E‑cig: la Scozia richiede l’opinione dei cittadini per combattere il tabagismo - Magazine

E‑cig: la Scozia richiede l’opinione dei cittadini per combattere il tabagismo

Attualità Magazine Martedì 15 marzo 2022

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Magazine - Il tema della sigaretta elettronica resta al centro dell’attenzione dei Governi europei. Da parte della Scozia arriva la richiesta di una consultazione pubblica volta a determinare come usare con efficacia le opportunità di contrasto al fumo offerte delle e-cig.

L’Esecutivo scozzese ritiene importante, prima di procedere con interventi legislativi, approfondire l’opinione dei suoi cittadini. È stato infatti pubblicato un questionario all’interno delle pagine del portale online ufficiale del Governo. Le consultazioni sono attive fino al 22 aprile.

Si tratta di un impegno destinato a tutelare la salute dei cittadini scozzesi e la prevenzione di problemi che potrebbero determinarsi. In merito alla sigaretta elettronica, in particolare, nell’introduzione al questionario viene chiarito: «vorremmo vedere i vaporizzatori utilizzati solo come strumento per smettere di fumare. Limitare il modo in cui i prodotti di vaporizzazione vengono commercializzati e promossi potrebbe aiutare a garantire che le persone non provino a svapare e diventino dipendenti dalla nicotina, causando potenzialmente danni a lungo termine alla loro salute».

L’obiettivo del Governo scozzese è proteggere con efficacia la popolazione, puntando a ridurre i tassi di fumo: dovrebbe essere coinvolto al massimo il 5% della popolazione. Una soglia da conseguire entro il 2034. Rispetto a questa finalità è evidente il potenziale contributo positivo del vaping. Per trovare però la soluzione migliore viene raccolto il parere dei cittadini.

È adottato un approccio che punta al coinvolgimento diretto della popolazione per arrivare a una decisione in grado di rispettare gli obiettivi di lotta al fumo, ma anche la sensibilità dell’opinione pubblica.

Ciò potrebbe rappresentare un precedente importante anche per altri Governi. La Scozia mette in luce quindi le rilevanti potenzialità delle e-cig (e conseguentemente dei liquidi per sigaretta elettronica) senza dare spazio ad alcun pregiudizio in merito.

Fotogallery