Escursioni in montagna in inverno: facili passeggiate per tutti tra boschi e prati innevati - Magazine

Escursioni in montagna in inverno: facili passeggiate per tutti tra boschi e prati innevati

Cultura Magazine Lunedì 4 gennaio 2021

© Pixabay

Magazine - La montagna quando viene avvolta dal soffice velo della neve, assume un aspetto incantato, quasi magico. Il rumore dei nostri passi sullo scricchiolio della neve, tra il profumo degli alberi, ci porta in un mondo incantato. Non stiamo ovviamente parlando di sport e stazioni sciistiche, ma di un rapporto diretto con la natura per una semplice passeggiata, dove potrete facilmente incontrare anche lepri, scoiattoli e caprioli.

Se i sentieri sono ben battuti sono percorribili anche soltanto con i doposci o scarponcini adatti, altrimenti può essere molto divertente provare le racchette da neve.

Tutto l’arco alpino del nord Italia è ricco di bellissime passeggiate…gratuite. Abbiamo già visto alcune possibili escursioni in Piemonte, oggi ve ne suggeriamo altre in Valle d’Aosta, Trentino, Alto Adige e Veneto.

  • Valle d’ Aosta

Molti di voi sicuramente conoscono l’immenso pianoro dei Prati di Sant’Orso a Cogne, con la splendida vista sulle cime del Gran Paradiso. Poco distante, dalla frazione di Gimillan, partono numerosi tracciati per ciaspole, come ad esempio l’Anello di Serve, un  percorso circolare che si snoda tra frazioni, boschi e pascoli con bellissime vedute panoramiche (dislivello 200 metri, lunghezza 3 chilometri, tempistica 1 ora).

In Valtorunenche, a circa metà vallata, si trova la località di Torgnon. Da qui potete fare una bella passeggiata per racchette da neve, partendo dal colle di San Pantalèone, arrivando senza problemi  alla cappella di Saint-Evence, sospesa tra cielo e neve. Se fate attenzione, ad un certo punto del percorso vedrete un vecchio cartello giallo (Sez Cruvö) che indica un sentiero verso sinistra: questa breve deviazione sul tracciato principale, vi porterà alla grotta degli gnomi (solo andata: dislivello 100 metri, lunghezza 2,5 chilometri, tempistica 1 ora).

  • Alto Adige

L’Alto Adige dispone di 80 chilometri di piste, regolarmente battute col gatto delle nevi. In Alta Val Badia, partendo dalla borgata di La Val, troverete il percorso Memento vivere che  porta alla suggestiva chiesa di Santa Barbara, camminando sempre su sentiero ben battuto dove non avrete necessità di calzare racchette da neve. Poco oltre sorge il campanile di San Genesio (solo andata: dislivello 170 metri, lunghezza 1,5 chilometri, tempistica 1 ora).     

Se è possibile prendere la funivia che da San Cassiano porta a Piz Sorega, arrivando a 2.000 metri di altitudine, arriverete a Pralongià.( https://www.pralongia.it/it/) Da qui parte un tracciato ben battuto che attraversa un grande pianoro su cui si affacciano le montagne innevate, fino ad arrivare all’ Űtia Bioch dove potrete rifocillarvi prima di tornare indietro.

  • Trentino

Un’escursione molto frequentata in estate, ma facilmente percorribile anche in inverno, è Il sentiero del Latemar La Foresta dei Draghi. La passeggiata ha una durata di circa mezz’ora e si raggiunge con la funivia Gardoné da Predazzo. Un sentiero tematico per bambini e famiglie, una passeggiata facile sulla neve tra opere di land art e panorami da fiaba.

  • Veneto

Se siete dalle parti di Cortina d’Ampezzo, porta d’ingresso al Parco delle Dolomiti d’Ampezzo e del Parco Naturale di Sennes e Fannes, poco prima della località vera e propria, dal parcheggio Sant’Uberto, lungo la SS51, parte una strada innevata che porta in modo graduale e piacevole al pianoro che anticipa la Valle del Boite e che ospita una malga.