Quali alimenti sono particolarmente nocivi per i cani? - Magazine

Quali alimenti sono particolarmente nocivi per i cani?

Attualità Magazine Martedì 5 aprile 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Magazine - Il tuo cane ti fa gli occhi dolci durante i pasti? Ecco cosa non deve assolutamente mangiare!

I cani spesso ci fanno compagnia durante i pranzi e le cene e siamo abituati a vederli scodinzolare sotto il tavolo in attesa di ricevere qualche avanzo, ma siamo sicuri che tutto ciò che noi mangiamo faccia bene anche a loro? Il sistema digerente dei cani, infatti, è diverso dal nostro e somministrando gli alimenti sbagliati rischiamo di compromettere la salute dei nostri amici pelosi. Quindi, quali sono i cibi che bisogna assolutamente evitare di dare ai cani? E, invece, quali alimenti possono mangiare?

Tutti gli alimenti nocivi per i cani

  • Cioccolato: il cioccolato e il cacao sono alimenti dannosi a causa dell'alto contenuto di teobromina. Negli esseri umani questa sostanza è del tutto innocua, ma nei cani ha un alto livello di tossicità e rischia di scatenare attacchi cardiaci ed emorragie. Ne basta una piccola quantità per fare del male al nostro fedele amico, quindi il cacao e il cioccolato devono tassativamente essere evitati.
  • Lievito: anche il lievito deve assolutamente essere evitato perché la fermentazione può produrre gas all'interno dello stomaco che può provocare dolori addominali e, nei casi più gravi, la rottura dello stomaco o dell'intestino. Per questo motivo bisogna evitare tutti gli alimenti che contengono lievito come pane, merendine, piadine e dolci.
  • Lattosio: il lattosio è uno zucchero composto da glucosio e galattosio e, come molti essere umani, il cane ne è intollerante. Per digerire il lattosio è necessario che il nostro intestino produca un enzima, detto lattasi, che si occupa di scindere il lattosio nei due zuccheri semplici che lo compongono.
    Durante la crescita, il cane perde la capacità di produrre questo enzima e diventa via via intollerante agli alimenti che contengono lattosio. Il consumo di questi cibi può provocare dolori addominali, diarrea, vomito e malessere.
  • Cibi grassi: i cibi gustosi piacciono a tutti, esseri umani e cani, ma non bisogna mai esagerare! Una corretta dieta prevede un limitato consumo di grassi e il giusto apporto di proteine, carboidrati e vitamine. Esagerare con gli alimenti grassi può provocare disturbi al nostro cane come la pancreatite e la vecchiaia precoce. Pertanto, è vietato somministrare ai nostri amici pelosi le merendine e i dolci che siamo soliti mangiare a colazione.
    Se sei dispiaciuto a non offrire un pezzo del tuo cibo al tuo cane che, come sappiamo tutti, ti osserva attentamente mentre mangi, è il caso di dargli un biscotto specifico per cani che contiene ingredienti più adatti a lui.
  • Sale: il sale è un ingrediente che deve essere presente in quantità moderata nell'alimentazione del cane. I cibi per cani contengono già il giusto apporto di sale ed è consigliato non somministrare alimenti salati al cane, soprattutto quando non ha a disposizione dell'acqua per dissetarsi. Il sale aumenta il senso della sete e un consumo eccessivo può avere ripercussioni negative a livello dei reni.
  • Semi e noccioli: semi dei frutti, come la mela, la pesca e l'albicocca, contengono cianuro, una sostanza tossica per l'uomo e anche per il cane. Una piccola quantità di cianuro è sufficiente per provocare le convulsioni e addirittura la morte del cane. Quindi, se è vero che la frutta fa parte degli alimenti che il cane può mangiare, bisogna sempre prestare attenzione a rimuovere i noccioli.
  • Alcol: l'alcol è una sostanza estremamente dannosa per i cani perché, a differenza dell'uomo, i nostri amici pelosi non possiedono l'enzima per digerirlo. Questo significa che è sufficiente una piccola quantità di alcool per avere subito una intossicazione che può provocare convulsioni, attacchi epilettici e, nei casi più gravi, anche la morte.
  • Caffè: come il cioccolato, anche il caffè è nocivo per il cane perché contiene caffeina che può provocare tachicardia e disturbi gastrointestinali. Quindi, quando beviamo il caffè dopo pranzo e il cane ci guarda speranzoso, la cosa migliore è tenerlo occupato con dei buoni croccantini e non sentirsi in colpa se non si condivide il cibo con lui. Per il suo bene, il cane non deve bere il caffè.

