Concerti Milano Società del Quartetto di Milano Sabato 7 ottobre 2006

Grande musica alla Società del Quartetto

Milano - Quanti di voi hanno sentito parlare della di Milano? Probabilmente nessuno, forse pochi, perché per anni si è trattato di un’associazione riservata a pochi eletti che si passavano le proprie “tessere” di generazione in generazione. E poi anche perché, nella miglior tradizione milanese, più che parlare il “Quartetto” ha fatto musica. Si tratta infatti della società di concerti più antica e blasonata del nostro Paese. Una delle pochissime realtà culturali in cui l’amicizia, il rispetto, le relazioni umane, e il pubblico, contano più di ogni altra cosa. Anzi sono forse l’unica cosa che conta. Gli artisti vengono accolti non con onore, ma con calore, e i Soci del “Quartetto” non sono spettatori, ma partecipanti.

Quest’anno, nell’ambito delle nostre gite musicali fuori porta, abbiamo deciso di interessarci anche di loro: e dobbiamo ammettere che ancora una volta hanno sfornato una stagione di concerti semplicemente magnifica. Che prende il via il 10 ottobre prossimo con Alfred Brendel, poeta e signore incontrastato del pianoforte dei giorni nostri, in un programma tutto Haydn, Mozart e Schubert. E prosegue, con cadenza più o meno settimanale, fino al 15 maggio 2007, attraversando mondi sonori diversi e affascinanti, affiancando vere e proprie star (come Brendel, appunto) a giovani promesse e talenti: è il caso ad esempio della violoncellista Sol Gavetta, (24 ottobre). A cosa accordare la nostra preferenza, pensando di rivolgerci ai giovani che invitiamo sempre a (s)muoversi e a guardarsi intorno? Beh, cominciate a non perdervi il pianista ungherese Andràs Schiff, che è protagonista di ben due appuntamenti, il 27 febbraio e l’8 maggio (rispettivamente con, in programma, il suo conterraneo Bartók e l’integrale delle Suites Inglesi di Bach, due veri gioielli). E poi, per chi ci crede e anche per chi non ci crede, cercate di fare un salto alla Basilica di San Marco, il 3 aprile, perché c’è un mostro sacro dell’interpretazione bachiana, Helmut Rilling, che esegue la Passione secondo Matteo, un evento unico.

Ancora, in una Società del Quartetto, ovviamente largo ai grandi quartetti d’archi: su tutti il Quartetto di Tokyo (20/3), e poi il Faurè (16/1), il Guarneri (23/1) e diversi altri. Particolarissima sarà poi la serata dell’Ensemble Roby Lakatos, in un tripudio di musica tzigana, contaminazioni, improvvisazioni: 20 febbraio. Ci sono anche un paio di interessanti complessi come “La Risonanza” (14/11) e “I Barocchisti” (19/12). L’elenco potrebbe continuare, ma gli elenchi spesso non hanno un gran senso. I prezzi rivolti ai giovani sono appetitosi: gli studenti pagano 7 € ad ogni concerto, gli under 26, 5 €. Insomma, se si organizza una macchinata di 4 persone, la si lascia al parcheggio di Famagosta, e con qualche fermata di Metropolitana si arriva in Conservatorio, lascio a voi calcolare la spesa pro capite.

Potrebbe interessarti anche: , Capodanno 2019 a Milano: dove andare a ballare? Feste e concerti tra locali e discoteche , Piano City Milano 2019, date e iscrizioni: tutte le info , Capodanno 2019 in musica con laVerdi all'Auditorium di Milano con la Nona di Beethoven , Concerti a Milano. Gainsbourg, Irama, Einaudi, Cremonini e Gabbani: i live di dicembre 2018 da non perdere , Vasco Rossi a San Siro nel 2019: date dei concerti e prezzi dei biglietti

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

Oggi al cinema a Milano

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film