9 cose da vedere a Firenze, tra Duomo, Uffizi e Ponte Vecchio - Magazine

9 cose da vedere a Firenze, tra Duomo, Uffizi e Ponte Vecchio

Attualità Magazine Lunedì 1 marzo 2021

Magazine - In quest’articolo troverete nove diverse attrazioni di Firenze: luoghi da visitare in viaggio anche in un solo giorno, per ammirare il meglio di questa stupenda città d’Arte, giustamente famosa in tutto il mondo.

Basilica Santa Maria Novella

Anche se non viene considerata dalle guide un must da vedere, questa chiesa merita di essere visitata tra le prime cose della città, anzi è un buon inizio per la visita a Firenze: la facciata in marmo è un’opera degna di ammirazione di Jacopo Talenti e Leon Battista Alberti. L’interno della chiesa è pieno stile gotico e presenta capolavori come la Trinità di Masaccio, affreschi di Ghirardello e un crocifisso opera di Giotto.

Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia dista dalla Basilica di Santa Maria Novella circa dieci minuti di passeggiata. Tre le opere più importanti, abbiamo il gruppo del Ratto delle Sabine, eseguito dal Giambologna. Le dimensioni dell’opera in gesso sono notevoli. Presente nella stessa sala, abbiamo l’opera “Madonna con Bambino, San Giovannino e due Angeli” realizzata nella seconda metà del 1400 da Sandro Botticelli.

Nel salone successivo vi è la Galleria dei Prigioni dove possiamo ammirare ben quattro sculture di Michelangelo Buonarroti chiamate Prigioni. Vicino alle statue delle Prigioni è presente la statua di San Matteo sempre iniziata da Michelangelo ma mai terminata. C’è poi da soffermarsi sulla Pietà Palestrina, scolpita da Michelangelo.

Al termine, ecco il pezzo forte della Galleria dell’Accademia: la più importante e celebre statua del Michelangelo, il David. Semplicemente un capolavoro dalle forme perfette.

Duomo e campanile di Giotto

Il Duomo è una delle chiese più grandi dell’Europa intera, e viene per grandezza appena dopo San Pietro a Roma, il Duomo milanese e la Cattedrale spagnola di Siviglia.

Da fare assolutamente: salire sulla cupola progettata dal Brunelleschi, sia per ammirare la vista su tetti e piazze della città toscana, sia per fare l’esperienza dei suoi 465 gradini. Sempre da ammirare da vicino gli affreschi del Vasari. Salendo in cima, si può godere di uno dei panorami più belli di Firenze.

Campanile di Giotto

Il Campanile del Giotto è una delle componenti più importanti di piazza del Duomo. Il progetto fu iniziato dal Giotto e ultimato da Andrea Pisano e Alberto Arnoldi, i quali modificarono il progetto originario perché portava problemi seri di stabilità. La torre che risulta è una delle torri campanarie più belle che ci siano al mondo. La salita fino alla cima vale la pena di affrontare gli oltre 400 scalini, con cui, con una certa fatica si raggiunge il punto più alto del campanile.

Casa Museo di Dante

Dante Alighieri, il sommo poeta e padre della nostra lingua, autore del capolavoro poetico la Divina Commedia, nacque nel lontano 1265 proprio nel luogo dove è sorto il museo. La Casa di Dante è una struttura museale divisa in tre piani, dove si può vedere una raccolta di documenti e reperti storici che ripercorrono la vita del Poeta.

Piazza della Signoria

La piazza della Signoria è stata centro della vita politica della città. Testimone di eventi storici di portata vastissima, come il ritorno della famiglia Medici a Firenze.

In Piazza della Signoria il celebre frate predicatore Girolamo Savonarola fece il rogo dei libri e dei dipinti da lui considerati empi e peccaminosi. Nella stessa piazza il frate venne bruciato, un anno dopo. Sempre in piazza della Signoria è possibile ammirare statue interessanti: Ercole e Caco di Baccio Bandinelli; la copia del David michelangiolesco.

La Fontana del Nettuno è un’opera notevole, presente nella piazza e fu realizzata da Bartolomeo Ammannati. Abbiamo poi la Statua equestre di Cosimo dei Medici, una grande statua bronzea che rappresentò la prima grande scultura equestre, realizzata nell’importante città toscana.

Palazzo Vecchio a Firenze

Palazzo Vecchio è uno dei più importanti simboli della città. Edificato nel tredicesimo secolo, presenta ambienti molto ricchi sul piano storico. Il Salone dei Cinquecento è assolutamente da visitare e vedere con attenzione. Da settecento anni Palazzo Vecchio è la sede ufficiale del governo. Qui sono presenti capolavori come la Giuditta di Donatello; le pitture del Bronzino; il Genio della Vittoria di Michelangelo Buonarroti.

Gli Uffizi

Gli Uffizi sono giustamente tra i Musei più belli e visitati del mondo. Sono presenti in questo luogo di tesori dell’Arte la Nascita di Venere di Sandro Botticelli; la Primavera sempre del Botticelli, un’opera ricca di significati allegorici. Poi la parte centrale di un trittico: la Battaglia di San Romano di Paolo Uccello. Gli altri quadri furono venduti ai musei del Louvre e alla National Gallery. Inoltre abbiamo opere di alto valore come i duchi di Urbino di Piero della Francesca; l’Annunciazione di Leonardo da Vinci; la Madonna del Cardellino di Raffaello Sanzio.

Ponte Vecchio a Firenze

Questo celebre e visitato ponte venne costruito in un punto dove l’Arno era attraversato da un’opera romana e fino all’anno 1218 era l’unico ponte passare il fiume. Durante la seconda guerra mondiale i nazisti distrussero tutti i ponti della città risparmiando, fortunatamente, proprio Ponte Vecchio. Nel tempo sopra questo vecchio ponte erano presenti macellerie, poi sfrattate dalla famiglia dei Medici che vollero presenti sul Ponte Vecchio solo botteghe di oreficeria.