La calvizie si può rallentare o fermare? Consigli su cosa fare - Magazine

La calvizie si può rallentare o fermare? Consigli su cosa fare

Attualità Magazine Martedì 1 giugno 2021

Magazine - Quando si cominciano a perdere i capelli, la domanda che tutti si fanno è sempre la stessa: si può rallentare o bloccare la caduta dei capelli? Scopriamolo in questo articolo.

Cominciamo con un dato di fatto: tutti noi perdiamo i capelli e, fintanto che questa condizione è fisiologica, non c’è alcun motivo di allarmarsi. Il ciclo di vita del capello è fatto di diverse fasi e alla caduta segue naturalmente la ricrescita, mantenendo la capigliatura in equilibrio. Ci sono però casi in cui la perdita di capelli si fa più consistente e soprattutto non viene sostituita da nuovi capelli: in questi casi si può parlare di calvizie. Quando si comincia a notare una perdita massiccia di capelli, è possibile rallentare o addirittura bloccare questo fenomeno? Che cosa si può fare?

Istituto Helvetico Sanders, da oltre trent’anni nel campo della tricologia, ci suggerisce alcuni preziosi consigli e rimedi contro la calvizie, adatti sia agli uomini che alle donne.

Si può bloccare la caduta dei capelli?

Per rispondere a questa domanda bisogna capire prima di tutto la causa che porta alla perdita di capelli. Ci sono infatti moltissimi fattori che potrebbero innescare una caduta di capelli eccessiva.

  • Un’alimentazione scorretta, con carenze di alcune vitamine o sali minerali, può causare indebolimento dei capelli e quindi favorire la caduta. Per risolvere il problema, saranno necessari alcuni esami del sangue specifici che mettano in chiaro quali integratori possono aiutare.
  • Lo stress è una delle cause più comuni che porta alla caduta dei capelli quindi se vi trovate in un periodo particolarmente impegnativo o stressante, potrebbe essere proprio questo il problema su cui intervenire. La buona notizia è che, una volta superato lo stress, la capigliatura dovrebbe tornare come prima.
  • Le cause ormonali, specialmente nelle donne, sono spesso responsabili di un cambiamento del ciclo di vita dei capelli. Per esempio in menopausa oppure durante l’allattamento è possibile notare una caduta anomala. Diverso il discorso per quando riguarda l’alopecia androgenetica, una condizione genetica che è la principale causa di calvizie in uomini e donne e che richiede un trattamento professionale per essere curata.
  • Infine, alcuni trattamenti farmacologici potrebbero portare come effetti collaterali una perdita eccessiva dei capelli. In questo caso, dovrete parlarne con il vostro medico per capire se si può sostituire il farmaco con uno equivalente.

I rimedi per fermare la caduta dei capelli

Individuata la causa, è possibile anche trovare il rimedio. La prima cosa da fare quando si nota una perdita anomala di capelli è quindi fare un test genetico per individuare il fattore scatenante: è l’unico modo per capire se si ha a che fare con una condizione genetica oppure con un fenomeno transitorio.