Magazine Venerdì 30 aprile 2004

Paco Ignacio Taibo II a Genova

Magazine - Rimandato l'incontro, previsto per venerdì 7 maggio, con lo scrittore ispano-messicano. L'intervista è però solo rinviata a data da definirsi.

Perché il sindaco di Ventimiglia non dedica un monumento al Corsaro Nero? Perché per il Signore di Roccabruna, papà di Jolanda la figlia del corsaro Nero, non c’è posto sul lungomare della cittadina ligure?
Da anni queste domande assillano Paco Ignacio Taibo II, soprattutto dopo che il sindaco Valfré gli rispose di non sapere nemmeno chi fosse il Corsaro Nero. Ma la questione si ripropone: è incomprensibile, infatti, il motivo per cui Ventimiglia non abbia mai valorizzato la figura del nobile-pirata, frutto della fantasia di Emilio Salgari.

Salgariano doc, lo scrittore ispano-messicano tornerà a sollevarla a Genova. Paco sarà infatti ospite di . Dopo , e , ecco il vulcanico e appassionato creatore del detective Belascoaran, l’autore della più sentita biografia di Che Guevara, il creatore della Semana Negra, il festival che ogni anno a luglio riunisce a Gjion il meglio degli scrittori noir di tutto il mondo. L'intervista sarà curata da Sergio Buonadonna, coordinatore del progetto Provincia d’autore.

Dunque il grandissimo appassionato e cultore di Salgari, Paco Ignacio Taibo II, è nato in Spagna a Gijon nel 1949, ma dall’età di nove anni vive a Città del Messico. Della megalopoli dice: «È il centro di tutte le follie e di tutte le bellezze del mondo». A Gijon torna ogni anno, a luglio, per la Semana negra, una festa popolare che ha costruito attorno ad una fiera del libro giallo e poliziesco e che da tredici anni richiama in Spagna migliaia di appassionati del genere.
Come autore è uno dei più prolifici in assoluto del Novecento. Paco Ignacio Taibo II, infatti, ha firmato una cinquantina fra romanzi, biografie (superba quella che ha dedicato a Che Guevara, intitolata Senza perdere la tenerezza, Il Saggiatore, 1997) e pamphlet. Inventore del detective Héctor Belascoáran Shayne, Paco ha affidato a lui il compito di mettere a nudo le violente contraddizioni del Messico d’oggi, la corruzione morale e politica, lo sfruttamento degli ultimi e delle donne attraverso vicende, le più rocambolesche o truculente, e i molti enigmi che l’investigatore ha dovuto sciogliere. Ma non c’è solo il “noir” sociale nella sua produzione.

Fra i titoli degli ultimi otto anni – oltre alla splendida biografia del “Che” - vanno ricordati: La bicicletta di Leonardo (Corbaccio, 1994), in cui Leonardo da Vinci, un pistolero di Barcellona degli anni Venti e uno sfortunato romanziere messicano d’oggi ne combinano di tutti i colori. Te li dò io i Tropici (Tropea, 2000), un vulcanico scenario di fine millennio affrontato come un espertissimo ballerino di danzón. Arcangeli (Il Saggiatore, 2000): dodici storie non molto ortodosse di rivoluzionari del XX secolo. Eroi di rivoluzioni perse e vinte, piccoli uomini che scoprono la propria grandezza nel cuore di eventi eccezionali e che hanno dato il loro contributo alla storia senza essere tribuni né strateghi.
L’anno scorso è uscito in Italia Niente lieto fine. Nelle ultime settimane Marco troppa editore ha ripubblicato Il fantasma di Zapata, Fantasmi d’amore e Stessa città, stessa pioggia.

L’incontro con Paco è organizzato dalla Provincia di Genova, assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Circolo Culturale , Banca Carige e Marco Tropea Editore e si intitola Quando il Mito passò da Genova: ma di quale mito si tratta? Di quello di Salgari o di quello dell’ormai mitico Paco stesso? Per scoprirlo bisognerà venire a sentire Paco, che sarà introdotto dall’assessore provinciale alla cultura, Anna Maria Panarello. Interprete Soledad Bianchi.

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Io e te Di Bernardo Bertolucci Drammatico Italia, 2012 Lorenzo, un quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una vacanza chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un’intera... Guarda la scheda del film