Marijuana legale: tutto quello che c'è da sapere - Magazine

Marijuana legale: tutto quello che c'è da sapere

Attualità Magazine Martedì 15 marzo 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Magazine - Il commercio di marijuana legale è cresciuto parecchio nel corso degli anni, tanto che gli e-commerce che la vendono si sono moltiplicati, così come i negozi con sedi fisiche. Oggi sempre più persone preferiscono l’acquisto in rete, ma le nozioni da indicare riguardo questa sostanza sono diverse. Prima di tutto, il limite della legalità è rappresentato dalla quantità di THC, che deve essere sempre inferiore allo 0,5%. A questo però si aggiungono anche tanti altri elementi che è necessario approfondire, per comprendere meglio il funzionamento di questo commercio.

Marijuana legale: cosa significa esattamente. La marijuana legale ha visto innalzare la sua richiesta in misura sempre maggiore, nel corso degli ultimi anni, soprattutto perché sono nati diversi negozi con sede fisica e e-commerce, che sono diventati sempre più numerosi. La normativa attuale infatti prevede che la sostanza in questione può essere sottoposta a vendita, se si rispettano i limiti stabiliti dallo Stato.

È molto importante infatti che il THC, ovvero il “tetraidrocannabinolo”, sia sotto lo 0,5%. Tale tipologia di composto non è altro che un estratto che deriva dalle piante della canapa e ha effetti psicoattivi, a differenza del CBD, sempre contenuto nella marijuana, il quale però non presenta conseguenze del genere. Per questo, non produce quell’effetto indicato spesso con il termine “sballo”.

In quantità non eccessive infatti, la marijuana è anche in grado di apportare alcuni benefici e può rappresentare un aiuto per alcune problematiche relative al campo salutare. Tale elemento per esempio induce determinati soggetti a provare una sensazione di relax e in certe casistiche, alcuni individui hanno anche avuto modo di eliminare alcuni disturbi di ansia e/o attacchi di panico.

Va sempre sottolineato però che in questi casi, l’erba legale è stata assunta nel rispetto delle norme vigenti, fattore che va sempre seguito, pena il fatto di cadere nell’illegalità e riscontrare problemi vari. Il numero di persone che acquistano marijuana secondo gli usi consentiti dalla legge è cresciuto a tal punto che già anni fa era stata indetta la giornata mondiale della marijuana, la quale ricorre il 20 aprile di ogni anno. Oltre a questi elementi, può essere utile indicare le varie forme in cui l’elemento in questione deve presentarsi, affinché possa essere venduto e acquistato.

Le forme previste dalla legge

La normativa vigente consente la messa sul mercato di marijuana, se però si rispettano determinate forme. Per esempio una di queste è quella delle infiorescenze, ovvero si realizzano dei prodotti che poi potranno essere fumati, ma solo ed esclusivamente nel rispetto dei limiti stabiliti dallo Stato.

Molte persone poi acquistano le tisane, che oltre a essere un’ottima opzione per la categoria dei non fumatori, rappresentano anche una soluzione ideale per rilassarsi. Ognuna di queste inoltre può avere elementi aromatici differenti, gusti vari, nonché proprietà diverse. In genere però funzionano come antistress o vengono utilizzate anche per conciliare il sonno. Non mancano poi sul mercato anche altri prodotti, come per esempio biscotti o altre preparazioni che conservano al loro interno proprio il sapore di marijuana. La maggior parte delle persone inoltre tende ad acquistare quest’ultima direttamente sui migliori siti web riconosciuti legalmente come venditori, facendo il proprio ordine online.

Fotogallery