.
Code notevoli ma senz'altro più gestibili per le altre proposte: lo scivolo largo a 4 corsie, e i più nuovi Space Bowl e Rafting Pipe. Il primo è un'enorme imbuto in cui venite scagliati a tutta velocità dopo una breve discesa: si rotea in una gigantesca tazza e poi si cade in verticale in piscina, di solito di testa.
Il secondo è un'altra attrazione cui si accede con il gommone, singolo o di coppia, e imita la struttura ad halfpipe nota agli skaters.
Sia per lo Space Bowl che per il Rafting Pipe la sensazione è piacevole ma brevissima, e non sempre vale le code sotto il sole a picco a piedi scalzi sul cemento bollente, che per queste due attrazioni sono inevitabili. Una copertura per chi è in attesa non sarebbe male.

Non mancano nemmeno le lagune destinate ai più piccoli e delle piccole aree riempite di sabbia, che in alta stagione e nei weekend sono le prime ad essere prese d'assalto. Ci sono infine altre due piscine, in una delle quali, la più grande, vengono svolte più volte nel corso della giornata, delle lezioni di acquagym.

SDRAIO, LETTINI e ZONE RISTORO
Qui iniziano le note dolenti: la dotazione di lettini e sdraio è buona ma decisamente non sufficiente per i periodi di maggior afflusso. La maggior parte delle zone verdi, più esterne e più grandi, ne sono prive. Se ci andate nel weekend e non arrivate proprio all'apertura, rassegnatevi a mettere l'asciugamano per terra.
Scarsi anche i cestini dell'immondizia: ce ne vorrebbero di più e andrebbero cambiati più in fretta, perché capita spesso di trovarli strapieni.
Infine le zone ristoro: sono due - un bar/fast food e una pizzeria/paninoteca - e sono prese d'assalto dalla mattina alla sera. Le code alle casse (due per ogni area) sono lunghe e il servizio è lento nonostante l'impegno dei ragazzi dietro il bancone: un paio di camerieri in più non farebbero male.
Oltre alle due zone citate va segnalato anche il piccolo chiosco Baby Lagoon.

IN CONCLUSIONE
Punti forti
: molte attrazioni, anche di nuova concezione, e molte aree balneabili. Se siete in cerca di fresco e di divertimento non vi potrete lamentare. Inoltre la posizione è ottima, ventosa anche nei periodi più caldi.
Punti deboli
: complessivamente la sensazione è che ci sia poco personale, con tutte le conseguenze del caso; ci sono pochi lettini; farebbe comodo qualche zona d'ombra in più vicino alle attrazioni Space Bowl e Rafting Pipe.

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Midnight in Paris Di Woody Allen Commedia U.S.A., 2011 Midnight In Paris è una storia romantica ambientata a Parigi, nella quale s'intrecciano le vicende di una famiglia, in Francia per affari, e di due giovani fidanzati prossimi alle nozze; tutti alle prese con esperienze che cambieranno per sempre... Guarda la scheda del film