Emergenza Coronavirus, come affrontarla: l'Università di Messina attiva un servizio gratuito di consulenza psicologica online

Emergenza Coronavirus, come affrontarla: l'Università di Messina attiva un servizio gratuito di consulenza psicologica online

Attualità Messina Mercoledì 11 marzo 2020

Messina - L'emergenza Coronavirus sta mettendo a dura prova le persone: cambio di abitudini, un virus sconosciuto e invisibile da affrontare e arginare, e la paura rischia di trasformarsi in panico. E al Cerip, Centro di Ricerca psicologico dell'Università di Messina si moltiplicano le richieste di supporto psicologico.

Per questo il Centro ha pensato di attivare un servizio gratuito di consulenza psicologica online destinato agli studenti, ai loro familiari e a tutta la cittadinanza, per aiutarli ad afforntare questo momento.

Il servizio vuole fornire suggerimenti psicologici pratici, atti ad affrontare e superare preoccupazioni, paure e incertezze, connesse all’emergenza coronavirus. A fornire il servizio saranno gli psicologi del Centro attraverso la piattaforma Skype - per connettersi basta digitare il contatto Cerip Unime - o via telefonica a chi non ha la possibilità di utilizzare modalità telematiche,il numero sarà pubblicato a breve sul sito del Cerip.

Il servizio è attivo tutti i giorni della settimana, compresi il sabato e la domenica dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Dietro a questo servizio valide motivazioni oggettive: «Stiamo ricevendo numerose richieste di supporto  da parte di tutta la cittadinanza, le maggiori paure sono legate all’incertezza del momento che stiamo vivendo e soprattutto al fatto che per molti nulla sarà più come prima di questa emergenza», spiega Marina Quattropani, psicologo clinico. «La paura è un’emozione potente e utile, è stata selezionata dall’evoluzione della specie umana per permettere di prevenire i pericoli ed è quindi funzionale a evitarli, ma funziona bene se è proporzionata a questi ultimi. Oggi molti di questi non dipendono dalle nostre esperienze. Ne veniamo a conoscenza perché sono descritti dai media e sono ingigantiti dai messaggi che circolano sulla rete. Succede così che la paura diventi eccessiva rispetto ai rischi oggettivi , è in questi casi che la paura si trasforma in panico e finisce per danneggiarci».

Quindi cosa fare per non farsi sopraffare? «Il nostro consiglio è quello tenere in considerazione solo le notizie fornite da fonti ufficiali, di condurre , seppure dentro casa, una vita all’insegna della normalità, quindi di nutrirsi in maniera regolare e senza eccessi di alcol o altre sostanze e anche quello di continuare a fare attività fisica nel caso si fosse abituati a farlo». In quest'ultimo caso, ovviamente, attenendosi alle misure di sicurezza varate dal governo contro la diffusione del Coronavirus, cioè evitando gli assembramenti e stando a distanza almeno di un metro l'uno dall'altro. 

Ulteriori consigli su come affrontare questa emergenza si possono trovare sul sito del Cerip alla pagina, Come affrontare il coronavirus.

Scopri cosa fare oggi a Messina consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Messina.