La gerarchia dello spazio - Magazine

Mostre Magazine Giovedì 25 marzo 2004

La gerarchia dello spazio

Magazine - Le installazioni che l’artista sudafricano Berco Wilsenach espone presso il Centro della Creatività di Palazzo Ducale (primo piano ammezzato) si ispirano proprio alle stanze nelle quali la mostra è stata allestita: «Così piccole, dai soffitti bassi, mi hanno portato a riflettere sugli individui e sullo spazio come espressione culturale», spiega Berco: «Sia negli ambienti fisici che nelle tradizioni, ho trovato un’Europa i cui spazi sono ristretti rispetto a quelli sudafricani».

La mostra La gerarchia dello spazio è stata inaugurata giovedì 25 marzo e resterà aperta fino all’8 aprile. L’autore, che vive e lavora a Pretoria, si trova in Italia grazie ad una borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri e sta frequentando l’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Le due installazioni da lui realizzate rappresentano le gerarchie che regolano la vita degli individui: due piramidi, di cui uno rovesciato, fatti con materiali diversi; il primo è composto da numerosi piombini da pesca; il secondo, invece, da piume bianche, tenute insieme da fili metallici e animate da alcuni ventilatori: «Le gerarchie sono ben delineate, ma spesso le cose cambiano e, in poco tempo, si distruggono gli equilibri». All’interno della piramide piumata, una lampada che crea giochi di luce sul soffitto della stanza in penombra.

La piramide capovolta, infine, è l’allegoria di un’Europa che guarda il Sudafrica dall’alto, «e non ne capisco il motivo», conclude Berco, che nella sua terra ha completato, nel 1996, gli studi in arte visuale. L’artista ha preso parte a numerose mostre collettive e ha dato vita ad esposizioni personali in varie città sudafricane.

La mostra è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

Nelle foto di Giacomo Revelli: Berco Wilsenach e le sue installazioni

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero