Igiene personale le regole per lavare correttamente le mani - Magazine

Igiene personale le regole per lavare correttamente le mani

Attualità Magazine Venerdì 11 dicembre 2020

Magazine - Ci sono gesti che sono ormai entrati a tal punto nella nostra routine quotidiana che ci ritroviamo a compierli quasi senza accorgercene. Basta pensare a quello di lavarsi le mani, talmente ricorrente - specie in questo periodo di impegno comune dovuto al Coronavirus - che non saremmo mai in grado di dire quante volte al giorno ci capiti di farlo. Si tratta di un presidio di sicurezza assoluto, che però richiede il rispetto di alcune regole essenziali. Nessuna fretta, insomma: stiamo parlando di un momento davvero importante della giornata, durante il quale ci prendiamo cura di noi stessi e della nostra salute. Ripetere spesso il lavaggio delle mani è necessario per interrompere il contagio e limitare il diffondersi del Covid-19, nel nome di una ripartenza collettiva e in sicurezza. È essenziale dedicarsi a quest’attività ogni volta che si rientra a casa, subito prima di cucinare oppure di sedersi a tavola per mangiare e comunque ogni volta che si esce dal bagno. Questa stanza assume i contorni di un vero e proprio crocevia, il luogo che per definizione è a disposizione della famiglia h24 e all’interno del quale ci si ritaglia una piccola immersione di relax. Anche l’occhio vuole la sua parte, infatti l’home decor ha trovato terreno fertile in questo ambiente per gli aspetti relativi alla progettazione e agli arredi. La scelta di inserire accessori funzionali e di grido come i rubinetti con sensore elettronico di Grohe - che consentono di lavarsi senza toccare il rubinetto con le mani sporche - è insomma la chiave di volta dell’esperienza di relax, da vivere in sicurezza.

Step by step, come procedere con il lavaggio

Dedicarsi alla pulizia delle mani, soprattutto tra le mura domestiche, è essenziale per sentirsi più al sicuro e condividere serenamente gli spazi con i propri cari. Il lavaggio delle mani, per potersi dire ‘accurato’ deve avere una certa durata minima, calcolata all’incirca in un minuto (non deve comunque scendere sotto i 20 secondi). È sempre bene comprendere nel lavaggio anche il polso, che è continuamente a contatto con corpi esterni (ringhiere, contenitori...). Bisogna iniziare bagnando le mani, per poi mettere una noce di sapone nel palmo e iniziare a strofinare con un movimento circolare. Attenzione agli spazi tra le dita e alla pulizia delle unghie, poi dopo si procede con il risciacquo. Per asciugare le mani meglio ricorrere a una salvietta piuttosto che a un asciugamano, sul quale - specie se umido - possono proliferare i batteri. Molte volte capita, soprattutto quando ci si trova fuori casa, di ricorrere al disinfettante tascabile per pulire velocemente le mani: bisogna comunque tenere presente che questa non è mai una pratica in grado di sostituire del tutto la sessione di lavaggio accurato in bagno. All’esterno di casa ci si trova poi a fare i conti con un altro gesto entrato a far parte della nostra vita quotidiana, ovvero indossare correttamente la mascherina. Si tratta di un ulteriore presidio per la salute: se utilizzate i modelli in stoffa o in tessuto ricordate che devono costantemente essere sanificate dopo ogni utilizzo.