World College Radio Day 2021: anche le radio universitarie italiane prendono parte alla maratona - Magazine

World College Radio Day 2021: anche le radio universitarie italiane prendono parte alla maratona

Attualità Magazine Lunedì 27 settembre 2021

di Silvia Frattini
© https://www.facebook.com/radiouniversitarie/photos/1037400013132097

Magazine - Anche in questo 2021 le radio universitarie si uniscono, venerdì 1 ottobre, in una maratona che va a toccare più paesi del mondo, il World College Radio Day.
L'Italia non si è di certo tirata indietro, infatti RadUni (Associazione degli Operatori e dei Media Universitari Italiani) ha aderito al progetto coinvolgendo le sue radio affiliate.

«Partecipare al World College Radio Day è sempre una forte emozione. È il giorno in cui si uniscono centinaia di radio universitarie nel mondo nella ritrasmissione di una maratona di 24 ore. Quest'anno il tema scelto è la resilienza, che è un po' ciò che ci ha guidati in questo periodo. L'Italia e RadUni saranno ben rappresentate anche quest'anno perché la radio degli studenti di Perugia Radiophonica gestirà la ritrasmissione globale della maratona (per il terzo anno consecutivo) e la radio di Cagliari UniCa Radio avrà uno slot di un'ora in cui accoglierà anche le testimonianze di altre radio universitarie italiane» dichiara la Responsabile Esteri e Progetti Diana Russo

Resilienza è la parola d'ordine di questo World College Radio Day. Le radio d'ateneo italiane iniziano a riprendersi solo ora dalla chiusura dovuta alla crisi pandemica e si muovono a piccoli passi per arrivare a riprendere la normale trasmissione che teneva compagnia agli studenti e, spesso e volentieri, era fonte di divertimento e formazione.

«Per il terzo anno consecutivo la maratona avrà il suo epicentro in Italia - spiega Antonio Di Caprio, Station Manager di Radiophonica (la radio universitaria di Perugia)  - È sempre una grande sfida coordinare tecnicamente i collegamenti da tutto il mondo ma alla fine ci rendiamo sempre conto di aver fatto qualcosa di importante. La radio riduce le distanze e anche quest'anno dimostreremo di essere tutti uniti in questa giornata che celebra il nostro canale di comunicazione preferito».