Magazine Mercoledì 31 marzo 2004

Capossela al Modena

Il trasporto che Vinicio Capossela trasmette nelle sue canzoni è lo stesso che ritroviamo nelle pagine di , il libro d’esordio pubblicato da Feltrinelli che sarà presentato al giovedì 1 aprile alle ore 21. L'ingresso è libero.

Sarà una serata in cui si dovrà da pensare a lui non come un cantante, ma come ad un compagno di bevute, che ci narra la sua vita con le sue poesie, ci intriga con le sue ballate, ci "pizzica" con i suoi vorticosi ritmi frenetici, il tutto, tuffato in un romanzo scomponibile, fatto di frammenti, racconti-ricordi, a tratti concitati, evidenti, a tratti indecifrabili, ma con il comune denominatore di una "malinconia" trasversale, che rivive nei piccoli e numerosissimi dettagli, nelle voci, negli abiti.

Una scrittura ricca, sintatticamente elaborata insomma, che descrive sapientemente i cento volti di Vinicio dipinti sontuosamente sullo sfondo di un mondo fatto di ossessioni, acceso di visioni, popolato di eroi-perdenti, musicisti, fantasmi dell’anima.
Una serata imperdibile dedicata all’artista più travolgente, malinconico, sentimentale, bohèmien, nomade, squinternato circense, che attualmente si possa trovare in Italia.

Vinicio Capossela è nato ad Hannover il 14 dicembre 1965. Musicista italiano aperto a sperimentazioni e contaminazioni, fra i cantautori è quello che più di altri ha saputo reinventare meglio il linguaggio della canzone con testi per altro ricchi di prestiti e allusioni letterarie (Bukowski, Fante, Céline). Nel 1990 ha pubblicato il suo album d’esordio, All’una e trentacinque circa, premiato dal Club Tenco, cui hanno fatto seguito Modì (1991), Camera a Sud (1994), Il ballo di San Vito (1996), Liveinvolvo (1997), Canzoni a manovella (2000). Nel gennaio 2003 è uscito L'Indispensabile, prima raccolta di Vinicio Capossela che contiene 17 canzoni nella loro versione originale. Da segnalare i suoi reading di John Fante, la riduzione radiofonica del Racconto di Natale di Charles Dickens e il suo radioracconto, I cerini di San Nicola.

Nella foto: Vinicio Capossela
di Daniele Miggino

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Amarcord Di Federico Fellini Commedia Italia/Francia, 1974 Tante storie diverse si intrecciano in una Rimini degli anni 30 riproposte da Fellini sfogliando i ricordi di quando era ragazzo. Guarda la scheda del film