Magazine Giovedì 22 aprile 2004

Tutte le carte del Presidente

Il caso “Italia” viene ormai considerato come si considerano gli amici d’infanzia, o i parenti. Saranno sempre presenti nella nostra vita, nel bene o nel male, e allora si finisce per dire: “si sa che è così, che ci vuoi fare?”. Di fronte alle - diciamo così - “anomalie” del nostro sistema, ci si può stupire, anche indignare, ma prima o poi ci si abitua.

C’è "una certa parte" di giornalisti, per usare una frase molto in voga negli ultimi tempi - i giornalisti d’inchiesta - che cercano in tutti i modi dal nostro "sonno della ragione". Perché? Perché tapparsi gli occhi davanti all'evidenza non è mai cosa buona.
Gianni Barbacetto è uno di questi. Nato a Milano, ha lavorato per il Mondo e l’Europeo, dal 1996 è inviato di , scrive su Micromega.
Venerdì 23 aprile - alle ore 18.00 - sarà alla Fnac di via xx settembre, per presentare il suo ultimo libro B. Tutte le carte del Presidente, edito da Tropea.

Che tipo di libro è? Intanto è un lavoro di ricerca immenso. Atti giudiziari, intercettazioni telefoniche, articoli di giornale, e chi più ne ha più ne metta. Tutte “carte” - appunto - che testimoniano fatti, solo fatti. È uno di quei libri - alla Travaglio (con cui ha scritto Mani Pulite, la vera storia) - che fanno accapponare la pelle non con arzigogolate teorie dietrologiche o catastrofiche, ma con i fatti. Fatti accertati. Qual è il soggetto? E chi se non il nostro Presidente del Consiglio? Un uomo che ne ha fatte talmente tante, e su cui se ne dicono talmente tante che...vabbé lasciamo stare.

Il libro di Barbacetto inizia con una lunga biografia di Silvio Berlusconi, Una storia italiana. A questa seguono i documenti, divisi in quattro sezioni per argomenti: Cresce il Biscione (i primi passi), Scendo in campo (avete presente il 1994?), Tangenti?(…), e finisce con Ombre siciliane.
Nel 2002 il giornalista di Diario aveva già pubblicato un libro sulle strane carriere di alcuni illustri nostri connazionali. Si intitolava Campioni d’Italia e illustrava, sempre con una preparazione e una documentazione ineccepibile, lo strano connubio - tutto italiano - tra successo ed illegalità.

Alla presentazione - oltre all’autore - saranno presenti Antonio di Rosa e Nando Dalla Chiesa.

Nella foto: Gianni Barbacetto
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

La dolce vita Di Federico Fellini Drammatico Italia/Francia, 1960 Roma anni '60. Massimo giornalista di un rotocalco scandalistico, si trova in mezzo ai vizi e scandali di quella che era definita "la dolce vita" dei divi del momento. Guarda la scheda del film