Email massive, di cosa si tratta? - Magazine

Email massive, di cosa si tratta?

Attualità Magazine Venerdì 21 gennaio 2022

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Comunicare contemporaneamente con un gruppo elevato di clienti non è facile, soprattutto se desideriamo personalizzare la comunicazione per incentivare la fidelizzazione. Non dobbiamo però vedere le email massive come il male, non è infatti una brutta parola ma solo un modo di riferirci alle newsletter e alle altre comunicazioni che appartengono alla strategia di email marketing.

Inviare email massive non è infatti una pratica insolita, anzi ci permette di creare maggiore contatto con i clienti e potenziali tali. La sfida, come accennavamo prima, consiste nella personalizzazione per rendere ogni utente davvero attivo e partecipe.

Vediamo quindi come funziona l’invio email massive e soprattutto come possono aiutarci a far crescere il nostro business.

Come inviare email massive

La prima cosa che pensiamo, quando sentiamo nominare le “email massive”, è subito qualcosa destinato alla spam, ovvero quella cartella in cui si concentrano tutte le comunicazioni non importanti o definite “moleste” dal server. In realtà, se non ben utilizzata, una strategia di email marketing potrebbe rischiare questa triste sorte. Per questo motivo è importante conoscere nel dettaglio tutti gli aspetti che possono aiutarci a rendere la comunicazione davvero interessante per i clienti.

A questo scopo può essere di grande utilità affidarsi ad una soluzione di emailing professionale. Questo permette infatti di raccogliere i contatti davvero interessati alle nostre comunicazioni, attraverso la creazione di moduli personalizzabili da inserire sul nostro sito, e soprattutto in linea con l’attuale GPDR.

Anche la personalizzazione delle email massive è resa più pratica da questa soluzione. È infatti possibile inserire in ogni email il nome proprio della persona. La comunicazione anonima non funziona più da tempo, proprio perché gli utenti sono invasi da email ogni giorno e quindi dobbiamo fare in modo che si sentano coinvolti dalla nostra.

Gli aspetti pratici da considerare per l’invio email massive

Le email massive, come abbiamo detto, non sono altro che comunicazioni proprie dell’email marketing, che si tratti di newsletter o DEM, quindi a scopo commerciale. Si tratta di email che desideriamo siano visualizzate dall’utente al fine di ottenere una conversione, anche nel lungo termine, e per questo dobbiamo considerare non pochi aspetti pratici.

Primo tra tutti non dobbiamo sottovalutare l’editor responsive, ovvero un tipo di comunicazione che sia facilmente visibile anche attraverso un dispositivo mobile con schermo più piccolo, come può essere lo smartphone. È poi importante creare una call to action pratica e facilmente individuabile, magari colorata per renderla ancora più evidente.

Da non sottovalutare anche le interlinee e gli spazi bianchi, gli stessi che permettono agli utenti di percepire meglio la comunicazione e leggere con facilità, e soprattutto velocità, aspetto sempre più richiesto, l’intera email.

È possibile inviare email massive con i classici server di posta?

La risposta è sì, in effetti non è necessario un servizio di emailing professionale, ma è più rischioso e meno pratico. I server tradizionali consentono infatti solo un invio limitato di email al giorno e, aspetto non di poco conto, rischiano di finire nella spam. Per questi è anche più difficile rispettare i criteri del GDPR europeo e soprattutto non possiamo personalizzare le email in funzione del target a cui intendiamo riferirci.