Weekend Magazine Venerdì 5 gennaio 2001

La terza giornata: Profumo di erbe

Magazine - Siamo arrivati adesso alla terza giornata, quasi una continuazione del secondo itinerario: Leggi l'articolo .
Per raggiungere Sale S.Giovanni ci lasciamo alle spalle l’agriturismo e guadagniamo velocemente quota raggiungendo la cresta spartiacque da dove potremo godere un’ampia veduta sulla vallata.
Percorrendo uno stupendo tracciato che viaggia per alcuni chilometri in cresta raggiungiamo la Pieve di S.Anastasia costruita dai monaci Benedettini verso l’XI secolo per poi continuare attraverso fitti boschi di castagni fino all’abitato di Sale S.Giovanni.
Il paese si presenta sotto forma di borgo medioevale:il castello sulla sommità, le imponenti mura di recinzione con due porte di entrata, la chiesa ed una serie di abitazioni addossate le une alle altre tutte all’interno delle mura.
Lasciando il borgo , fuori le mura, possiamo visitare prima la pieve di S.Sebastiano con all’interno semplici ma suggestivi affreschi raffiguranti una allegoria della morte come imparziale ed estrema giustiziera, per poi incontrare la pieve di S.Giovanni Battista in stile lombardo romanico.
Perdendo leggermente quota incontriamo i primi campi coltivati ad erbe officinali:issopo, salvia, timo per poi raggiungere i campi in cresta coltivati a lavanda, finocchio e melissa.
Per il rientro possiamo scegliere tra un tracciato che mantiene la cresta oppure tra quello che ridiscende nuovamente nel vallone per poi risalire bruscamente fino all’agriturismo da cui eravamo partiti; entrambi i tracciati presentano tratti caratteristici altenando fitti boschi a coltivi di prato immersi in lunghi silenzi scossi dallo zufolo del vento.
In questo itinerario la cavalcata è prima di tutto ascolto;dei passi dell’animale,del vento,del fruscio degli alberi, è contatto con il cuoio della sella, con le redini che danno sicurezza, con il collo forte del cavallo, è il sapore di una avventura possibile.
Renato ci accompagna nella visita ai suoi campi illustrandoci le diverse qualità di erbe coltivate con l’entusiasmo di chi questo lavoro e questa vita li ha scelti e non subiti da non interpretare retoricamente come un “alternativo” ma semplicemente come uno che ha fatto di un vecchio mestiere un nuovo tipo di vita.
Sviluppo 18 Km
Tempo di percorrenza circa 6 h (con soste per visita )
Dislivelli : 350 mt
Percorso: terra battuta 40% - erba 30% - ciottoli 25% - asfalto 5%

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film