Programma Museo delle Culture del Mondo - Magazine

Programma Museo delle Culture del Mondo

Mostre e musei Magazine Mercoledì 14 aprile 2004

Magazine - Venerdì 16 aprile alle 10.00: il Sindaco Giuseppe Pericu inaugurerà ufficialmente il Museo delle Culture del Mondo, porgendo il suo saluto alla cittadinanza.

Nel pomeriggio, dalle 17.30, dopo il “varo” del Castello D’Albertis, una festa aperta a tutti vedrà numerose proposte per un pomeriggio ricco di iniziative dense di stimoli culturali.

I temi:
- Il mondo della cultura Hopi, con lo scultore Clark Tenhakwonga, il sacerdote dei Serpenti e musicista Alph Secakuku, l'educatrice Alfreda Secakuku.
- Percorsi fotografati dal Capitano: viaggio attraverso le 20.000 foto scattate dal Capitano in tutto il mondo.
- La vita del Capitano D’Albertis dalla Sala Nautica del Castello tra gli strumenti nautici e le rotte fra Mediterraneo, Oceano Atlantico e Pacifico.
- La Nuova Guinea di Luigi Maria D’Albertis, rivisitata dall’occhio di un artista contemporaneo.
- L’arte di costruire orologi solari attraverso le creazioni del Capitano, nella Sala delle Meridiane.
- La “camera delle meraviglie” del Capitano nella Sala Colombiana, tra fanoni di balena e pipe per oppio.

A cura di Echo Art, sarà presentato il Museo delle Musiche dei Popoli; musicisti dei diversi continenti proporranno performance ed una suggestiva sonorizzazione del parco del Castello.


Sabato 24 aprile alle 15.00: inaugurazione dei bambini
Un bambino, in rappresentanza di tutti i presenti, compirà il tradizionale “taglio del nastro” per il varo della Sala Nautica.

Seguiranno giochi, animazioni ed incontri:
- Ri-conosci il Castello: le vecchie foto della dimora del Capitano sono indizi in un percorso di gioco e di scoperta, per imparare a conoscere il Museo.
- Diario di bordo: un quaderno per segnare impressioni, schizzi e appunti suggeriti dall’incontro con il Castello diviene diario di bordo dell’avventura dei giovani esploratori del Museo.
- Giovanissimi pintori di meridiane: laboratorio condotto dall’Associazione Culturale Horologium. Ogni bambino con forbici, carta e colla si costruisce una piccola meridiana che potrà portare a casa a ricordo della giornata.
- A tu per tu con la cultura Hopi: lo scultore di bambole katsina Clark Tenhakwonga e sua figlia Simana, della comunità degli Hopi dell’Arizona, presentano la loro cultura attraverso laboratori e attività legate alla loro arte e spiritualità.
- Mappe dall’isola del tesoro alle carrette del mare: narrazione teatrale a cura del laboratorio Migrazioni rivolta ai bambini e aperta all’ascolto degli adulti:
ore 15.30 per i bambini tra i 5 e gli 8 anni
ore 16.45 per i bambini tra i 9 e i 12 anni
- In posa al castello: viaggio tra le foto che ritraggono il Capitano al Castello.
- Lascia la tua firma sul libro degli ospiti del castello: i bimbi lasciano un segno del loro passaggio dal Castello.


Martedì 11 maggio alle 12.00: inaugurazione del mural Grito de los excluidos, di Pavel Eguez. Parteciperà il Premio Nobel Rigoberta Menchù.

Potrebbe interessarti anche: , 10 musei da visitare online, dal Louvre al Vaticano: la cultura sfida il Coronavirus

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!