Lille à Gênes 2004 - Magazine

Lille à Gênes 2004

Attualità e tendenze Magazine Mercoledì 7 aprile 2004

Magazine - Giovedì 8 aprile alle 18.00, nel Salone del Centre Culturel Français, verrà inaugurata una mostra fotografica dedicata alla Città della Cultura 2004. Ma non sto parlando di Genova. Mi riferisco a , splendida città francese che, quest’anno, condivide con la Superba lo scettro di regina della Cultura Europea. «Ma molta gente ancora non lo sa», lamenta , giovane fotografo genovese autore delle cinquanta foto esposte in via Garibaldi 20. «Con questa mostra, organizzata e curata da In Arte Workshop Porto Antico, voglio far conoscere ai genovesi l’identità architettonica, sociale e organizzativa di Lille, insieme alle manifestazioni che la città condivide con Genova».

Matteo ha infatti partecipato, lo scorso 6 marzo, alla seconda sezione dei festeggiamenti per il 2004. La prima sezione ha avuto inizio nel dicembre del 2003.
«Le differenze con Genova sono moltissime: Lille è intervenuta sull’arte – soprattutto contemporanea – dando anche spazio all’avanguardia con numerose installazioni e gallerie d’arte. E poi molti sono i concerti organizzati fuori dal centro cittadino». Come quello di Wazemmes, che ha unito la musica dell’Orchestra Nazionale di Lille a quella giamaicana. Insomma, un vero e proprio maquillage sulla città. Un lavoro strutturale ben diverso da quello che ha coinvolto Genova: «che ancora resta troppo legata alle tradizioni».

Matteo ha trovato da solo gli sponsor che sosterranno la sua mostra fotografica: «Un po’ una provocazione, questa. Non è stato facile trovare uno spazio, anche perché nessuno sa cosa succede a Lille. Il Centre Culturel Français ha accolto volentieri l’iniziativa che ospiterà, tra l’altro, alcune delegazioni provenienti dalla Francia». Nel corso della visita alla mostra Lille à Gênes 2004, aperta fino al 15 maggio, sarà possibile assistere a una video proiezione della durata di 15 minuti: un documentario di presentazione di Lille e della sua vita sociale, con un occhio alle installazioni e agli eventi del 2004. Le riprese sono state fatte da Stefano Chiantera di In Arte; Matteo ha curato il montaggio.
Le foto, a colori, costituiscono un interessante reportage «con un pizzico di interpretazione personale», conclude il fotografo. E sono tutte in vendita.

Nelle foto: in alto Hospice comtesse rue de la monnaie
In basso: Place de la gare

Potrebbe interessarti anche: , Milo Manara disegna una volontaria con la mascherina per dire grazie alla Croce Rossa , Superluna Rosa il 7 aprile, la più grande del 2020. Quando e come vederla , Le mascherine: chirurgiche, FFP2, FFP3 con e senza valvola. Quali sono e quando usarle , Progetto ristrutturazione online, gratis per il periodo #iorestoacasa con Io Ristrutturo e Arredo , Imparare una lingua? Questione di cervello: gli effetti sulla mente e le strategie vincenti

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!