Coronavirus, Amuchina, Maradona e Congiunti tra le parole più cercate del 2020 - Magazine

Coronavirus, Amuchina, Maradona e Congiunti tra le parole più cercate del 2020

Attualità Magazine Mercoledì 9 dicembre 2020

Magazine - Il 2020 passerà sicuramente alla storia come un annus horribilis. Fortunatamente manca meno di un mese per dire addio a questo anno bisestile che ha scombussolato le sorti del mondo e sperare che il 2021 ci porti novità positive.

Durante questo 2020 che tanto ci ha fatto penare quali sono state le parole più cercate sui motori di ricerca? A svelarlo è Google, che, come ogni anno, attraverso lo strumento Trends ci fornisce un po' di dati e curiosità con Un anno di ricerche.

La parola più cercata del 2020 in Italia è ovviamente Coronavirus, seguita però a sorpresa da Elezioni Usa, argomento che ha scaldato e continua a scaldare particolarmente gli animi del globo. Poi arrivano gli strumenti dedicati alla didattica a distanza Weschool e Classroom, per passare al termine Dcpm, che, nostro malgrado, abbiamo imparato a conoscere nel corso di quest'anno, tra regole, limitazioni e autocertificazioni.

Il nome più cercato in Italia nel 2020 è stato quello di Alex Zanardi, protagonista del tragico incidente in handbike lo scorso giugno. Secondo nome più cercato è quello di Silvia Romano, liberata dai suoi rapitori nel maggio 2020. Seguono poi i nomi dei presidenti amercani, l'uscente Donald Trump e il neoeletto Biden. Solo al quinto posto si piazza il premier Giuseppe Conte. 

Il 2020 è stato anche un anno di addii e lutti. Tra le persone scomparse il nome più cercato è quello di Diego Armando Maradona, seguito da Kobe Bryant, vittima di un tragico incidente, e poi Gigi Proietti, Ezio Bosso ed Ennio Morricone

Quest'anno molti italiani si sono dilettati ad autoprodurre, c'è chi ha coltivato, in primis pomodori e fragole, come si evince dalle ricerche e chi si è cimentato nella preparazione di pane in casa, livito di birra e pizza. Il lievito madre compare anche tra le ricette più cercate, insieme a pizza, pane, cornetti e gnocchi di patate, perché tutto sommato sulle tavole degli italiani il gusto non è mai mancato.

Tra le parole più cercate riguardo a come fare nel senso di fai-da-te ci sono anche Amuchina e mascherine (vi ricordate che a marzo erano introvabili), che superano i più classici scrub, tinta e ceretta.

Per quanto riguarda la ricerca dei significati il primo termine è ovviamente Pandemia, seguito da Mes. Compare poi il termine congiunti, che la scorsa primavera ha tanto fatto dibattere gli italiani su chi si potesse e non potesse incontrare.

Tra i perché ci sono Perché votare sì al referendum e Perché si chiama Coronavirus, ma anche un Perché le scope stanno in piedi, che si rifersice alla challenge delle scope di fine febbraio, quando ancora non potevamo sapere quello che ci sarebbe successo di lì a breve.