Concerti Magazine Domenica 8 febbraio 2004

JOSS STONE, 'THE SOUL SESSION'

Magazine - JOSS STONE, THE SOUL SESSION

Joss Stone all’ anagrafe Joscelyn Eve Stoker non ha ancora 17 anni e canta cercando di assomigliare il più possibile ad Aretha Franklin.
Una ragazzina bianca del Devon nei panni della più grande interprete del black soul degli anni Sessanta e Settanta sara’ mai possibile?
La track list non lascia dubbi sugli intenti di questo buon esordio: "All the king's horses", della Franklin, una ballata degli Isley Brothers ("For the love of you"), una di Carla Thomas ("I've fallen in love with you"), un country-soul di Harlan Howard ("The chokin' kind"), una ballata resa celebre da Laura Lee ("Dirty man", del 1972), e un paio di soul funk più o meno dello stesso periodo ("Super duper love" e "Some kind of wonderful").

Siamo nel più sincero e riuscito modernariato, insomma, con un'ottima eccezione: per il singolo è stata scelta una rivisitazione r&b di "Fell in love with a boy" (titolo originale "Fell in love with a girl") firmata da Jack White (Stripes), abbellita dalla partecipazione di Angie Stone e orchestrata dai Roots, duri hip hoppers di Philadelphia..
Ma su tutto scintilla la voce della giovanissima Joss, aggressiva e sofferta il giusto.
L’album è stato registrato a Miami, Fell In Love With A Boy è stata incisa a Philadelphia dove Joss è stata raggiunta da The Roots e Angie Stone.
L’album è di sicuro un prodotto di qualità indiscutibile, anche se alcuni passaggi denotano una certa accademia.
L’intero lavoro ha pero’ due grossi meriti: il primo è quello di aver riproposto un genere ormai decaduto, lontano anche dalle sonorità finte e patinate che sono solite regalarci i nostri paladini del nu-soul: qui siamo di fronte ad un soul senza fronzoli, senza compromessi dettati dalle esigenze di mercato, la cui forza è quella medesima anima che ne crea il nome stesso,il secondo è quello di averci consegnato un’interprete che di ordinario ha ben poco.

Una voce nera intrappolata in un corpo bianco, espressiva ed intensa, padrona di scale, modulazioni ed armonie che per natura non dovrebbero appartenerle.
“The soul sessions” ha dato vita ad un fenomeno, e i presupposti per cui tale fenomeno non rimanga passeggero ci sono tutti. Ma per poterlo dimostrare, ed esplodere definitivamente, Joss Stone ha bisogno di un album tutto suo.
Lo attendiamo impazienti.

Roberta, reparto musica jazz Fnac


Artista: Joss Stone
Titolo: The Soul Session
Etichetta: EMI
Prezzo Fnac: Euro 16.45

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Pupazzi senza gloria Di Brian Henson Azione, Commedia, Crimine U.S.A., 2018 Guarda la scheda del film