Damiano Carrara apre il suo primo atelier di pasticceria in Italia: quando e dove si trova - Magazine

Damiano Carrara apre il suo primo atelier di pasticceria in Italia: quando e dove si trova

Food Magazine Venerdì 1 ottobre 2021

Damiano Carrara
© Facebook.com/chefdamianocarrara

Magazine - Il celebre chef pasticcere Damiano Carrara apre il suo primo atelier di dolci in Italia. Lo fa nella sua città, Lucca, dopo aver letteralmente sfondato in America con punti vendita in California. Giudice di Bake Off Italia e protagonista di Cake Star insieme alla comica Katia Follesa (è in arrivo la nuova stagione), Carrara è pronto per una nuova avventura tutta Italiana in Toscana. Alcune sue creazioni? La Madeleine alla vaniglia, la meringata di frutta, il Tiramisù da forno, la Charlotte Royale, lo Smeraldo e tante altre delizie. Ora, è tutto pronto per l'inaugurazione dell'Atelier Damiano Carrara a Lucca (sito in via Matteo Civitali, 559), in programma sabato 2 ottobre dalle ore 11 alle 18.

Sui social sono comparsi i dettagli della nuova apertura, con l'invito per il taglio del nastro rivolto a tutti: addetti ai lavori, pubblico di fan, appassionati e golosi. L'ingresso in Atelier è libero, ma soggetto alle limitazioni previste dalle attuali normative che proteggono dalla diffusione del Covid-19. L'Atelier di Damiano Carrara presenta uno stile elegante e raffinato, offrendo una pasticceria innovativa. Gli interni, confortevoli e chic, rispecchiano il pasticcere lucchese. Sulla pagina Instagram Atelier Damiano Carrara sono arrivati anche i primi scatti, che svelano la location in anteprima sul profilo Instagram ufficiale dedicato all'attività, creato lo scorso agosto.

La promessa è di "un'esperienza immersiva totale nel mondo della pasticceria", attraverso un percorso che stimola i 5 sensi. Come spiegato dallo stesso Carrara all'Ansa, si punta tutto sulla stagionalità, con il menù che cambia una volta al mese e i dolci insaporiti dalla frutta del momento. La novità dell'Atelier? Tutto è gluten free, in alcuni casi senza lattosio e il più possibile a km zero. Un luogo, quindi, che intende differenziarsi il più possibile dalle altre pasticcerie italiane. Uno spazio dove divertirsi, mangiando.