I principali errori da evitare quando si compra un nuovo materasso - Magazine

I principali errori da evitare quando si compra un nuovo materasso

Attualità Magazine Martedì 21 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery Altre foto

Magazine - È arrivato il momento. Che si tratti di arredare la camera da letto della nuova casa, o di sostituire il vecchio materasso ormai giunto alla fine della sua attività, l’acquisto di un nuovo materasso è sempre un momento importante e, a suo modo, elettrizzante. Infatti, anche se il materasso non è propriamente un oggetto d’arredo (ma sarà poi vero?), il suo valore all’interno della casa è davvero notevole. È grazie a lui se vi sveglierete riposati e rilassati, pronti a cominciare una nuova giornata con grinta.

Ed è per questo che, quando si tratta di acquistare un nuovo materasso, ci si informa sempre in modo minuzioso prima di procedere all’acquisto. Ma oltre a conoscere le caratteristiche che deve avere un buon materasso, siete sicuri di conoscere anche gli errori da evitare? Nel dubbio, continuate a leggere: abbiamo raccolto gli errori in cui cadono quasi tutti, per aiutarvi a portare a casa il materasso perfetto.

Dare troppa importanza al budget…

È chiaro che il budget costituisce un fattore importantissimo nella scelta di qualsiasi articolo, per la casa e non. Quello che vogliamo dire è: non scegliete soltanto in base al portafogli. E soprattutto, anche se sapete già di non potervi permettere il top di gamma, non rinunciate a informarvi sulle caratteristiche dei materassi migliori (visita il portale GuidaSonno). Vi aiuterà a capire quali sono le funzionalità alle quali non volete assolutamente rinunciare, come ad esempio una certa altezza o un certo numero di zone a portanza differenziata.

A quel punto, quindi, sarete in grado di fare una scelta basata davvero sulle vostre esigenze, e non solo limitata a quello che vi offre il mercato per la vostra fascia di prezzo. Il consiglio, in ogni caso, se il vostro budget è davvero risicato, è quello di prediligere un modello che offra un certo sostegno, perché un materasso troppo morbido rischierebbe di deteriorarsi troppo in fretta se non è di ottima qualità.

o alla moda del momento

Qualche anno fa, le persone impazzivano per i materassi sottili in stile futon giapponese. Oggi, viceversa, la moda si sta orientando verso i modelli all’americana, molto alti – circa 25 cm – e mai privi di topper. Come abbiamo detto, non è poi vero che il materasso non è un complemento d’arredo. Al contrario, un materasso con una forte personalità dà carattere all’intera stanza. Tuttavia, prima di valutare il fattore design, dovreste considerare cosa è meglio per la vostra schiena.

Il lavoro di un buon materasso, infatti, è quello di sostenere le vostre articolazioni permettendovi di riposare senza che il peso del corpo si carichi eccessivamente su un solo punto. Ed ecco perché la scelta deve cadere anzitutto sul modello che offra il giusto compromesso tra sostegno e comodità. Vale la pena svegliarsi con mal di schiena o dolori alla cervicale solo per avere una stanza all’ultima moda? Anche se alcuni materassi sono davvero molto belli, ovviamente la risposta è no. In alternativa, potreste informarvi se una certa taglia di materasso è disponibile con le caratteristiche di cui avete bisogno.

Non approfittare del periodo di prova

Spesso si tende a dimenticare che l’acquisto di un materasso è diverso dall’acquisto di un qualsiasi altro articolo per la casa. Quasi tutti i rivenditori, infatti, concedono un periodo di prova durante il quale potrete testare gli effetti del materasso sulla vostra schiena. Quindi, abituatevi a non considerare come “definitivo” il materasso acquistato, e siate pronti a sostituirlo se non lo sentite perfettamente nelle vostre corde, senza sperare che con il tempo la situazione migliori.

Non considerare la rete del letto

Quando si compra il materasso nuovo, un errore che si commette più frequentemente di quanto si pensi è di provarlo in negozio senza considerare come sarà una volta posizionato sul letto. Ed è così che materassi ad alto sostegno, posati sulle doghe, diventano improvvisamente scomodi. O, viceversa, materassi molto morbidi messi su una rete a molle diventano generosi dispensatori di mal di schiena. In poche parole, considerate sempre se la base del vostro letto vi offre già un certo sostegno o una certa comodità, e regolatevi di conseguenza.

Non considerare i materiali

Valutare un materasso solo dal punto di vista delle dimensioni, del sostegno e della morbidezza, è un grave errore. Non solo per i soggetti allergici, ma per tutti. I migliori materassi sotto questo punto di vista sono realizzati con materiali sintetici anallergici all’interno, e rivestiti esternamente con materiali naturali come lana o cotone. Un’ottima soluzione per avere allo stesso tempo igiene, ma anche frescura in estate e calore in inverno.

Fotogallery