Come piegare il plexiglass - Magazine

Come piegare il plexiglass

Attualità Magazine Venerdì 26 febbraio 2021

Magazine - Se ti stai chiedendo qual è la maniera ideale per piegare al meglio il plexiglass, non dovrai far altro che continuare a leggere questo articolo nel quale ogni tua domanda troverà una valida risposta.

Il plexiglass e le sue caratteristiche

Il plexiglass è un materiale plastico molto versatile che risulta essere molto pratico e molto indicato per diversi utilizzi.
Esso infatti viene ampiamente utilizzato nei campi dell'architettura, dell'Industria ma anche nel campo pubblicitario e dell'oggettistica, poiché si rivela essere un materiale efficiente, molto resistente e stabile nel tempo.
Esso è molto richiesto per via della sua trasparenza che consente un'alta trasmissione di luce e per la sua grande resistenza ad urti e danni ma anche all' azione di agenti atmosferici.
È inoltre disponibile in diverse varietà, ed è altamente personalizzabile con colori e finiture diverse che lo renderanno molto facile da pulire.
Possiamo quindi descriverlo come un materiale estremamente leggero che risulta essere ipoallergenico e antibatterico.
Per poter essere utilizzato al meglio però, necessita di importanti lavorazioni, come ad esempio il taglio laser, la curvatura e la piegatura.

Come piegare il plexiglass in maniera professionale

Piegare il plexiglass è un'arte che richiede numerose competenze per far sì che il risultato finale sia all'altezza delle aspettative del cliente.
Per piegare il plexiglass professionalmente è importante disporre di un riscaldatore o di una macchina piegatrice speciale dotata di un filo di riscaldamento.
In commercio esistono molti macchinari che agiscono manualmente per piegare il plexiglass in maniera professionale.
Queste piegatrici sfruttano la tecnologia di fasci infrarossi che, essendo molto stretti, riescono a conferire un punto di piega preciso e netto.
Bisogna sempre tenere a mente che il plexiglass è un materiale molto resistente e molto duro da trattare, però è altrettanto facile da modellare e molto più difficile da scalfire.
Per piegare un foglio di plexiglass basterà fissarlo ad una morsa ed evitare che le aree metalliche entrino in contatto con la superficie da trattare, in modo da evitare la formazione di imperfezioni che potrebbero incidere in maniera negativa sul risultato finale.
Successivamente bisognerà procurarsi una pistola ad aria calda, accenderla ed avvicinarla al plexiglass in modo che il calore venga distribuito uniformemente su ogni lato. In questo modo il plexiglass comincerà ad ammorbidirsi e tenderà ad assumere la curvatura ideale.
Ovviamente si tratta di un processo molto lungo che richiede diverso tempo per poter avvenire nel migliore dei modi, ma una volta raggiunta la curvatura del plexiglass desiderata, bisogna attendere il raffreddamento del materiale per evitare che la forma assunta non si vada a danneggiare.
Quando il plexiglass risulterà completamente freddo, potrà finalmente essere rimosso e sarà pronto all'utilizzo di destinazione.

A quale angolo di curvatura si piega il plexiglass?

Per piegare il plexiglass bisogna prendere in considerazione l' angolo di curvatura dello stesso.
Trattandosi di un materiale termoplastico esso può essere lavorato a diverse temperature, ma necessita di un angolo di curvatura da ricreare nel punto della lavorazione attraverso l'utilizzo di una fonte di calore.
L'angolo di curvatura del plexiglass avviene sulla base della direzione della fonte del calore, che in seguito alla formazione delle bolle, prevede un periodo utile di asciugatura prima di procedere ad ulteriori lavorazioni.
Questo metodo di piegatura del plexiglass può essere utilizzato anche nel caso vi sia poca conduttività termica.
L'angolo di piegatura, in questo caso, potrà essere più versatile ed una volta raggiunta la temperatura ideale, il materiale non sarà sottoposto ad ulteriori fonti di stress.

A che temperatura si piega il plexiglass?

La temperatura che consente la piegatura del plexiglass varia in base alle tecniche di lavorazione che si deciderà di intraprendere.
Per ottenere delle piegature ottimali bisogna sapere che il plexiglass inizia a piegarsi a 100°C, dove si assiste al rammollimento della materia che diventa gommosa consentendo la lavorazione del materiale.
In base all'utilizzo è possibile impostare temperature diverse, ma bisogna ricordarsi che più questa sarà alta più esso si rivelerà duttile e malleabile, ma richiederà un tempo di raffreddamento più lungo per assumere la posa e la forma richiesta.

Come piegare tubi o tondini di plexiglass

Ti sei chiesto come piegare tubi di plexiglass o come piegare tondini di plexiglass? Devi sapere che esistono vari metodi per farlo.
Ovviamente si tratta di lavorazioni molto precise e delicate che richiedono il coinvolgimento di un professionista per poter essere ricreate al meglio.
I tubi in plexiglass possono essere utilizzati per diversi settori, soprattutto se si tratta della lavorazione dei tubi in plexiglass trasparente, e solitamente vengono realizzati in sessioni da 100 mm, anche se è possibile richiedere un diametro diverso che potrà essere realizzato su misura all'occorrenza.
La stessa cosa vale per i tondini che possono essere reperiti in misure standard ma anche essere realizzati al momento qualora si ricercassero delle misure meno convenzionali.
Anche in questo caso si procederà a sfruttare l'ausilio di aria calda, in modo tale che la curvatura del plexiglass trasparente possa avvenire in un tempo moderato, che ne consenta la deformazione permettendo al materiale di assumere la forma e l'aspetto desiderati dal committente.
Trattandosi di un materiale molto valido, ogni tondino e ogni tubo realizzato in plexiglass potranno essere utilizzati per diversi scopi e differenti ambiti.

Come piegare il plexiglass fai da te a casa?

Non sempre si ha la possibilità di rivolgersi a un professionista del settore per richiedere la piegatura del plexiglass, per cui si cercano dei metodi e delle soluzioni che permettono di piegare il plexiglass a casa propria ricorrendo all'arte del fai da te.
Ma è possibile lavorare il plexiglass senza avere delle particolari conoscenze o si rischia solamente di incappare in danni seri e irreparabili?
Esistono numerosi tutorial che insegnano come piegare il plexiglass trasparente a casa propria, e basterà seguirli per imparare le procedure di base atte ad ottenere un ottimo lavoro.
Per piegare il plexiglass a casa bisogna procurarsi una lastra di plexiglass e dotarsi di una maschera e delle fonti di calore.
Per conferire curvature al plexiglass si può procedere a utilizzare delle torce a butano o delle pistole termiche che sono in grado di raggiungere le temperature di calore necessarie a far sì che il plexiglass si deformi.
Ovviamente più la lastra di plexiglass sarà spessa e più sarà necessario un arco di tempo lungo per poterla deformare.
Bisognerà sottoporre la lastra di plexiglass all'azione del calore finché esso non si piegherà, e allora sarà possibile procedere alla modellatura del materiale.
Infine bisognerà attendere il tempo necessario perché questo si raffreddi e possa essere utilizzato per lo scopo per il quale è stato destinato.
Per procedere alla lavorazione del plexiglass è fondamentale munirsi di maschere protettive e guanti che eviteranno scottature e ustioni alle mani e agli occhi, e agire presso un luogo di lavoro ben ventilato che non consenta un accumulo di calore potenzialmente pericoloso.