Mostre Milano Lunedì 17 maggio 2010

Paul McCarthy: Pig Island, l'Isola dei porci

© Foto di Wilfried Petzi Courtesy l’artista e Hauser & Wirth

Milano - Paul McCarthy è considerato uno dei maestri dell'arte contemporanea internazionale. E Milano è pronta alla sua prima personale italiana a Palazzo Citterio in piena zona Brera. Un evento unico per due ragioni: il peso specifico dell'artista e del suo lavoro e la sede che ospita l'allestimento.
Paul McCarthy è un misto fra un biker e Babbo Natale. Parola di Grady Turner, critico d'arte che l'ha incontrato in occasione della retrospettiva newyorkese di McCarthy. Incuriosita, non ho resistito, in un attimo ero su Google, qualche secondo e sullo schermo del pc è comparso il presunto sosia del vecchino di rosso vestito. Un certa somiglianza è innegabile, capelli bianchi e lunghi, fisico importante, un specie di Mago Merlino appassionato di Harley Davidson. Ora che l'avete visualizzato, sappiate che questo signore fa parlare di sé per lo spirito corrosivo e irridente dei suoi lavori-sculture, video ed installazioni.

Un breve campionario delle creazioni di McCarthy: un enorme maiale sdraiato pacificamente sdraiato su un prato sormontato da un altrettanto gigantesco dispenser di ketchup pronto ad irrigare gli astanti. Oppure una scultura altra 30 metri a forma di cacca bovina, per non dire del dolce nanetto di cioccolata - replicato in centinaia di statuine cadeaux - nell'atto di offrire a chi lo guardi un inequivocabile sex toy. Semplice divertissment? Proprio no. L'artista americano, da anni residente a Los Angeles, porta avanti una feroce critica del sistema di valori made in USA fatto di sogni trasformati in bisogni tutti acquistabili, senza alcuna eccezione.
Non a caso sesso e cibo sono le tematiche prevalenti in infinite variabili più o meno disturbanti, pare che McCarthy concordi in pieno con Freud: è lì - nell'antro buio dell'inconscio - che bisogna scavare. Dal dentro al fuori in passo è breve e passa attraverso la fisicità: il corpo fatto letteralmente a pezzi in molti lavori, nei quali mai manca un coté grottesco, quasi da gran guignol, con liquidi e fluidi a profusione da cui sgorgano maionese e salsa di pomodoro (per cui pare avere una vera ossessione).

A Milano, McCarthy porta in anteprima mondiale Pig Island – L'Isola dei porci, su cui lavora da sette anni. L'isola dei porci è una scultura gigantesca, le cui dimensioni si avvicinano ai 100 mq, una sorta di bignami dei topics che l'artista ha affrontato in quasi quaranta anni di carriera. Tornano i maiali - mai davvero abbandonati - a cui l'essere umano è associato.
L'immaginario a cui McCarthy si ispira è anche il nostro: film per famiglie della Disney, star da red carpet, sitcom, telefilm e soap come piovesse, un universo visivo globale rivisitato e s-corretto. Ecco quindi che i Pirati dei Caraibi del capitan Jack Sparrow subiscono una mutazione genetica, trasformandosi in creature senza speranza, alla deriva.

Insieme all'isola, arriva da noi anche una selezione di opere realizzate fra il 1978 e il 2010, tutte ospitate all'interno del settecentesco Palazzo Citterio: chiuso al pubblico dagli anni '80, l'edificio si apre alla città in occasione della mostra-evento per volontà della Fondazione Nicola Trussardi e della Soprintendenza ai beni architettonici di Milano. Chissà che non rifiorisca così l'idea della Grande Brera: due sedi distinte, la Pinacoteca (con tutte le istituzioni a lei annesse) e il Palazzo separate da 50 mt di strada per un unico polo museale.
La mostra, curata da Massimiliano Gioni - ex enfant prodige divenuto conferma della curatela nostrana - è allestita dal 20 maggio al 4 luglio 2010.

Potrebbe interessarti anche: , Leonardo mai visto al Castello Sforzesco, dalle mostre alla Sala delle Asse: orari e biglietti , Lichtenstein al Mudec: orari, biglietti e foto della mostra Multiple Visions , Leonardo secondo Studio Azzurro a Palazzo Reale. Orari, biglietti e foto della mostra , Milano Photofestival 2019: 177 mostre per 2 mesi di scatti d'autore , La natura in mostra a Palazzo Reale: ricostruito il ciclo di Orfeo (orari e biglietti)

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.