Colonne sonore: le 10 canzoni più iconiche nella storia del grande e piccolo schermo - Magazine

Colonne sonore: le 10 canzoni più iconiche nella storia del grande e piccolo schermo

Attualità Magazine Venerdì 3 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Le immagini del cinema e della TV sono da sempre accompagnate dalla musica. Persino quando venivano proiettati i primi film muti, questi venivano sonorizzati da artisti in carne e ossa presenti in sala. Nel cinema contemporaneo, le colonne sonore rappresentano un elemento di primaria importanza, a cui i registi prestano un’attenzione meticolosa: a volte, scelgono di affidarsi a composizioni originali, mentre altre di utilizzare brani già esistenti, riportandoli in auge o contribuendo al loro lancio sul mercato.

Alcune canzoni tratte dai film sono diventate dei veri e propri inni generazionali e vengono utilizzate da decenni come sottofondo musicale durante le feste, nei luna park, in discoteca, nei casinò e in altri luoghi di ritrovo. Sono così famose da suscitare in persone di qualunque età il desiderio di canticchiarle, ogni volta che le sentono passare in radio.

Scopriamo insieme le 10 canzoni tratte da colonne sonore più famose di tutti i tempi:

1) (I’ve had) The Time of my Life (Bill Medley/Jennifer Warnes) – Dirty Dancing, 1987

Chi non ha mai versato una lacrima ascoltando lo splendido duetto di Bill Medley e Jennifer Warnes? Questa canzone così romantica e strappalacrime, che accompagna una delle danze più celebri del grande schermo, ottenne un successo tale da aggiudicarsi un Oscar per la migliore canzone nel 1988, oltre a un Golden Globe e un Grammy Award nello stesso anno.

2) I don’t Want to Miss a Thing (Aerosmith) – Armageddon, 1998

Il successo dell’apocalittico colossal di Michael Bay è stato senza dubbio supportato da uno dei più grandi capolavori della band statunitense capitanata da Steven Tyler, il brano I don’t want to miss a thing. Una melodia struggente, dalla prima all’ultima nota, e una voce così profonda da togliere il fiato.

3) Over the Rainbow (Judy Garland) – Il mago di Oz, 1939

La candida e inconfondibile voce di Judy Garland continua, da quasi un secolo, a prendere per mano gli spettatori e accompagnarli nel magico mondo di Oz, popolato da allegorici e fantastici personaggi, come lo Spaventapasseri e il Taglialegna di Latta. Un brano speranzoso e delicato, la cui bellezza si estende oltre i confini del tempo.

4) My Heart will go on (Céline Dion) – Titanic, 1997

Nulla ha bisogno di presentazioni, quando si parla di Titanic: gli attori, la trama, la musica. Il potente brano interpretato dalla canadese Céline Dion, insigne del premio Oscar nel 1998 per la migliore canzone e di altri numerosi riconoscimenti, è una canzone che fa sognare e lascia i brividi a ogni ascolto.

5) Unchained Melody (The Righteous Brothers) – Ghost, 1990

Uno degli abbracci più famosi nella storia del cinema non può che essere accompagnato da uno dei brani più struggenti realizzati durante il secolo scorso. Unchained Melody richiama nelle menti di ogni abitante del pianeta l’immagine di un vaso di terracotta e dell’amore eterno.

6) Supercalifragilistichespiralidoso (Richard M. e Robert B. Sherman) – Mary Poppins, 1964

Supercalifragilistichespiralidoso è la versione italiana interpretata da Rita Pavone, Gigliola Cinquetti e Nancy Cuomo dell’originale Supercalifragilisticexpialidocious dei fratelli Sherman. Un neologismo difficilmente pronunciabile, che incarna in pieno la personalità di Mary Poppins e che ha saputo lasciare una traccia indelebile nel cuore dei bambini di ogni generazione.

7) Stayin’ alive (Bee Gees) – La febbre del sabato sera, 1977

Questo brano, sin dalla sua pubblicazione, è stato destinato a divenire uno dei simboli della disco music, oltre che il sottofondo perfetto per la celebre camminata di John Travolta nelle strade di New York nelle prime scene della Febbre del sabato sera. Una melodia indimenticabile, che ancora oggi non riesce a farci smettere di ballare.

8) Lust for Life (Iggy Pop) – Trainspotting, 1996

Trainspotting è uno dei film più controversi e iconici che siano stati prodotti negli anni ’90 e Danny Boyle, il suo regista, non poteva fare a meno che scegliere il più iconico tra i rocker di tutti i tempi per rappresentarlo: Iggy Pop. Lust for Life è un inno grintoso, così come lo è il monologo nella scena iniziale di cui rappresenta il perfetto complemento.

9) I will always love you (Whitney Houston) – Guardia del corpo, 1992

Il potente timbro di voce di Whitney Houston, scritta e già interpretata da Dolly Parton negli anni ’70, è stato consacrato e reso celebre proprio grazie a I will always love you. Le sue note inconfondibili e profondamente romantiche non hanno ancora smesso di fare sognare ed emozionare migliaia di ascoltatori.

10) Running up that Hill (Kate Bush) – Stranger Things 4, 2022

Proprio pochi giorni fa, Running up that Hill della cantautrice Britannica Kate Bush, originariamente pubblicata nel 1985, è di nuovo schizzata in testa alle classifiche grazie al lancio della quarta stagione dell’amatissima serie TV Stranger Things. Un brano frizzante e in pieno spirito anni ’80, perfetto da ascoltare in estate!