Le patologie ricorrenti negli animali domestici - Magazine

Le patologie ricorrenti negli animali domestici

Attualità Magazine Lunedì 4 aprile 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Magazine - Sapere quali sono i sintomi delle patologie più ricorrenti negli animali domestici può rivelarsi decisamente utile, perché i nostri amici a 4 zampe non riescono a comunicare verbalmente con noi e non è sempre facile riconoscere un loro malessere. Le malattie di cui possono soffrire cani e gatti sono parecchie e solo il veterinario o l'assistente veterinario sono in grado di darci delle risposte certe, dunque se ci accorgiamo che il nostro amico a 4 zampe non sta bene la prima cosa da fare è portarlo da uno specialista.

Vediamo però quali sono le patologie ricorrenti nei cani e nei gatti, in modo da riuscire a riconoscerle ed eventualmente intervenire con una certa tempestività.

Patologie ricorrenti nei cani

Per quanto riguarda i cani, tra le patologie ricorrenti troviamo quelle che interessano stomaco ed intestino: dalle intolleranze alimentari che sono piuttosto diffuse anche tra gli amici a 4 zampe alla gastrite, dall'enterite batterica alla ben più grave occlusione intestinale. Riconoscere queste problematiche non è certo semplice, ma un segnale che non andrebbe mai sottovalutato è la perdita di appetito, che può presentarsi insieme al gonfiore addominale e ad una accentuata spossatezza dell'animale.

Altrettanto diffusa e molto più semplice da riconoscere è un'altra patologia tipica dei cani, ossia l'obesità. Purtroppo al giorno d'oggi questa problematica si sta diffondendo sempre di più e la colpa è spesso dei padroni, che non prestano sufficiente attenzione alla dieta del proprio amico a 4 zampe. L'obesità può comportare una serie di disturbi non indifferenti, tra cui un aumento del rischio di attacco cardiaco, problemi a livello di circolazione e via dicendo.

Infine, tra le patologie che non vanno trascurate nei cani troviamo anche la leishmaniosi, una infezione parassitaria dovuta alla puntura dei pappataci. Fortunatamente, è possibile prevenirla utilizzando un collare apposito o altri sistemi specifici.

Patologie ricorrenti nei gatti

Per quanto riguarda invece i gatti, le malattie più comuni sono quelle che interessano i reni: un organo particolarmente delicato nei felini, che spesso e volentieri va a coinvolgere anche il sistema urinario.

Una patologia molto seria è poi la Fiv, ossia la sindrome da immunodeficienza felina che è simile all'Hiv umana e che purtroppo non può essere curata. I mici affetti da tale malattia sono costretti a seguire una cura specifica e soprattutto non dovrebbero essere lasciati liberi di uscire di casa. Questo perché appunto sono troppo esposti a qualsiasi rischio: anche una semplice infezione potrebbe essere letale per i gatti affetti da Fiv.

Infine, non dimentichiamo tutte le patologie di natura gastrointestinale che sono sostanzialmente le stesse che colpiscono anche i cani. Vomito, diarrea, gonfiore addominale, inappetenza sono tutti sintomi che non dovrebbero essere trascurati soprattutto se permangono per diversi giorni. Vale la pena portare il micio dal veterinario, in modo da capire se il problema è facilmente risolvibile con un po' di riposo ed una correzione della dieta o se sia necessario somministrare qualche medicinale per curare un'infezione. In generale, comunque, i gatti sono meno delicati rispetto ai cani, che devono essere seguiti in modo più scrupoloso per quanto riguarda i problemi di salute.

Fotogallery