La Maremma toscana. Viaggio tra vigneti, acque termali, architettura e buon cibo - Magazine

La Maremma toscana. Viaggio tra vigneti, acque termali, architettura e buon cibo

Destinazioni Magazine Giovedì 2 settembre 2021

Altre foto

Magazine - Alzi la mano chi non ha mai sentito nominare la Maremma. Nessuno ovviamente. Ma sapete esattamente in quale parte della Toscana si trova? È la parte più a sud, quella che confina con il Lazio, la provincia di Grosseto. Un lembo di terra fatto di dolci colline, antichi borghi, vini famosi , buon cibo e fonti termali. Se pensate ad una breve vacanza ristoratrice tra le bellezze naturali e architettoniche , senza dimenticare vino e cucina, vi suggeriamo un breve itinerario tra alcuni dei più bei borghi maremmani.

Saturnia. Il paese è famoso per le Terme, ma ancor più affascinanti (e gratuite) sono le Cascate del Mulino, con le acque del Gorello che formano una piccola cascata e scendono poi, con una temperatura costante di  37°, a formare una serie di vasche calcaree semicircolari con il fondo costituito da piccole sfere di tufo. Sono disponibili grandi parcheggi a poche centinaia di metri dalle cascate, ma non parcheggiate per nessuna ragione lungo la strada o la multa è assicurata. Le cascatelle sono libere quindi non attrezzate. L’ideale è munirvi di scarpette da scoglio e asciugamano, utile anche per coprirsi se volete provare il bagno di mezzanotte. Poco prima troverete anche uno storico bar dove bere e mangiare uno spuntino. A Saturnia ci sono diversi ristoranti e trattorie con un'ottima cucina locale (vi consigliamo di prenotare se andate a luglio e agosto), ma potete passare anche dalla macelleria Passalacqua se volete comprare dell’ottima carne per una grigliata in compagnia. 

Montemerano. A metà strada tra Saturnia e Manciano, come molti altri paesi della zona, Montemerano è situato in cima ad una collina. Inserito tra i Borghi più Belli D’Italia, ha una caratteristica forma a cuore. Passeggiando per le sue stradine, dopo aver attraversato l’antica porta, arriviamo fino alla piazza del Castello, rimasta immutata dal medioevo. Più in basso si trova la Chiesa di San Giorgio, un gioiello di arte romanica dove è esposta la celebre Madonna della Gattaiola, dipinta intorno al 1450. La particolarità di quest'opera sta nel fatto che contiene un foro circolare nella parte inferiore. La leggenda narra di un parroco che avrebbe utilizzato la tavola come porta di un magazzino, facendoci il foro per il passaggio dei gatti. Da qui deriva il nome Madonna della Gattaiola. Anche a Montemerano i ristoranti caratteristici non mancano.

Scansano. Il nome di questa cittadina è associato a quello di un celebre vino, il Morellino. Tutta la zona circostante è una distesa di vigne che scenograficamente disegnano le curve delle colline. Se passate dall’Enoteca Scansanese troverete esperti disponibili a farvi assaggiare alcuni dei prodotti delle cantine locali. Ci sono vini per tutte le tasche, da meno di 10 euro fino a diverse centinaia. Passeggiate tra le vecchie stradine e salite fino al punto panoramico da cui godrete di un panorama che abbraccia decine di chilometri, fino a Capalbio.

Pitigliano. Si erge maestosa e inconfondibile sopra un enorme sperone di tufo, con le sue case torre e la sagoma dell’acquedotto mediceo. Dopo la grande piazza con la fontana delle sette cannelle inoltratevi nelle sue antiche strade fino alla piccola Gerusalemme, così detta per la storica presenza di una comunità ebraica che qui ha anche  la propria sinagoga. Troverete tantissimi negozi dove acquistare artigianato e prodotti alimentari locali, nonchè numerosi ristoranti dove gustare l’ottima cucina locale. L’area dove sorge Pitigliano era abitata già in periodo etrusco e a testimoniarlo restano le numerose Vie Cave nei dintorni. Le Vie Cave sono antichissimi ed affascinanti percorsi etruschi a cielo aperto, giganteschi corridoi scavati a mano nella roccia tufacea della Maremma tra Pitigliano, Sovana e Sorano. Ancora oggi non si conosce l'esatta funzione di questi manufatti anche se si ipotizza un uso di carattere sacro e funerario.

I consigli di mentelocale.it

Dove mangiare. A Saturnia Bacco e Cerere. A Montemerano Cacio e Vino. A Pitigliano Pappalpomodoro.

Dove dormire. Appartamenti con piscina I Sicomori a Saturnia, località Puntone.

Dove andare a cavallo. Centro ippico Maremma a cavallo , presso Agriturismo Il Capannone a Montemerano.

Fotogallery