Concerti Milano Lunedì 19 luglio 2010

Lady Gaga al Mediolanum Forum: anticipazioni sul live più atteso

Milano - Sangue in palcoscenico, cadaveri plastificati e costumi ben oltre i limiti del trash. Tra indiscrezioni più o meno improbabili, anticipazioni ad effetto e la certezza dei frenetici cambi di look, è impossibile sapere in che modo Lady Gaga stupirà il pubblico milanese.

Quel che è certo è che il suo The Moster ball tour, al Mediolanum Forum il 4 e 5 dicembre prossimi, farà molto discutere. E non certo perché, come dichiara la stessa cantante, il concerto sarà la primissima opera pop-elettronica: pubblico e benpensanti non vedono l'ora di scandalizzarsi per i corpi mummificati annunciati come parte della scenografia, realizzati dallo scienziato tedesco Gunther von Hagens tramite la tecnica plastination.
Ci saranno davvero? Difficile crederlo, ma a ben guardare, cosa ci sarà in scena conta veramente poco: a Lady Gaga basta far parlare di sé e le due date sono già sold out.

L'espediente cadaverico e la mistica soprannaturale sono da almeno quarant'anni strumenti finanziari sicuri dello show-biz: dai banchetti a base di pipistrelli di Ozzy Osbourne allo scaltro satanismo di Marilyn Manson, generazioni di metallari hanno costruito una carriera sulla curiosità morbosa del pubblico.
Ben educata dalla Universal, Lady Gaga, al secolo Stefani Joanne Angelina Germanotta, ha imparato in fretta il meccanismo: le mise stravaganti, le interviste choc e l'attenzione morbosa rivolta a tematiche cruente (su tutti la blasfemia dell'ultimo videoclip, Alejandro), hanno pagato più che bene, facendo superare al secondo album Fame monster (2009) quota dieci milioni di copie vendute.
Niente male per una ventiquattrenne di origini italiane dall'educazione cattolica che finanziava la sua brama di successo esibendosi tra drag queen e spogliarelliste negli strip club di New York.

Ricorda qualcuno? Lady Gaga pare ripercorrere passo dopo passo l'autostrada per il successo inventata da Madonna, quella sorta di fame-cook book da cui hanno attinto ciclicamente frotte di starlette, senza però mai insidiare seriamente il trono della capofila.
Se gli ingredienti della formula Madonna sono arcinoti - ritornelli killer, anticonformismo replicabile in serie, look di dubbio gusto e sparate sensazionalistiche a ogni nuovo tour -, l'esperienza di Britney Spears e Christina Aguilera insegna che non basta far parlare di sé per diventare la nuova miss Ciccone.

Gli anni Ottanta son finiti da un pezzo: oggi i fenomeni musicali non possono durare uguali a se stessi per più di una o due stagioni. E se a cinquant'anni suonati Madonna non sembra intenzionata a cedere lo scettro, Lady Gaga è attrezzata per poter cambiare rotta. Stefani Germanotta è stata tra le venti persone al mondo ad ottenere l'ammissione anticipata alla Tisch School of the Arts di New York: ha talento, intelligenza e studi musicali seri che fanno apparire il percorso dance una scorciatoia per il successo.

Quando i gusti ondivaghi di un mercato sempre a caccia dell'ultima novità gli volteranno le spalle, si reinventerà una carriera meno trash e vocalmente più esigente, magari riprendendo le attitudini grunge degli esordi (la cover di Poker face in chiave rock dei Faith no more dimostra le potenzialità indie della sua scrittura).
In attesa della svolta, accontentiamoci di parlarne per le provocazioni nei videoclip, la blasfemia a buon mercato e il sangue in scena. Comunque, uno spettacolo da vedere.

Potrebbe interessarti anche: , JazzMi 2018, date e ospiti: il programma dei concerti da non perdere , U2 e J-Ax, David Garrett e Billy Corgan, Baglioni e Hotei: il calendario dei concerti di ottobre 2018 a Milano , Milano Music Week 2018, la settimana della musica da Elisa a Ramazzotti , Vasco Rossi nel 2019 in concerto a San Siro: 4 date a Milano (come minimo) , Stabilimento Estivo Base 2018: a Milano un'estate di eventi non stop, il programma

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

L'apparizione Di Xavier Giannoli Drammatico Francia, 2018 Vincent Lindon è Jacques, un famoso reporter di guerra che viene inaspettatamente reclutato dal Vaticano per indagare su un’apparizione avvenuta in un villaggio della Francia. Anna, orfana e novizia, afferma di aver visto la Vergine Maria. Lo straordinario... Guarda la scheda del film