3 metodi per assumere CBD - Magazine

3 metodi per assumere CBD

Attualità Magazine Mercoledì 16 novembre 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Che il CBD presenti delle caratteristiche potenzialmente benefiche per il corpo e per la mente del consumatore, è ormai chiaro. Resta dunque da capire quali prodotti contengano cannabidiolo e come farne uso, così che il consumatore possa ottenere l’effetto desiderato, in base ai propri gusti e alle proprie modalità di assunzione preferite. Queste ultime infatti sono molto varie, così come differenti sono le tipologie di prodotto contenenti questa molecola, recentemente oggetto di rinnovata attenzione.

Assumere CBD per via sublinguale

Se si desidera assumere CBD in maniera facile e discreta, garantendosi tuttavia che il prodotto manifesti rapidamente i propri effetti, il metodo sublinguale è certamente il più indicato. Come si deduce, non bisogna fare altro che posizionare il prodotto sotto la lingua, al fine di farlo assorbire dalla mucosa orale: il processo dura appena un minuto circa, poi non bisogna fare altro che deglutire.

Tra i prodotti più facilmente reperibili e assumibili per via sublinguale, spiccano certamente le tinture e l’olio di CBD: si raccomanda di prestare sempre attenzione alla qualità del prodotto, così da andare incontro a effetti positivi per il proprio organismo nelle ore che seguono l’assunzione. L’olio a base di CBD, nello specifico, sfrutta come vettore il più classico olio di oliva, o l’olio di semi di cumino nero o l’olio di canapa; il sapore risultante è leggermente amaro, ma è facile da dosare grazie al pratico contagocce.

Sul mercato, si trovano olii a concentrazione di CBD variabile dal 2,5 al 40%: il prodotto posto sotto la lingua riesce a innescare i propri effetti dopo appena 15 minuti circa dall’assunzione, fino a coprire al massimo le 5 ore successive. Il sapore tendente all’amaro può inoltre essere bilanciato usando l’olio di CBD in accompagnamento a bevande e cibi particolarmente graditi al consumatore, capaci di mascherarne il gusto, se ritenuto poco gradevole.

L’olio CBD si rivela inoltre preferibile a prodotti a più alta concentrazione di cannabidiolo, quali possono essere i cristalli di CBD puri al 99%. La loro assunzione, che avviene sempre per via sublinguale, porta a effetti ancora più rapidi e duraturi rispetto all’olio, ma i benefici in sé non sono superiori ai migliori olii ormai reperibili sul mercato.

Ingerire CBD per un effetto prolungato

L’assunzione di CBD per via orale porta a effetti ancora più prolungati rispetto all’uso di cristalli o di olio, arrivando fino a 8 ore. Tuttavia, questi stessi effetti tardano a manifestarsi, presentandosi dopo circa un’ora dall’assunzione stessa: inoltre, ingerire cibi a base di CBD solitamente ha un costo maggiore rispetto a prodotti come l’olio, dimostrandosi dunque meno preferibile.

Fanno eccezione le capsule contenenti olio di CBD, che si dimostrano adatte a ingerire questo prodotto mascherandone allo stesso tempo quel sapore amaro che potrebbe infastidire alcuni consumatori. Purtroppo, nonostante sia più facile dosare le quantità di cibo e capsule assunte, alle volte l’assunzione per via orale di alimenti CBD potrebbe non rivelarsi adatta ai consumatori più attenti al fisico e alla dieta.

L’inalazione di CBD

Infine, una terza modalità di assunzione di CBD di qualità è costituita dall’inalazione. Anche in questo caso, i prodotti sono molto vari e possono essere costituiti, ad esempio, da liquidi per sigarette elettroniche, capaci di unire insieme il gusto per il CBD e la passione oggi sempre più diffusa per lo svapo. Esistono sul mercato grandi quantità di prodotti di qualità, molto vari per sapore e concentrazione di cannabidiolo: date le possibilità, non resta che sperimentare per trovare il gusto e gli effetti migliori, tenendo tuttavia presente che questi non durano mai molte ore.

Proseguendo, lo spray nasale CBD funziona in maniera simile all’olio, perché viene assunto direttamente dalle mucose presenti nel naso, piuttosto che nella bocca. Il CBD dunque viene immesso direttamente nel flusso sanguigno, garantendo una rapida manifestazione dei propri effetti e dando anche una mano a liberare le vie respiratorie, se necessario. Anche in questo caso, il CBD viene smaltito dall’organismo nel giro di alcune ore.

Riflessioni sull’assunzione di CBD

Data la natura dei prodotti presi in considerazione, la presenza di CBD viene smaltita con relativa facilità, nel giro di 5 ore al massimo in molti casi. Il CBD della canapa leggera, a differenza del THC, non crea dipendenza, garantendo dunque un’assunzione dei suoi derivati potenzialmente più spensierata. Ciò non toglie tuttavia che sia necessario ricercare sempre prodotti di qualità, che possono poi essere assunti in base al proprio gusto e all’effetto che si desidera innescare nel proprio organismo.

Le variabili da prendere in considerazione si legano non soltanto alla biodisponibilità del derivato, ma anche all’organismo del consumatore. Per biodisponibilità si intende la velocità di assorbimento del CBD da parte del corpo: come si può intuire, un prodotto a più elevata concentrazione di CBD avrà una biodisponibilità più alta, e dunque sarà necessario assumerne quantità inferiori per innescarne gli effetti. Metabolismo, genetica e peso corporeo sono invece delle variabili più legate al consumatore, che dunque dovrebbe essere sempre tenuto a consultare un medico prima di assumere prodotti simili.

Altri fattori da tenere in considerazione e fortemente legati al carattere del consumatore possono influenzare la modalità di assunzione scelta: i caratteri più discreti, infatti, possono più facilmente orientarsi verso prodotti di più semplice assunzione, quali l’olio di CBD; i nemici del fumo potrebbero invece tenersi lontani dai principali metodi di inalazione CBD; infine, i soggetti più attenti alla dieta e al fisico potrebbero scartare gli alimenti a base di CBD, poiché potenzialmente più calorici, anche se più facili da dosare.

Da qualsiasi punto di vista si guardi la questione, resta ferma la necessità di curare in primo luogo la qualità dei prodotti scelti: per questo, è sempre il caso di rivolgersi ad aziende di alto spessore etico, quale è Enecta, da sempre attenta alla cura e al miglioramento della qualità della vita di chi assume i suoi prodotti a base di CBD.