Strategie di marketing: il successo passa per le ricerche di mercato - Magazine

Strategie di marketing: il successo passa per le ricerche di mercato

Attualità Magazine Mercoledì 16 dicembre 2020

Magazine - La globalizzazione e la trasformazione digitale stanno obbligando le aziende a un cambio di mentalità rispetto al passato, sfruttando i dati per costruire strategie di marketing più efficaci per ottimizzare la comunicazione, favorire la crescita e ridurre i costi.

Secondo la società di analisi MarketsandMarkets, il mercato della data integration dovrebbe passare soltanto negli Stati Uniti da 6,44 miliardi del 2017 a 12,21 miliardi di dollari entro il 2022, interessando tutti i settori e ogni tipo di attività aziendale.

Costruire un’impresa data-driven non è semplice. Tuttavia si tratta di un processo indispensabile se si vuole essere e restare competitivi.

Non si tratta solo di raccogliere dati, ma di utilizzarli nel modo giusto. Perché?

Per prendere decisioni consapevoli guidate dai dati, migliorare i margini operativi e incrementare la competitività.

D’altronde anche l’Unione Europea sta lavorando a un nuovo modello di governance dei dati, con previsioni di un aumento del volume di dati globale del 530% entro il 2025, con 10,9 milioni di professionisti specializzati nei dati entro i prossimi 5 anni.

La stima delle istituzioni comunitarie è quella di un mercato che potrebbe raggiungere gli 829 miliardi di euro nei 27 Paesi dell’Eurozona entro il 2025, valendo già 309 miliardi nel 2018 e rappresentando dunque il 2,4% del PIL europeo.

Il trend è chiaro: il futuro - anzi il presente - è nei dati.

Questi numeri mostrano l’importanza per le aziende di utilizzare i dati per gestire i propri processi operativi, a partire dalle strategie di marketing attraverso ricerche di mercato data-driven. In questo campo le opportunità di successo ci sono e sono molteplici.

Come funzionano le ricerche di mercato basate sui Big Data

Negli ultimi anni, alcune aziende specializzate hanno iniziato ad offrire servizi specifici per le imprese che vogliono sfruttare la digital transformation, in particolare con soluzioni dedicate per sviluppare strategie di marketing più efficienti.

È il caso degli esperti di Central Marketing Intelligence (CMI), agenzia che si occupa di ricerche di mercato per le aziende. Una realtà innovativa in grado di supportare tantissimi top brand nell’acquisizione di informazioni utili per potenziare il proprio business.

Oggi che il web è una preziosa e inesauribile fonte di dati, più che mai quella che fa la differenza è sapere dove cercare le informazioni per ottenere risultati concreti, evitando di sprecare tempo e risorse in attività non produttive. Servono metodi avanzati basati su sistemi di intelligenza artificiale che assicurino di raccogliere i dati giusti e riuscire ad elaborarli secondo le esigenze dell’azienda.

Tutto qui? Neanche per idea... Queste informazioni devono essere lavorate in modo corretto, per realizzare report chiari e dettagliati dai quali ricavare le indicazioni necessarie per migliorare le strategie di marketing.

Tool e software sono senz’altro strumenti utilissimi per eseguire operazioni complesse di data acquisition (DAQ) e data analysis, sfruttando le nuove tecnologie per misurare le informazioni e comprenderle.

Solo così si possono ottenere insight fondamentali sul posizionamento del brand, il mercato di riferimento, i trend più significativi, il target di clienti e la concorrenza.

Chi vuole incrementare tutti gli aspetti principali del business, dalla vendita alla comunicazione, gettando le basi per un’azienda più moderna e competitiva ha prima di tutto bisogno di una cosa: un approccio data-driven.

Ricerche di mercato guidate dai dati: qual è il reale valore aggiunto?

Utilizzare metodi innovativi per le ricerche di mercato permette di avere a disposizione informazioni essenziali, da usare per ottimizzare una serie di attività indispensabili per la sostenibilità del business aziendale.

Ma qual è il valore aggiunto di queste ricerche? I vantaggi rispetto ai sistemi di ricerca tradizionali sono diversi.

Ad esempio, è possibile aumentare l’autorevolezza del brand, lavorando sulla comunicazione online e offline per rafforzare il posizionamento del marchio sul mercato, garantendo una corretta percezione dell’azienda da parte dei consumatori secondo gli obiettivi aziendali.

Oltre a una maggiore autorevolezza si può creare coinvolgimento nei confronti dei clienti in target, realizzando campagne pubblicitarie ad alto tasso di engagement e fornendo contenuti utili per una comunicazione strategica, capace di costruire un legame forte e duraturo con gli utenti.

Anche se, ovviamente, l’obiettivo principale per la maggior parte delle aziende rimane l’aumento dei profitti. Aumento non solo in termini di fatturato ma soprattutto attraverso l’incremento dei margini.

Oltre a questi benefit evidenti, le ricerche di mercato data-driven hanno anche altri vantaggi. Consentono ad esempio di gestire meglio i rapporti con i fornitori, i partner commerciali e i dipendenti, creando un’organizzazione aziendale più sana e integrata aperta alla collaborazione. Tanti vantaggi, perché non sfruttarli e lasciarli ai propri competitors?