Ed è di nuovo lunedì... - Magazine

Attualità Magazine Lunedì 24 maggio 2004

Ed è di nuovo lunedì...

Magazine - Buon giorno a tutti!
È lunedì mattina ed un'altra lunga settimana di studio/lavoro attende tutti noi. Che dire di fronte a questa funesta prospettiva? Speriamo che non faccia troppo caldo e che gli autobus in circolazione non siano troppo pochi e, di conseguenza, troppo pieni! Con queste semplici - ma importanti - speranze nel cuore la vs. Alex si prepara ad affrontare la nuova settimana: del resto il lunedì mattina è il momento in cui mi pento amaramente di aver cambiato vita e rimpiango tantissimo il mio passato (prossimo) da "nullafacente", quando non c'era nessuna differenza tra i giorni feriali e quelli festivi se non l'orario di apertura/chiusura dei negozi. E poi ieri ho passato proprio una bella giornata e questo, come potete capire, non facilita di certo la ripresa del lunedì mattina.

Maggio, mese dei matrimoni e delle comunioni, dei vestiti da cerimonia e dei cappelli a falda larga, dei pranzi che finiscono in tardo pomeriggio e delle torte a dodici piani, il tutto immortalato dai flash delle macchine fotografiche e dalle telecamere che si aggirano numerose e silenziose. Ma anche il mese delle prime scampagnate, delle gite a piedi, dei pic nic sui prati, delle "fave + salame", delle grigliate fumose.
E ieri la sottoscritta ha avuto la fortuna di essere tra coloro che hanno partecipato ad una bellissima grigliata, in barba a tutti quelli che invece, costretti nei loro vestiti nuovi e nelle loro scarpe scomode, hanno passato la giornata avvolti nel tulle delle bomboniere, incastrati tra una conversazione di circostanza e l'altra.

Mi vengono in mente alcune immagini della giornata appena trascorsa: la tavolata disposta a ferro di cavallo addobbata con coloratissimi e comodissimi piatti e bicchieri di carta, la carne che cuoce sulla griglia avvolta da un fumo intenso, le bottiglie di vino che si svuotano, i bicchieri che si riempiono per poi svuotarsi e riempirsi nuovamente e poi, tutto intorno, il verde della campagna. Ma mi tornano alla mente anche i suoni: le urla dei bambini che corrono tra i tavoli, il vociare e le risa degli amici che, divisi a gruppetti, conversano a tavola, le grida di esultanza per i goal fatti durante la partita di pallone organizzata nel campetto del paese per smaltire i bagordi del pranzo.

Ed ho ancora nel naso gli odori e i sapori della giornata, i profumi della campagna, l'odore intenso delle piantine di menta ma, soprattutto, il profumo ed il sapore della montagna di bistecche, salsicce, fiorentine e tomini. Si è tentato invano di "smorzare" i toni forti del pranzo mettendo in tavola alcune bottiglie di acqua, che sono state usate unicamente per annaffiare le piante e per fare i gavettoni, e numerosi piatti di triste ed insipida insalata che, come tutti sanno, "pulisce". E chi non crede che le cose più semplici della vita siano anche le più belle, avrebbe dovuto assaggiare le costine di ieri!

Buona settimana!

Alex

Potrebbe interessarti anche: , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte