I luoghi più belli della Sardegna da visitare in vacanza - Magazine

I luoghi più belli della Sardegna da visitare in vacanza

Attualità Magazine Giovedì 29 aprile 2021

© Pixabay

Magazine - La Sardegna, grazie alle sue spiagge candide posizionate sulla bellissima costa, è spesso definita come un paradiso posizionato nel cuore del Mediterraneo. Tuttavia, l’isola è piena di sfumature da cogliere ed i luoghi che la caratterizzano sono molteplici, rendendola una meta ideale per qualsiasi tipo di vacanza si voglia fare: immersa nel verde, a tutto relax, alla scoperta di luoghi storici o ancora incentrata sul divertimento. Tuttavia, ci sono delle zone davvero suggestive che vale la pena visitare durante il proprio soggiorno, indipendentemente dallo stile della vacanza. 

Bastione di Saint Remy

Il bastione di Saint Remy è una delle fortificazioni più importanti non solo di Cagliari, ma anche dell’intera Sardegna, situato nel quartiere Castello. Esso è stato costruito sulle antiche cortine difensive della città medioevale, ed il suo nome deriva dal primo Viceré Piemontese, cioè il barone di Saint-Remy. Per raggiungerlo, basta prendere uno dei traghetti per la Sardegna in direzione Cagliari: il bastione si trova a soli 2,5 km.

Le grotte di Nettuno

Situate ad Alghero, le grotte di Nettuno, sono le grotte più importanti dell’Isola, con la loro estensione di 6 km. Come suggerisce il nome, esse sono dedicate al Dio Nettuno, e sono state scavate dall’acqua dolce per milioni di anni. Infatti, al loro interno sono state rinvenute delle tracce che si ritengono essere risalenti al neolitico.  Raggiungere le grotte è possibile tramite un traghetto, oppure scendendo una scalinata composta da circa 600 gradini. Se si opta per quest’ultima soluzione, è possibile ammirare la costa ed i panorami che tolgono il fiato.

Parco della Giara

La Giara di Gesturi è un altopiano situato nella Sardegna centro-meridionale ed ospita una specie di cavallini molto rari in Europa, chiamati, appunto cavallini della Giara. Il parco, però, ospita più di 100 specie di animali, non solo i cavallini, e più di 350 specie botaniche tipiche della macchia mediterranea. Sia le specie animali che vegetali si possono ammirare e conoscere attraverso le escursioni organizzate. Inoltre, nell’area della Giara di Gesturi vi sono anche alcuni monumenti archeologici, come il nuraghe di Barumini, conosciuto anche come Su Nuraxi, patrimonio dell’Unesco dal 1997.

Tempio-Altare di Monte D’Accoddi

Si tratta di un monumento che rappresenta l’espressione della sacralità della civiltà prenuragica, situato a pochi km da Sassari. Questo ziqqurat è sicuramente unico in tutta Europa, per via della tipologia architettonica e la forma piramidale che lo caratterizza. Inoltre, gli ziqqurat erano edifici dedicati al sole, ma si ritiene che questo tempio-altare sia stato dedicato, invece, alla luna. Grazie al sapiente lavoro fatto dagli archeologi, a partire dal 1952, anno di scoperta del monumento, si è appreso che la costruzione del sito è avvenuta in più fasi, a partire dal 3000 a.C., con l’edificazione di un primo altare intonacato con l’ocra rossa.

Murales di Orgosolo

I murales di Orgosolo sono un’espressione artistica che, a partire dal ‘900, sono apparse sulle facciate delle abitazioni del centro della Sardegna, per dar voce alle proteste dei cittadini. Passeggiando in questa città,tra la natura incontaminata, è possibile dedicarsi alla lettura dei murales disegnati sui muri in pietra, a volte accompagnati anche dalcanto dei tenori. Gli usi, i costumi della terra sarda, le rivendicazioni politiche, la vita contadina, gli uomini a cavallo: tutto ciò è raccontato con cura daivivaci disegni.