Magazine Mercoledì 12 maggio 2004

Due adolescenti in fuga

Venerdì 14 marzo verrà presentato il libro di Giovanni Arduino Mai come voi. Si tratta di una storia di adolescenti, di un’avventura fuori dal tempo e dallo spazio. Una dimensione onirica e fiabesca in cui Luca e Sandra sembrano dimenticarsi del resto del mondo. Sembra che anche il resto del mondo dimentichi loro che, soli, vivono in una casa isolata, in campagna, a contatto con la natura. Giornate che si susseguono sempre uguali, passatempi quasi rituali. Si amano. Si rassicurano. Birre, pasticche, tv, lunghe passeggiate e il desiderio di stordirsi, di lasciarsi andare.

Il romanzo di Arduino sembra voler esprimere un rifiuto della realtà, è una metafora del desiderio di essere capiti e dell’incapacità di chiedere aiuto. Poi il mistero. Uno sconosciuto che vive in una baracca, anche lui solo, anche lui enigmatico e incomprensibile. Eppure Luca e Sandra lo sentono vicino, perché è un diverso, un’incompreso, un’esiliato come loro, più di loro. Mentre l’universo parallelo di fratelli, genitori, polizia, ospedali, giornali, rumoreggia, i ragazzi "spengono l’interruttore", semplicemente. Il giallo, che a logica dovrebbero essere centrale, diventa marginale. Tutta la vicenda è vista attraverso gli occhi dei due protagonisti. Il loro punto di vista privilegia aspetti che il senso comune non prende in considerazione. Ciò che è importante per loro, non lo è per tutti gli altri e viceversa. Anche il bene e il male sono poco definiti, manca la condanna o l’assoluzione, un giudizio, un’indagine psicologica che giustifichi le azioni dello sconosciuto (anche quelle non chiare). Tutto sembra perdersi in un’alone d’indefinitezza, una mancanza di soluzione che lascia il lettore insoddisfatto e sconcertato. Volutamente. Come dire: non è questa la cosa importante.

Una storia da leggere tutta d’un fiato, con un ritmo incalzante, un linguaggio scattante e immediato, adolescenziale. Quasi un flusso di coscienza: pensieri, sensazioni e ricordi che si rincorrono, si mescolano, come se la mente non li potesse contenere e ordinare. Sandra e Luca diventano come una persona sola, le loro riflessioni si confondono, sono intercambiabili. I nomi propri storpiati, cambiati, omessi, sembrano simboleggiare la perdita d’identità, un desiderio di scomparire e di far sparire gli altri. Salvo riuscire forse, infine, a ritrovarsi.

Nelle foto dei due articoli: la copertina del libro "Mai come voi" e Giovanni Arduino
di Laura Calevo

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Il tuo ex non muore mai Di Susanna Fogel Commedia U.S.A., 2018 Due amiche del cuore si ritroveranno improvvisamente e involontariamente coinvolte in un roccambolesco complotto internazionale. La causa di tutto? Un ex... come al solito! L’ex fidanzato di Audrey, spia in incognito, ritorna dal passato in cerca... Guarda la scheda del film