Vendere online: come approcciare il commercio elettronico - Magazine

Vendere online: come approcciare il commercio elettronico

Attualità Magazine Venerdì 9 luglio 2021

Magazine - Così come nel resto del mondo, anche in Italia l’e-commerce ha conosciuto e sta conoscendo un livello di sviluppo decisamente interessante, al punto da essere ritenuto il canale privilegiato per le vendite. Appurato che il commercio elettronico può avere successo, resta solo da capire come si può fare per entrare in contatto con la vasta platea di consumatori online. Ovviamente, c’è bisogno di un sito e-commerce: i marketplace, invece, sono piattaforme online grazie a cui è possibile mettere i propri prodotti in vetrina.

Che cosa si vende

Nel momento in cui si progetta la costruzione di un e-commerce, è sempre importante ricordare che non è il negozio a dover essere venduto, ma il prodotto; o, per essere più precisi, una serie di prodotti. Nel caso in cui gli articoli che si propongono non riescano a competere con tutte le altre offerte che sono disponibili sul web, non ci si può attendere un risultato soddisfacente. In altri termini, a prescindere dal fatto che si opti per un e-commerce o per un marketplace, occorre avere la consapevolezza che il sito non è che uno strumento, il quale viene dopo la strategia che si ha in mente di sfruttare.

Quali obiettivi devono essere raggiunti

La corretta gestione delle vendite online presuppone un impegno costante, un buon bagaglio di conoscenze e molta dedizione. Tutte queste caratteristiche sono essenziali anche per riuscire a individuare in maniera precisa il tipo di pubblico che si ha in mente di raggiungere. I consumatori possono essere classificati in categorie e distinti a seconda delle loro specifiche esigenze. Nel caso in cui, per esempio, il target sia rappresentato da una persona anziana, c’è bisogno di testi e di un font che rispecchino le abitudini e i comportamenti di acquisto dei consumatori un po’ in là con gli anni.

Gli adempimenti burocratici

Anche per la creazione di un e-commerce è necessario seguire un iter burocratico ben preciso, proprio come avviene con un negozio tradizionale. Ciò vuol dire che c’è bisogno della partita Iva, e in alcuni casi anche di una società iscritta presso il registro delle imprese. Prima di lanciarsi nel mondo delle vendite online è indispensabile conoscere i provvedimenti normativi in vigore, relativi tra l’altro alle tutele a beneficio dei consumatori: basti pensare, per esempio, al diritto di recesso. La logistica è un altro dei fattori che è opportuno prendere in considerazione con la massima attenzione, visto che i prezzi di vendita sono influenzati anche dalle consegne e dallo stoccaggio.

A chi rivolgersi per implementare un progetto web

Per l’implementazione di un progetto web di comprovata efficacia ci si può rivolgere ad Emmè Pubblicità, web agency Catania che mette a disposizione dei propri clienti un nutrito staff di professionisti in grado di offrire serietà e competenza. Gli esperti dell’agenzia si occupano della progettazione di e-commerce e siti web di qualunque genere, inclusi i blog; in ogni caso sono in grado di dare vita a pagine web che assicurano un notevole impatto visivo. I siti possono essere gestiti anche se non si hanno competenze di Css e Html. Non solo: chi si rivolge a Emmè Pubblicità può beneficiare anche dei vantaggi offerti dalle campagne pay per click e da tutte le altre attività di promozione.

Il CMS

Per un e-commerce di livello professionale non si può prescindere dal ricorso a un CMS, meglio se in lingua italiana: si tratta di una piattaforma attraverso la quale è possibile gestire la creazione e la pubblicazione dei vari contenuti online. Prima, però, c’è bisogno di procurarsi uno spazio hosting, dove il CMS potrà essere messo a punto. Alcuni server sono dedicati in maniera specifica agli e-commerce, e forniscono gli strumenti necessari per la costruzione del sito. Wordpress è uno dei CMS che possono essere utilizzati, oltre che per la realizzazione di un blog, anche per la costruzione di un e-commerce.

Tutti i buoni motivi per scegliere Wordpress

Quello di Wordpress è uno dei software open source più noti al mondo: la sua caratteristica più interessante è rappresentata dalla semplicità di utilizzo, al punto che per gestire il CMS non serve essere in possesso di particolari competenze di natura informatica. In più, Wordpress offre un supporto prezioso per la realizzazione di contenuti ottimizzati e, quindi, in grado di ottenere un ottimo posizionamento sui motori di ricerca. Infatti, è possibile scaricare numerosi plug-in, quasi sempre gratuiti. È importante ricordarsi di aggiornare i plug-in in parallelo con gli aggiornamenti della piattaforma, anche se con il tempo lo spazio si può ridurre. Una valida alternativa a Wordpress può essere individuata in Joomla, che è un po’ meno facile da utilizzare rispetto a Wordpress ma che consente di raggiungere un livello di personalizzazione molto alto. Tuttavia, ha margini di miglioramento abbastanza importanti dal punto di vista della sicurezza.