Concerti Magazine Venerdì 4 giugno 2004

L'estate calda parte con Elton John

Signore e signori, quando il gioco si fa duro…
È cominciata l’estate più rock ‘n roll che i genovesi abbiano mai vissuto. Beh, i miei genitori hanno visto i Beatles e i Rolling Stones, mica bruscolini. Poi c’è stata una specie di lunga notte della musica, spezzata solo qualche anno fa dal .
Ora arriva Elton John, che molti accostano ai due gruppi citati come le più grandi star britanniche di questo secolo (qualcuno vorrebbe addirittura togliere a Michael Jackson lo scettro di re del pop per darlo a Elton. Ma se a Michael gli togliamo pure questo è finita sul serio…).
L’8 giugno, l’uomo che nella sua vita ha acquistato più occhiali, cappelli e parrucche di chiunque altro al mondo, sarà alla Piazza del Mare per dare il via a . No, non è che fa Elton, è proprio lui. Anche se, la dico tutta, per vedere un duetto tra i due potrei fare una pazzia.
E se c’è pure vuol dire che ci siamo.

Non credo che ci sia bisogno di presentare uno come Elton John, se non snocciolando aneddoti di una vita lunga e travagliata, quintali di hits e album che sono rimaste incollate alle prime posizioni delle classifiche di tutto il mondo, canzoni che hanno segnato epoche (penso a Candle in the wind - il suo più grande successo di sempre - brano inizialmente pensato per Marilyn Monroe ma tirato prontamente fuori per Lady D).
Reginald Kenneth Dwight è stato un ragazzino precoce. I suoi si sono separati praticamente subito, lui è cresciuto con la madre, la quale deve aver pensato: "facciamolo suonare che almeno si distrae". Risultato, a 4 anni inizia, a 11 è già un piccolo fenomeno. Studia parecchi anni alla Royal Accademy of Music.
La sua prima band si chiamava Bluesology, provò anche ad entrare nei King Crimson e nei Gentle Giant, ma in quel periodo conobbe l’autore Bernie Taupin, con il quale era destinato a fare un lungo percorso. La coppia John-Taupin fu subito arruolata da una casa di produzione, la DJM, per la quale dovevano scrivere una tonnellata di canzoni per dieci dollari alla settimana. Pare che Taupin ci mettesse un’ora a scrivere il testo, ed Elton un po’ meno a fare la musica. Io non ne ho sentita neanche una, ma sarei curioso…

Nel 1969 esce il suo primo album solista, che si chiama Elton John. Da lì in poi non ce n’è più per nessuno.

Con una carriera di oltre quarant’anni sul groppone, Elton arriva alla Fiera di Genova. Gli organizzatori dicono che l’abbiano soffiato a Palermo all’ultimo secondo. Uff…!

Il biglietto costa dai 35 ai 100 Eu + prevendita.
Acquistalo su www.happyticket.it

Nella foto: Elton John con un "sobrio" paio di occhiali

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Crazy & Rich Di Jon M. Chu Commedia, Romantico U.S.A., 2018 La newyorkese Rachel Chu accompagna il suo fidanzato di lunga data Nick Young al matrimonio del suo migliore amico a Singapore. Emozionata perché visiterà l’Asia per la prima volta, ma nervosa perché conoscerà la famiglia... Guarda la scheda del film