Weekend Magazine Giovedì 20 maggio 2004

Il Passo del Faiallo

Magazine - La primavera inoltrata è il momento ideale per questo giro, prima che arrivi la tipica foschia estiva. La meta è il passo di collina che da Campo Ligure porta verso l’interno del massiccio del Beigua, nel cuore del . Ma la grande attrazione non è certo una strada, ma gli ampi panorami e i vasti prati che circondano l’altopiano attraversato dalla provinciale. Gli alberi sono scarsi nei pressi del passaggio, la vegetazione è prostrata dal vento e, d’inverno, dalla neve. Nella bella stagione lo scenario dominante è un’ampia distesa verde interrotta solo dai grandi affioramenti rocciosi. Passeggiando sui sentieri nei dintorni del passo si vede benissimo il mare e, se il cielo è abbastanza terso, anche la Corsica!

Ma che si fa di bello una volta sul posto? C’è uno spazio dedicato a barbecue e picnic all’aperto. È davvero ampio e ben fornito e si può anche attrezzare un piccolo braciere o, se preferite, pranzare nel ristorante Faiallo (019/733101).
Nelle belle giornate un sole intenso abbraccia i grandi prati dalla mattina alla sera. Ma il posto è anche ben ventilato, con brezza tesa provenente dal mare, che attira qui appassionati di parapendio e veleggiatori di aquiloni. Le foto panoramiche poi sono un classico. Anzi, se ne avete la possibilità, non è affatto una brutta idea montare la fotocamera su aquilone e realizzare delle immagini panoramiche originali e suggestive. Vi passo sintetizzate in questa bella pagina: è un sistema ingegnoso e un po’ complesso da costruire, e ammetto di non avere ancora provato.

Se siete in vena di camminare fate un passo in direzione del Monte Dente. La vetta e i pendii circostanti ospitano , la Lega Italiana Protezione Uccelli. Adesso non aspettatevi di vedere il cielo brulicare di volatili; si tratta di un rifugio dove nidificano diverse specie, e pur non essendo dotata di strutture per la visita, è aperta al pubblico tutto l'anno. Per raggiungerla si lascia l'auto al parcheggio lungo la strada, si segue il sentiero sino ad un bivio: il sentiero sulla destra porta direttamente alla cima, è più ripido presenta un paio di tratti esposti. Quello che prosegue dritto, invece, compie un largo giro e sale dal versante ovest, in maniera più dolce. Il tempo necessario per salire è di circa 40 minuti per un dislivello modesto, circa 150 metri.

Per arrivare al passo da Genova la strada più breve consiste nell’uscire a Masone sulla Genova-Alessandria e seguire le indicazioni per il Parco Beigua/passo del Faiallo.

Foto sopra: Euforbia tra le rocce.
Foto sotto: scenario nei pressi del Passo

Oggi al cinema

Menocchio Di Alberto Fasulo Drammatico 2018 La straordinaria storia di Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio che alla fine del Cinquecento affrontò il tribunale della Santa Inquisizione difendendo le proprie teorie eretiche sulla natura di Dio e sulla Chiesa di Roma. Guarda la scheda del film