L'Ucraina legalizza Bitcoin e criptovalute - Magazine

L'Ucraina legalizza Bitcoin e criptovalute

Attualità Magazine Lunedì 7 marzo 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Il Parlamento ucraino vota a favore delle modifiche alla legge sui beni virtuali nel tentativo di rendere l'Ucraina un hub per l'innovazione degli asset digitali.

Nelle ultime settimane, ci sono state molte chiacchiere sulle cripto da parte del governo russo e dalla Banca di Russia. Le proposte della Banca di Russia per un divieto totale delle criptovalute e del crypto mining hanno preso i mercati alla sprovvista. Commenti più favorevoli da parte del governo russo, tuttavia, hanno allentato lo stress del mercato.

Il veto di settembre

Per l'Ucraina, il sentimento verso il Bitcoin (BTC) e il più ampio mercato delle cripto è stato più favorevole. Nel settembre dello scorso anno, il governo ha introdotto un disegno di legge sulle criptovalute, ma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha posto il veto poco dopo.

Il disegno di legge, che legalizza e regolamenta Bitcoin, ha avuto solo 6 voti contro e 276 voti a favore. Secondo il Kyiv Post, il presidente ha posto il veto al disegno di legge e lo ha rimandato al Parlamento per le modifiche. Il presidente Zelensky ha citato la mancanza di fondi nel bilancio per soddisfare i requisiti di supervisione normativa del progetto di legge.

Il disegno di legge precedente aveva dichiarato che «il mercato dei beni virtuali sarebbe stato regolato dal Ministero della Trasformazione Digitale, la Banca Nazionale dell'Ucraina (NBU), la Commissione Nazionale dei Titoli (NSC) e un nuovo organismo di regolamentazione indipendente che avrebbe dovuto essere creato».

Allineata con altre banche centrali, tuttavia, la Banca Nazionale dell'Ucraina (NBU) ha visto le attività virtuali come una fonte di potenziale rischio. Questo però non impedisce gli utenti ucraini di scambiare gli asset su piattaforme come Bitcoin System, che offre diversi vantaggi. Pur vedendone i benefici, i rischi includono il riciclaggio di denaro e il finanziamento di attività illegali. La NBU ha anche visto l'uso dei beni virtuali rispetto ai prodotti bancari tradizionali e alla valuta fiat come un altro rischio.

Bitcoin legale alla seconda votazione

Giovedì, il Parlamento ucraino ha approvato la legalizzazione di Bitcoin per la 2a volta. Secondo il portale del governo, Verkhovna Rada ha sostenuto gli emendamenti del presidente dell'Ucraina sulla "Legge sui beni virtuali". 276 membri del Parlamento (MP) hanno votato a favore degli emendamenti. Il nuovo disegno di legge pone la regolamentazione dei beni virtuali nelle mani della Commissione nazionale sui titoli e il mercato azionario.

L'Ucraina è tra i primi 5 paesi al mondo per numero di utenti di criptovalute. Ha una società ben sviluppata di sviluppatori di blockchain. Il numero di startup cripto ucraine sta crescendo.

«Oggi, il potenziale dell'industria globale delle criptovalute è determinato da miliardi di investimenti. Il suo tasso di crescita è davanti ai settori tradizionali dell'economia. In Ucraina, il mercato degli asset virtuali può diventare un potente settore dell'economia digitale. Grazie alla legge adottata, abbiamo tutte le possibilità di essere un paese leader per lo sviluppo del business in questo campo innovativo» ha detto il vice ministro della trasformazione digitale per lo sviluppo informatico Oleksandr Bornyakov.

La Commissione nazionale sui titoli e il mercato azionario avrà il compito di:

  • Politica dei beni virtuali.
  • Ordine di circolazione dei beni virtuali.
  • Rilascio di permessi ai fornitori di servizi di asset virtuali.
  • Supervisione e monitoraggio finanziario dei beni virtuali.

Secondo il governo ucraino, l'Ucraina si trova nella top 5 a livello globale per il numero totale di utenti di criptovalute. Il governo vede la legge adottata come una porta per diventare un paese leader per lo sviluppo del business in questo campo innovativo.

Vale la pena notare, tuttavia, che il voto non rende Bitcoin moneta legale. Attualmente, El Salvador è l'unico paese che ha adottato Bitcoin come moneta legale.