Concerti Magazine Lunedì 9 febbraio 2004

Sodapop

II parte

Magazine - Mai pensato a fare una radio Sodapop online?
Da anni… Purtroppo mi manca il tempo: uno dei più grossi sogni della mia vita è un programma radio (magari su una radio “vera”) dove far conoscere la musica che seguo.

Puoi darci qualche informazione, anche numerica sul bacino di utenza? Chi sono quelli che cliccano?
Sono appassionati di musica indipendente e neofiti, che arrivano tramite i motori di ricerca o i link: nell’ultimo mese sono stati circa 800 al giorno. C’è poi una cerchia di nostri supporter a cui pensiamo nei momenti di duro lavoro.
C’è un rapporto preferenziale con la scena genovese intesa come band e luoghi di incontro, oppure Sodapop si affaccia direttamente al panorama nazionale?
Non ci siamo mai posti limiti geografici, per cui parliamo senza distinzioni di dischi genovesi come giapponesi; chi di noi è genovese è impegnato a fare qualcosa per la musica nella nostra città oltre all’attività del sito.
Molti di noi si sono conosciuti prima attraverso il sito, che di persona e sono nate amicizie (e odi) a distanza: si è creata una piccola comunità attorno al sito sparsa in tutta Italia.

Il futuro e gli orizzonti della musica online?
L’ultima mossa di Apple con il successo del suo sito per vendere musica online a basso prezzo mostra la direzione. Per quanto mi riguarda io uso la rete per farmi un'idea dei dischi e poi li compero, ma chi come me ha questa passione non fa testo. Secondo me in futuro nasceranno abbonamenti per scaricare musica e il disco rimarrà per gli appassionati.

Sei un ingegnere informatico. Dopo otto ore e più davanti al PC per lavoro, ma chi te lo fa fare di passarne altrettante a casa per rinfrescare il sito? Non sarebbe meglio far girare un vecchio vinile bevendosi una birra?
Può sembrare banale, ma Sodapop è una delle piccole grandi soddisfazioni della mia vita: nato per gioco è cresciuto sempre più e non sembra intenzionato a fermarsi… Il ciclo di amici, dischi, fatica, concerti, viaggi, interviste, risate, recensioni non si è ancora fermato.
E poi le pause che ci sono tra i vari aggiornamenti corrispondono proprio ai momenti in cui ci dedichiamo al resto della nostra vita!

Dammi risposte telegrafiche:
1) I tuoi cinque siti preferiti.
Ti do siti legati al mondo di Sodapop:
www.brainwashed.com : webzine, etichetta, spazio per siti di artisti. Eccezionale!
www.geocities.com/markprindle : pioniere delle rece via web, per me un mito
www.epitonic.com : miglior sito di mp3 in assoluto
allmusic.com : a volte con errori e strafalcioni, ma è una vera enciclopedia musicale in rete
www.sodapop.com : il sito, da sempre vuoto, di due architetti che ci hanno preceduto sul tempo nel prenotare il dominio!

2) L’articolo (o recensione) che ami di più su Sodapop (i tuoi non valgono).
Le monografie, praticamente tutte: perché si capisce che sono scritte davvero con il cuore e la passione, ma al contempo cercano di essere obiettive e sono molto curate.

3) E’ vero che gli Mp3 porteranno i musicisti a morir di fame?
Le major porteranno i musicisti a morire di fame! Tra i link di Sodapop c’è quello al famoso articolo di Courtney Love su quanto una major guadagna su di un musicista: impressionante! Nell’ambito della musica indipendente, con alla base il Do It Yourself, l’mp3 è solo un bene: ho conosciuto tantissime band grazie a siti come il già citato www.epitonic.com, www.insound.com e www.mp3it.com .

4) La band che magari "per definizione" non potrebbe mai apparire sulla tua webzine.
Mhh… La lista è enorme! Uno su tutti, Jovanotti, per me imbarazzante in ogni sua incarnazione, da Cecchetto ai giorni nostri.

5) La canzone che hai goduto di più a "scaricarti" dalla rete.

Ice Cube, “Today Was A Good Day”: gran pezzo davvero.
6) Questa è di rito: la più bella frase di una canzone. No so dartene una in assoluto, le canzoni che ho in testa cambiano con lo scorrere della mia vita. Al momento Guided By Voices, Game Of Pricks “You don’t have to be strong, you can only be free”.

La rete ha indubbiamente aperto orizzonti (e voragini) inimmaginabili fino a pochi anni fa; si potrebbe disquisire all’infinito sul presunto appiattimento culturale e di informazioni che ci arriva dal web, ma per quanto mi riguarda vale sempre la regola che, se sei curioso, hai sempre la possibilità di documentarti fino al livello che desideri.
Sodapop è una piccola stella nella galassia e offre cultura. Pop-ular certamente, ma pur sempre cultura.

di Marco Giorcelli

We are an happy family: me, mum and daddy.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

The children act Il verdetto Di Richard Eyre Drammatico 2017 Giudice dell'Alta Corte britannica, Fiona Maye è specializzata in diritto di famiglia. Diligente e persuasa di fare sempre la cosa giusta, in tribunale come nella vita, deve decidere del destino di Adam Henry, un diciassettenne testimone di Geova... Guarda la scheda del film