Alimentazione e abitudini sbagliate

Molti di noi si fanno conquistare dagli occhi dolci che il cane sfoggia negli orari dei pasti, ma questo è un errore! Dobbiamo, prima di tutto, considerare la sua salute e non somministrare alimenti che possono fargli del male.

Una corretta abitudine alimentare può fare la differenza: abituati a dare una razione di cibo al cane durante i pasti, così sarà meno invogliato a cercare cibo a tavola e sarà impegnato con i suoi croccantini. Se, anche in questo caso, il cane è più interessato alla tua alimentazione piuttosto che alla propria, puoi rendere il cibo più appetibile mescolando i croccantini con del pollo cotto e tagliato a dadini. Il cane adora la carne, in questo modo non sarà tentato di elemosinare del cibo scodinzolando attorno alla tavola.

Orari dei pasti fissi

Un altro consiglio è quello di avere una routine ben precisa per l'alimentazione del cane. I suoi orari dei pasti devono essere più o meno sempre gli stessi ogni giorno, così che trascorrano diverse ore tra un pasto e l'altro.

Se decidi di dargli il cibo nel primo pomeriggio, per esempio, puoi abituarlo fin da cucciolo a non gironzolare attorno alla tavola durante i pasti. Con un cane adulto può sembrare una vera impresa, ma addestrandolo fin da piccolo imparerà velocemente a non cercare il cibo e a non fare gli occhioni dolci durante i pranzi e le cene.

Di nuovo, concentrati sul suo benessere e non vedere questo come un castigo ma come un gesto per garantirgli un'ottima salute negli anni a venire.

Alimentazione e abitudini sbagliate

Molti di noi si fanno conquistare dagli occhi dolci che il cane sfoggia negli orari dei pasti, ma questo è un errore! Dobbiamo, prima di tutto, considerare la sua salute e non somministrare alimenti che possono fargli del male.

Una corretta abitudine alimentare può fare la differenza: abituati a dare una razione di cibo al cane durante i pasti, così sarà meno invogliato a cercare cibo a tavola e sarà impegnato con i suoi croccantini. Se, anche in questo caso, il cane è più interessato alla tua alimentazione piuttosto che alla propria, puoi rendere il cibo più appetibile mescolando i croccantini con del pollo cotto e tagliato a dadini. Il cane adora la carne, in questo modo non sarà tentato di elemosinare del cibo scodinzolando attorno alla tavola.

Orari dei pasti fissi

Un altro consiglio è quello di avere una routine ben precisa per l'alimentazione del cane. I suoi orari dei pasti devono essere più o meno sempre gli stessi ogni giorno, così che trascorrano diverse ore tra un pasto e l'altro.

Se decidi di dargli il cibo nel primo pomeriggio, per esempio, puoi abituarlo fin da cucciolo a non gironzolare attorno alla tavola durante i pasti. Con un cane adulto può sembrare una vera impresa, ma addestrandolo fin da piccolo imparerà velocemente a non cercare il cibo e a non fare gli occhioni dolci durante i pranzi e le cene.

Di nuovo, concentrati sul suo benessere e non vedere questo come un castigo ma come un gesto per garantirgli un'ottima salute negli anni a venire.

Fotogallery