Borsa e investimenti: ecco i segmenti di mercato più interessanti del momento - Magazine

Borsa e investimenti: ecco i segmenti di mercato più interessanti del momento

Attualità Magazine Domenica 31 luglio 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - L'annuncio della BCE sull'imminente inizio di un ciclo restrittivo sui tassi dell'Eurozona ha di fatto certificato come l'inflazione debba essere combattuta con tutti i mezzi disponibili, pena l'incremento delle probabilità che inizi una nuova recessione economica. Del resto della gravità della situazione ci si era già resi conto, osservando l'aggressività con cui la FED aveva dato il via al riassorbimento della leva monetaria in largo anticipo rispetto ad altre Banche Centrali: l'aumento dei prezzi al consumo e l'aumento dei prezzi alla produzione, infatti, rappresentano un enorme problema in quanto erodono il potere di acquisto dei salari dei lavoratori e svalutano in termini reali i capitali non adeguatamente remunerati; anzi per i risparmiatori la situazione è addirittura più complicata poiché agli effetti negativi derivanti dall'inflazione si aggiungono quelli prodotti dalle azioni di contrasto alla stessa.

Combattere il fenomeno inflattivo, drenando liquidità dal sistema e aumentando il costo del denaro, influisce direttamente anche sui mercati finanziari: naturalmente il comparto più colpito è quello obbligazionario, in quanto l'interruzione del QE riduce la platea di acquirenti sul mercato e l'aumento dei tassi provoca un incremento dei rendimenti e il conseguente abbassamento dei prezzi dei bond. Gli equity market, però, pur non essendo direttamente coinvolti dal fenomeno descritto, risentono ugualmente delle politiche monetarie restrittive: basti pensare banalmente alle vendite causate da manovre di deleveraging per l'aumento dei tassi di finanziamento oppure alle vendite legate ai fenomeni flight to quality per i rendimenti crescenti del reddito fisso. E in un contesto generale in cui le altre asset class vanno incontro ad una pressione ribassista, è importante che l'individuazione dei segmenti di mercato migliori sia allineata alla costruzione di una strategia operativa robusta.

Come molti sapranno le azioni rappresentano la classe di investimento che meglio si contrappone ad alti livelli di inflazione nel lungo periodo: ovviamente, per strutturare un'allocazione che garantisca un minimo di stabilità in una fase di alta volatilità, è necessario mettere in atto alcuni accorgimenti: nei portafogli di investimento di nuova costruzione è opportuno entrare a piccole tranche per smorzare le oscillazioni di prezzo più intense, mentre in quelli già in essere può tornare utile l'implementazione di tecniche di copertura nella fasi di risk off e di rotazione settoriale all'interno del comparto azionario dai sottostanti a più alto tasso di crescita verso sottostanti difensivi.

Azioni: dai settori difensivi ai macro temi pluriennali

Di norma si considerano titoli anticiclici le azioni legate alle società che hanno come business la produzione e la cessione di beni e servizi di prima necessità, ma la stretta dell'inflazione ha raggiunto persino questo segmento di mercato: basti pensare al profit warning lanciato nella reporting season relativa al primo trimestre dell'anno da Walmart, un vero e proprio colosso della grande distribuzione.

Oltre alle Utility poi sono considerati difensivi i titoli legati al lusso, in quanto i grandi patrimoni e i redditi delle fasce abbienti della popolazione risentono poco dei cicli di contrazione economica. Un tema di grande interesse per il lungo periodo, invece, continua ad essere quello legato alle compagnie attive nel settore delle energie rinnovabili, poiché se c'è una cosa che ha dimostrato la prima parte dell'anno è quanto sia pericolosa l'iperdipendendenza dai combustibili fossili.

Investire in azioni: asset allocation e trading speculativo con i broker online

Fra le tante soluzioni, per strutturare una strategia di investimento di questo tipo, occorre annoverare i servizi offerti dai broker online. Difatti gli intermediari che operano sui circuiti over the counter mettono a disposizione dei propri utenti piattaforme di negoziazione molto sofisticate a fronte di profili commissionali decisamente contenuti.

Inoltre alcune società implementano sui mercati azionari sia la modalità DMA, adatta alle immobilizzazioni di lungo periodo, sia la compravendita di CFD su stock, particolarmente indicata per il trading di breve termine.