Ora legale domenica 28 marzo. Potrebbe essere l'ultima (o forse no?) - Magazine

Ora legale domenica 28 marzo. Potrebbe essere l'ultima (o forse no?)

Attualità Magazine Giovedì 25 marzo 2021

Magazine - Ormai smartphone, computer, tablet e orologi digitali lo fanno in automatico, ma con gli orologi analogici dovremo ancora farlo a mano. Quindi state pronti domenica 28 marzo a mandare avanti di un'ora le lancette, perché alle 2 del mattino torna l'Ora Legale, che consentirà di sfruttare maggiormente le ore di luce. Con il ritorno dell'ora legale si entra nella stagione delle giornate lunghe e delle sere luminose, oltre che del risparmio eneretico: si calcola che tra il 2004 e il 2020 si siano risparmiati circa un miliardo e 700 milioni di euro grazie all'ora legale.

Risparmio energetico sì, ma scombussolamento fisico. Con l'ora legale e le lancette che vanno avanti di un'ora, si dormirà un'ora in meno, fatto che potrebbe in alcuni provocare un po' più di stress e stanchezza. I consigli degli esperti sono sempre gli stessi: provare ad adattare il proprio bioritmo alla nuova ora un poco alla volta, andando a dormire dieci minuti prima nei giorni che precedono al cambiamento ed evitando l'uso di apparecchi elettronici prima del sonno.

Se siete tra quelli che detestano il cambio dell'ora, sappiate che quello del 2021 per molti paesi europei sarà l'ultimo. Francia, Germania, Finlandia, Lituania, Svezia ed Estonia hanno risposto alle direttive Europee che chiedono un orario unico. L'Italia, invece, per il momento continua a scegliere i due orari, come stabilito durante il secondo governo Conte. La pressione per un orario unico arrivava soprattutto dai paesi del Nord, dove la luce naturale in estate è già più che sufficiente. Non è così nei paesi mediterranei, come l'Italia, dove il cambio dell'ora ha ragioni anche energetiche.

Insomma per il momento lancette avanti, poi si vedrà. Di certo se andremo a Nizza, a Parigi o Berlino capiterà di dover spostare gli orologi.