Come organizzare il tuo prossimo viaggio on the road - Magazine

Come organizzare il tuo prossimo viaggio on the road

Attualità Magazine Giovedì 16 dicembre 2021

Clicca per guardare la fotogallery

Magazine - Almeno una volta nella vita bisogna sperimentare le esperienze di un vero viaggio on the road, le emozioni e la sensazione di libertà che si prova durante questo tipo di viaggio è qualcosa di veramente sensazionale ed è un’esperienza sicuramente unica, in ogni sua forma.

Saremo liberi di organizzare il tempo in base ai nostri interessi e vivremo un’esperienza estremamente immersiva nel luogo, nei paesaggi e nella cultura locale.

Non è tutto rosa e fiori, però: organizzare un viaggio on the road richiede impegno e prudenza, studiando il viaggio nei minimi dettagli ed essendo pronti a risolvere gli imprevisti, che sicuramente si presenteranno.

Proprio perché è un tipo di viaggio impegnativo, la prima volta sarebbe meglio intraprenderlo con qualche nozione e conoscenza di base. Andremo dunque a vedere insieme cosa dovremo fare per organizzare il nostro prossimo viaggio on the road affinché possa riuscire al meglio ed essere un’esperienza memorabile.

Quanto ci costa un viaggio on the road? 

Il costo del nostro viaggio dipende da tanti fattori: il luogo che decidiamo di visitare, se le strade sono a pagamento o meno, il tipo di veicolo di cui avremo bisogno, il costo del carburante, l’assicurazione, il costo legato ad alloggi e pasti, il costo delle attrazioni e quello degli imprevisti. 

Un viaggio on the road non è sempre il più economico, molto spesso ci troviamo a dover far fronte a parecchie spese. Per questo sarebbe consigliabile affrontarlo in coppia o con un gruppetto di amici, così da avere la possibilità di dividersi le spese ed eventualmente alternarsi alla guida.

Variabile fondamentale è il luogo del pernottamento. Spostandosi di continuo è molto probabile che gli alloggi scelti siano sempre diversi ad ogni nuova tappa, ma grazie ad alcuni trucchetti sarà possibile rintracciare online diverse alternative e tipologie di alloggi più economici di altri.

Ad esempio, è utile navigare su Bluepillow, il primo comparatore di offerte di alloggi, made in Italy, con oltre 13 milioni di strutture ricettive, grazie a cui troveremo tantissime offerte vantaggiose su case vacanze, B&b e Hotel pronti ad ospitarci, garantendo affidabilità e sicurezza al miglior prezzo.

Stabilisci un budget

L'analisi dei costi del nostro viaggio cammina di pari passo con la nostra idea di budget. Sarebbe opportuno riuscire a fare una lista in cui appuntiamo tutto ciò di cui avremo bisogno e i relativi costi da affrontare a partire dal tipo di veicolo fino al costo del carburante, e ancora dagli alloggi alle attività che vorremmo svolgere in viaggio.

Questo ci aiuterà ad avere un quadro generale della situazione e riuscire a capire se sforeremo di troppo il nostro budget o se riusciremo ad elaborare un piano adeguato.

Nel caso in cui sforassimo eccessivamente potremmo livellare uno dei costi della nostra lista ricercando una soluzione ancora più economica. Ad esempio, potremmo cercare compagnie di noleggio auto più convenienti o ridurre pranzi e cene nei ristoranti, preferendo la comodità di un pasto home-made. Quella della gestione del budget è sicuramente una delle parti più complicate e snervanti, la voglia di fare tutto è sempre presente ma bisogna essere consapevoli entro quale soglia bisogna rimanere per cercare di conciliare gli interessi e le disponibilità di tutti.

Studiamo e stabiliamo un itinerario di viaggio

Per il nostro viaggio on the road è consigliabile stabilire anticipatamente l’itinerario approssimativo che abbiamo intenzione di percorrere e, di conseguenza, studiarlo per capire con che tipo di percorso avremo a che fare o cosa vogliamo visitare.

