Concerti Magazine Domenica 8 febbraio 2004

ENRICO RUGGERI, 'PUNK PRIMA DI TE'

Magazine - ENRICO RUGGERI, ‘PUNK PRIMA DI TE’

Uno sguardo al passato, sotto forma di testimonianza dedicata al figlio adolescente Pico: ecco, in breve, spiegato il senso dell'ultima operazione discografica di Enrico Ruggeri, intitolata "Punk prima di te".
Ecco quindi uscire fuori dal grande sacco sempre strapieno della memoria, 14 canzoni equamente divise tra 7 testimonianze del Ruggeri fine anni '70 inizi '80, ovvero il periodo dei Josafat, Champagne Molotov e Decibel, e 7 cover di maestri, ispiratori, guide ideologiche e spirituali nonché passioni musicali giovanili.
Il risultato è eccellente e non accusa di sicuro i sintomi della leggerezza. Enrico fa molto sul serio e così la compattissima band che è con lui .

I nuovi arrangiamenti conservano lo spirito del tempo nella modernità dei suoni, mentre le cover sarebbero di sicuro accolte con ammirazione dai titolari.
Largo quindi ai documenti di un’epoca: “Il lavaggio del cervello”, “Indigestione disko”, “Mano armata” non possiedono liriche degne di Johnny Rotten, ma affrontano in maniera molto diretta temi tristemente attuali.
La musica perde quel tocco di ingenuità grazie ai suoni più moderni e graffianti, ma non bisogna dimenticare l’effetto nostalgia.

"Punk prima di te" e' un ritratto in due facciate dell'artista ai suoi inizi con la prima quella italiana, rivela tanto l'inquietudine della generazione del "no future che i condizionamenti della televisione allora agli albori della sua potenza mediatica.
Molto interessanti sono anche un brano come "Superstar", scritto tre anni prima la tragica fine di John Lennon, in cui Enrico già osservava preoccupato il rapporto malato di amore-odio-possesso che poteva svilupparsi tra un idolo e il suo fan; e "LSD Flash", dove l'amore veniva indicato come una sorta di pericolosa dipendenza, "una schiavitù difficile da gestire", come appariva ai suoi occhi di poco più che ventenne.

L’ altra facciata è invece la parte, come si diceva, degli amori, degli ispiratori e dei modelli da imitare. Tra questi ultimi, di sicuro, i nomi più in vista della prima ondata punk datata 1977: i Sex Pistols di "God Save the Queen", i Clash di "The Guns of Brixton", i Ramones di "I Wanna Be Sedated" e gli Stranglers di "No More Heroes", splendido brano tratto dal loro album capolavoro "Ratticus Norvegicus". E poi le perle: "The Jean Genie" di David Bowie (ispirata al poeta francese Jean Genet); "Sweet Jane" di Lou Reed, All the Young Dudes ancora di Bowie scritta originariamente per i Mott The Hoople.

Grazie Enrico per questo ‘tuffo’ nel passato sempre piu’ attuale…

Francesco, resp. Dischi Fnac


Artista: Enrico Ruggeri
Titolo: Punk prima di te
Etichetta: Sony Music
Prezzo Fnac: Euro 15.90

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film