Il 2004 della Genova Film Commission - Magazine

Cinema Magazine Martedì 30 marzo 2004

Il 2004 della Genova Film Commission

Magazine - 16 film, fiction e cortometraggi; 6 spot pubblicitari; 10 videoclip; 21 documentari e programmi televisivi; 5 servizi fotografici.
Questo è ciò che la Genova cinematografica ha sfornato nel corso del 2003 grazie al sostegno della . Quello trascorso è stato un anno di grande difficoltà per le produzioni, con blocchi di fiction e un quadro non brillante, «ma Genova ha tenuto bene» afferma Andrea Rocco, responsabile della Film Commission, nel corso della conferenza stampa di martedì 30 marzo che ha visto, tra l'altro, la partecipazione di Anna Castellano, Assessore alla Comunicazione. Molti i progetti per questo 2004: «In trattativa c’è una grossa serie televisiva in 12 episodi per un’emittente privata. In preparazione anche un film diretto da Cristiano Bortone, Mirco, la cui location principale sarà l’Albergo dei Poveri».

Ma i tre progetti più interessanti coinvolgeranno Daniele Vicari – quello di – e Renzo Martinelli ( e Piazza delle cinque lune); quest’ultimo girerà a Genova una fiction dal probabile titolo Il mercante di pietra.
Sono molte, dunque, le produzioni italiane e straniere che hanno eletto la Capitale della Cultura Europea 2004 a set ideale. E la Film Commission vuole fare in modo che la città si apra al cinema: «Il nostro budget è, in alcuni casi, 20 volte inferiore rispetto a quello delle Film Commission di altre città italiane, ma le cose si stanno muovendo».
Molte, infatti, sono le case di produzione italiane che hanno deciso di puntare su Genova: la di Carasco collabora oggi con la Film Commission per quanto riguarda il settore della post-produzione audio e video: «Ci rivolgiamo al mercato internazionale», spiega Cristiano Solari, amministratore unico della società, «soprattutto a quello londinese». E la Marinastudios ha collaborato con marchi di grande prestigio, come la Lucas Film.

L’Opificio Ciclope, rappresentato da Alessandro Diaco, è una vera e propria "boutique creativa" che opera tra Bologna e Milano, ma che presto metterà radici a Genova.
Made è una casa di produzione cinematografica di Milano - tra le più accreditate in Italia - che ha aperto un ufficio a Genova: «Produciamo filmati pubblicitari, documentari, videoclip e lungometraggi», spiega Tommaso Pellicci: «L'obiettivo è quello di portare un alto numero di produzioni, anche straniere, in città. A costi inferiori».

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan