Pulsee Play For Future 2021: il programma tra challenge e call for ideas - Magazine

Pulsee Play For Future 2021: il programma tra challenge e call for ideas

Attualità Magazine Giovedì 3 giugno 2021

Pulsee Hackathon 2019
Altre foto

Magazine - Le nostre esigenze modificate dall’ultimo anno e la necessità di nuovi servizi e soluzioni che aiutino ad acquisire maggiore consapevolezza dei consumi energetici e a sviluppare un senso di responsabilità collettiva in relazione ai nostri stili di vita, ai nuovi modi di lavorare, di vivere le passioni e la quotidianità. A questi temi vuole rispondere il format che chiama a raccolta gli innovatori. Montepremi finale di 10 mila euro e un corso di formazione su tematiche legate all’innovazione.

Axpo Italia, che anche quest'anno è stata sponsor della Milano Digital Week, con il suo brand Pulsee, operatore di luce e gas 100% digitale, ha di recente lanciato Pulsee Play For Future 2021, un programma di Open Innovation sviluppato su 3 sfide per supportare la generazione di idee e l’acquisizione di competenze utili in un mercato in continua trasformazione come quello dell’energia. Tanti e prestigiosi partner del progetto: da SheTech, associazione no profit nata con l'obiettivo di colmare il gender gap nel mondo della tecnologia, del digitale e dell'imprenditoria, a Fondazione Cariplo, dall’Università di Genova ad Impactscool, organizzazione che lavora sulla creazione di una maggiore consapevolezza sugli impatti delle tecnologie emergenti nella società.

Il programma si estenderà fino agli inizi del prossimo anno con uno sviluppo su 3 call for ideas cui potrà partecipare chiunque sia in fase di sviluppo di un’idea imprenditoriale o ne abbia qualcuna cui voler dare il giusto slancio. Giovani talenti, studenti universitari, laureati e laureandi, appassionati di tecnologia, sviluppatori, esperti di UX/UI, comunicatori, innovatori, curiosi, cittadini consapevoli, community attive e startup. Tutti invitati a prendere parte alle sfide che si articoleranno lungo il corso dell’anno e che vedranno un hackathon finale, in calendario a gennaio 2022, cui parteciperanno i nove finalisti delle 3 challange. I team si contenderanno il montepremi finale di 10.000 euro cui si aggiunge un corso di formazione su tematiche legate all’innovazione.

L’intero programma potrà contare sulla mentorship di tre ambasciatori d’eccezione che guideranno i partecipanti durante le sfide e ne indirizzeranno le proposte. Sono Enrica Arena, ideatrice di Orange Fiber start up pluripremiata che unisce la sostenibilità al fashion creando tessuti sostenibili dagli scarti degli agrumi, Chris Richmond ideatore di MyGrants, la startup Edu-Tech che aiuta i migranti nel loro processo di inserimento, dalla formazione al lavoro e Cristina Pozzi CEO e co-founder di Impactscool, la prima impresa italiana di ricerca, consulenza e formazione dedicata al Futures Critical Thinking e che lavora sulla creazione di una maggiore consapevolezza sugli impatti delle tecnologie emergenti nella società.

Enrica Arena ha così commentato: «Credo che diffondere i valori della tutela sociale ed ambientale sia una priorità per ogni settore e mi auguro che l’esperienza maturata con Orange Fiber possa contribuire ad ispirare i partecipanti a generare nuove idee per la costruzione di un futuro più virtuoso».

«Le grandi opportunità vengono generate in contesti di estrema avversità», evidenzia Chris Richmond, altro ambassador di Pulsee Play For Future - .«Fare di più e meglio con meno, in avversità, diventa una necessità. E in avversità, il tempo assume tutto un altro sapore, oltre che spessore e le comuni priorità tornano finalmente ad essere le nuove urgenze. Frustrazione, disorientamento e indifferenza si trasformano in energia pensante, propositiva e produttiva. Innovativa. Cerchiamo individui capaci di assumersi più della loro parte di responsabilità, inclusa quella fatidica decisione: Siamo le persone più competenti al momento ideale nel mercato più bisognoso?»

«Mai nella storia dell'umanità durante una pandemia abbiamo avuto l'opportunità di continuare a comunicare, interagire e portare avanti il nostro lavoro». Così Cristina Pozzi CEO e co-founder di Impactscool, «Lo abbiamo potuto fare perché siamo entrati in un'epoca nuova, dove il digitale è diventato una nuova dimensione delle nostre vite. Abbiamo strumenti straordinari a disposizione oggi per seguire e coltivare le nostre passioni, valorizzare il nostro tempo e curare la nostra crescita personale. Dopotutto, come scrisse Victor Hugo: Non c’è niente come un sogno per creare il futuro, e allora facciamoci guidare dalle passioni e costruiamolo insieme!».

La prima challenge, dedicata a Green & Digital, è partita a marzo scorso e si chiuderà il 4 giugno 2021. Obiettivo di questa prima sfida è stato comprendere come si possano cambiare i nostri stili di vita e di consumo generando idee innovative e disruptive nel e per il settore energetico. La sfida è rivolta a chiunque ritenga di avere l’intuizione giusta per rendere anche l’ultimo miglio della filiera dell’energia, quello della distribuzione e del consumo, più sostenibile e consapevole.

Dopo il processo di valutazione che selezionerà il migliore progetto di questa prima challenge, sarà tempo di dedicarsi alla seconda call, call incentrata sull’attualità: New normal. Dal 21 giugno e al 10 settembre i partecipanti potranno sfidarsi su idee per la gestione della quotidianità. Le nostre abitudini nel mondo post Covid sono molto diverse da quelle cui eravamo abituati e la challenge mira a generare idee innovative per gestire il tempo, un concetto che ha assunto nuove sfumature, e ottimizzare la vita professionale riuscendo a trasferire valori e abitudini passate in un contesto del tutto nuovo e inedito. Tra smart working, entertainment e virtual meeting, nuovi stimoli cercasi.

La challenge #3 è Lifestyle & Passion. Partirà il 20 settembre per concludersi il 10 dicembre e si prefigge l’obiettivo di trovare soluzioni innovative che modifichino e agevolino il nostro stile di vita: nuove o vecchie passioni, hobby e tempo libero. Gaming, musica, cucina, intrattenimento e social network, la sfida è trovare o ritrovare ciò che ci diverte e ci appassiona, anche nell’era del distanziamento, rendendo l'analogico sempre più avvicinabile al digitale.

I dettagli su Pulsee Play for Future sono disponibili sul sito di Pulsee.

Fotogallery