Nello studio dell’itinerario dovremo tenere in considerazione se, ad esempio, saranno di più le strade sterrate o se il nostro viaggio sarà prevalentemente su strada asfaltata, se i percorsi saranno a pagamento o meno, o che tipo di attrazioni sono presenti sull’itinerario e se rispecchiano gli interessi di tutti.

Oltre a darci un quadro generale del tutto ci darà la possibilità eventualmente di modificare i nostri piani ed essere più flessibili, riuscendo eventualmente a gestire meglio gli imprevisti.

Ricordiamo che l’organizzazione è importante, ma bisogna lasciare spazio anche alle emozioni e all’improvvisazione, permettendoci di dare libero sfogo alla curiosità. Quindi rigidità in viaggio sì, ma non troppa!

Quando stabiliamo un itinerario aiutiamoci con cartine e mappe del luogo e ricordiamoci di segnare luoghi e punti di interesse su di esse, eviteremo di perderci o di scordare qualche passaggio del viaggio. Per i più tecnologici, potrete sempre utilizzare le mappe del vostro cellulare oltre a tantissime App adatte a questo tipo di viaggi per segnare ed avere tutto a portata di mano.

Tipo di auto da noleggiare e assicurazione

Per decidere il tipo di veicolo adatto al nostro viaggio on the road dovremo tenere in considerazione il numero di persone, il percorso, il tipo di clima e soprattutto se la formula del noleggio prevede km illimitati. Dovremo fare attenzione a non noleggiare una macchina con un bagagliaio troppo piccolo e rischiare di non avere spazio sufficiente per i nostri bagagli.

Quale tipo di auto da noleggiare sceglieremo? Ci servirà più un 4x4 o un’auto familiare? un van o un’utilitaria? Anche qui lo studio dell’itinerario ci aiuta in questa scelta che varia anche in base alle esigenze e al tipo di percorso. Per un percorso prevalentemente sterrato e impegnativo allora sarà preferibile un 4x4 spazioso, comodo e adatto a questo tipo di terreno. In caso di percorso su asfalto potremmo anche valutare un veicolo meno ingombrante.

Inoltre controlliamo sempre il tipo di carburante che andremo ad utilizzare. Il nome varia a seconda del paese in cui ci troviamo. Preparandoci prima non rischieremo di trovarci spiazzati davanti al primo distributore di benzina. Ma oltre ai nomi, spesso, ha anche costi diversi e la scelta di un tipo di carburante rispetto ad un altro può diventare spesso conveniente.

Per quanto riguarda l’assicurazione del veicolo, ci troveremo a dover pagare la franchigia, ovvero la cifra che dovremo comunque pagare in caso di incidente o di danni al veicolo, in quanto non coperta dall'assicurazione. A volte è bassa, altre è alta e quindi valutiamo sempre con attenzione il tipo di assicurazione che scegliamo. Spesso capita anche che con la prenotazione dell’auto sia compresa nel prezzo una “protezione completa” e cioè un’assicurazione che copre anche la franchigia, ma al ritiro dell’auto cercheranno comunque di vendervi un ulteriore polizza assicurativa di cui non avrete bisogno.

Intrattenimento e compagni di viaggio

Prestiamo molta attenzione a chi saranno i vostri compagni di viaggio. Nel nostro viaggio on the road dovremo passare molto tempo a stretto contatto e se non ci fosse la massima complicità e sintonia il viaggio rischierebbe di diventare un incubo per tutti. Ognuno ha tempistiche ed interessi diversi ma dovremo comunque rispettarli cercando di abbracciare e venire incontro alle esigenze di tutti. Avere compagni di viaggio però è anche un vantaggio in quanto avremo la possibilità di condividere con loro un’esperienza unica e stringere un legame ancora più profondo.

Da non sottovalutare anche l’aspetto meramente economico dell’avere dei compagni di viaggio, ovvero la possibilità di dividere costi di macchina, benzina, autostrada, spesa… Durante alcuni momenti faticosi, come quando ci troviamo alla guida, ci renderemo contro di quanto la presenza di un gruppo renda il viaggio più leggero e piacevole.

Siamo arrivati alla conclusione, abbiamo le conoscenze di base necessarie per poter organizzare il nostro prossimo viaggio in un modo nuovo ed emozionante, tutto on the road.